Cucine Chateau d’Ax

Kitchen with white cabinetry

Parliamo della stanza solitamente più ricca e vissuta della casa: la cucina.

O meglio, parliamo delle cucine proposte dalla casa di produzione Chateau D’Ax, resa nota per i suoi divani e le sue poltrone, e che, negli ultimi anni, ha esteso i suoi campi d’azione anche ai mobili per la zona living, per la zona notte e, appunto alle cucine.

Sul catalogo possiamo trovare 45 modelli divisi in 9 linee, ognuna delle quali prende il nome da una regione del nostro bel paese. Scelta non casuale, vista la volontà di sottolineare innanzitutto il design made in Italy promosso dall’azienda e, in secondo luogo, la ormai nota tendenza tutta italiana di fare della cucina un punto di ritrovo, di armonia e di creatività.

Possiamo cosi contare la linea Basilicata, che propone la cucina Maratea, il modello scelto per l’ultima edizione del Grande Fratello, dalle linee pulite e lineari, spaziosa coi pensili sospesi a contrasto di colore.

Il piano di lavoro è spazioso e creato con un nuovo materiale super resistente, lo Staron di Samsung antimacchia e antigraffio.

La linea Campania propone le cucine Capri e Amalfi, entrambe caratterizzate dalle finiture laccate lucide di vari colori e le maniglie a viste. Possono essere corredate da mensole in cristallo che si combinano alla forma degli altri pensili, lasciando uno spazio aperto che può essere illuminato da faretti bianchi o da divertenti giochi di luce.

Trieste è la cucina di punta della linea Friuli, un mobile grande caratterizzato da vari livelli sovrapposti e da una penisola quasi sospesa, che unisce il legno wengè alle finiture laccate lucide in bianco. Il top è invece in acciaio, resistente e in contrasto cromatico con i pannelli scuri.

Liguria è la linea che presenta più modelli, troviamo infatti Genova, Lerici, Portofino e Sanremo.
Questa serie è accomunata dal dettaglio delle ante in laminato melamminico, resistente alle abrasioni, al calore e all’acqua.
Per la cucina Genova il top è in marmo particolareggiato da venature di grande effetto che si fonde con i pannelli in rovere bianco che compone la struttura esterna.

Lerici invece affianca al bianco un originale cocobolo per la parte centrale e conclude il mobile con una piccola penisola adatta alle cucina poco spaziose o che, oltre al tavolo da pranzo, hanno spazio anche per un piano aggiuntivo, per uno snack veloce, una colazione o semplicemente per allungare il tavolo di lavoro.

Portofino è una delle cucine più chic della collezione,  dalle maniglie incassate, un ampio piano di lavoro e sapienti combinazioni di luce sotto i pensili che illuminano il top.

La linea Lombardia racchiude le cucine Milano e Como, molto particolari e giovani per lo stile e i possibili abbinamenti di colori.
Entrambe hanno ante lisce laccate lucide senza maniglie che uniscono il classico e intramontabile bianco a finiture in acciaio. In particolare, il modello Como è disponibile in vari colori e si distingue per il banco a mezzaluna e regala un tocco di design alla linearità della struttura.

Questa forma stondata possiamo ritrovarla anche nella serie Piemonte, precisamente nei mobili delle cucine Torino e Sestriere, originalissime con le loro isole smussate che combinano l’acciaio ai toni caldi del rosso o alla laccatura opaca, moderna e molto glamour.

I mobili sono studiati per avere vani contenitivi pratici e resistenti, con maniglie nascoste o a vista e apertura funzionale.

Se amate uno stile classico, potrete volare in Sardegna e ammirare la cucina Porto Cervo, con ante in legno massello e lavorazione artigianale su una base bianco panna che si sposa con il piano in acciaio anticato. Perfetta per una ambientazione ampia che lascia spazio ad un design d’altri tempi.

La Sicilia propone la cucina Taormina, per gli amanti dell’ordine, si tratta di una composizione simmetrica, con colonne laterali, pensili centrali e isola squadrata, il tutto avvolto da una linea pulita, semplice e pratica che unisce due colori in contrasto, il bianco e il nero.

Se lo spazio non vi manca, la linea Toscana propone i due modelli più d’effetto dell’intera serie, si tratta delle cucine Firenze e Viareggio, costituite da ampie colonne capienti, lunghi banconi che fungono da isole snack e linee high tech che cavalcano le ultime tendenze.

Oltre alle composizioni da catalogo è possibile assemblare ogni modelli seguendo il proprio gusto e, soprattutto gli spazi disponibili, per creare la cucina più adatta alle nostre esigenze e desideri.

Link: http://www.chateau-dax.it/it/#/pagina/collezione-cucine.html

Parla alla tua mente

*