#froufroufriday di mezza stagione

fff_mezzastagione

La mezza stagione, si sa, è assassina.

Fa freddo di prima mattina e dopo il tramonto, ma nelle ore centrali della giornata si sta bene anche in maniche corte.

Ieri a Roma si sono sfiorati i 28 gradi.

Io ho abbandonato le calze, sfoggio ballerine e mocassini e ho tirato fuori le t-shirt.

Non ho più voglia di vedere cappotti se non incellophanati in ritiro dalla lavanderia.

Stranamente non ho neanche voglia di trench, quest’anno, negli ultimi anni ne ho proprio abusato.

Quindi sto sperimentando il midseason layering, altrimenti detto ‘sovrapposizioni di mezza stagione’.

Che vor di’?

Aggiungere strati, sovrapporre tessuti.

fff_mezzastagione3

Intanto la mia sciarpona che avete visto un miliardo e mezzo di volte e che è una specie di copertina di Linus per me.

fff_mezzastagione2

E poi ho sfidato l’infagottamento mettendo questo magione sul blazer.

Devo dire che le luci con cui ho scattato queste foto erano veramente impietose e quello che se ne deduce è che avrei bisogno innanzitutto di prendere un po’ di sole, o in alternativa fare un paio di lampade, ma mi sembrava che dal vivo fosse tutto meno vitreo.

Comunque oggi ho un appuntamento dalla mia estetista e la restaurazione prevede anche una pedicure da sandalo. Questo significa che da domani abbandonerò anche tutto questo nero, grigio e compagnia danzante per tuffarmi ufficialmente e del tutto nel lezioso, pastelloso, luminoso mondo della primavera.

Voi come chiudete la settimana?

Passate un iridescente weekend, ci ritroviamo lunedì!

love

c.

Per questo outfit:

T-shirt, Zara

Pantalone, H&M

Blazer, H&M

Fusciacca di pelle, vintage no brand

Collana, D&G

Mocassini, Giorgio Moresco

Foulard, Missoni vintage

Borsa, Neverfull Louis Vuitton

Commenti

  1. Hai sfidato l’infagottamento e l’hai vinto, direi! Io non avrei mai pensato al golfone sopra la giacca, su di te funziona alla grande!
    Meraviglioso quello smalto rosso…
    Belle le sovrapposizioni di tessuti di consistenza diversa , in questa stagione sono strategiche. Mia mamma sosteneva che in primavera bisogna sempre vestirsi a cipolla!

    • lo smalto e’ un semipermanente… ne parleremo presto su trashic, ziapolly mi ha preparato un bel post 😉

      la cipolla e’ il mio forte 😀

  2. Ma quel bellissimo cardigan dove l’hai preso? Nell’elenco relativo all’outfit non compare…

    • allora la marca e’ LBB LEs Bas Bleus, ma non trovo traccia su internet di questo brand e si tratta di un acquisto talmente vecchio che non ricordo neppure in quale negozio l’abbia preso.
      resiste agli anni perche’ ha un’ottima qualita’ e poi ha quel modello molto particolare: non e’ un cardigan, e’ un maglione aperto davanti (da cui ho fatto anche uscire il pancione quando c’era :P) con lo scollo a barca largo e morbido. poi e’ QUEL grigio, che te lo dico a fare 😉

  3. la collana è meravigliosa!
    anche qui (Bologna) finalmente sole e temperature decenti, via i piumini e fuori le giacche, io concludo il weekend con una meravigliosa cena fra amiche e un sabato-domenica di giardinaggio casalingo (marito e figlio reclutati e ….. per ora interessati….), e per salutare la primavera smalto a 3 colori con sopra i pois bianchi (un dito fuxia, uno azzurro e uno verde alternati)……………..con anello Sodini a cuore e turchesini e perle bianche…….un ottimo w.e.!
    buon divertimento!
    C

    • grazie!
      e che bel froufroufriday anche per te 🙂

      la collana e’ una new entry, un meraviglioso regalo della mia socia del libro, cara amica che evidentemente mi conosce proprio bene. la adoro e non vedo l’ora di metterla sulle camicine bianche estive con un po’ d’abbronzatura <3

  4. bella!!!!

    e hai fatto benissimoa prendre i mocassini!

    giacca legata in vita con la fusciacca…devo provare….anche se su di me temo effetto diverso
    🙁

    • grazie 🙂

      devi provare, io credo che invece funzioni benissimo anche su di te!

      e i mocassini sono strepitosi.
      ho finalmente messo anche le ballerine.
      invece le nere… si sono rivelate veramente scomode 🙁
      mi stringono un sacco in punta, eppure il 41 mi sfuggiva, uffa.
      sto ancora aspettando la telefonata per le ballerine bianche e nere… mi sa che ci faccio un salto domenica mattina che ci porto mia madre… chissa’ che non ci siam qualcosa di nuovo hihihi

      • io le nere ancora non le ho messe…cavolo….
        🙁
        (nemmeno le rosa in suede, ma – oltre ad aver solo piovuto da allora – devo farci mettere la suola di gomma sotto, sono fissata io…)

        • scusa, Giulia, mi illumineresti su questa cosa delle suole di gomma sotto le ballerine? hanno una funzione specifica? rendono più comodi o più a prova d’acqua i “contenitori da piedi”? e le fai mettere anche alle scarpe estive? le suole di gomma finora le ho fatte aggiungere ai miei stivali preferiti, perché isolano meglio dal freddo invernale…

          • allora, io sotto a TUTTE le scarpe (che abbiano la suola in cuoio, ovviamente….) faccio mettere dal calzolaio suola e tacco in gomma…ossia, sulla parte che tocca per terra, appicciano un salvasuola in gomma.
            questo ha tre scopi:
            1. non scivolare (per me che vado in motorino è importante, ma anche andando semplicemente a piedi può risultare utile) -> quindi la metto anche sotto alle scarpe estive
            2. rendere le scarpe più impermeabili (la gomma fa si che, in caso di pioggia, la suola rimaga asciutta. il cuoio alla lunga, oltre a rovinarsi, si inumidisce)
            3. (di conseguenza) far durare di più le scarpe.

            ora, io lo faccio a tutte le scarpe che abbiano suola di cuoio come dicevo.
            le scarpe delle quali parliamo con caia sono ballerine a punta e, sebbene basse, anche con quelle rischierei di scivolare, quindi prima di metterle devo fare un giro dal calzolaio e far mettere salva suola e salva tacco.
            ho altre ballerine che invece hanno suola gommosa, quindi non necessitano del trattamento preventivo….
            🙂

          • ti ha egregiamente risposto giulia, cmq la ragione e’ che durano di piu’!
            e poi a me una volta e’ successo che mi sono salvata per miracolo da un brutto incidente causato dal fatto che scivolandomi la suola di cuoio di un paio di scarpe normalissime basse sulla frizione, ho perso il controllo della macchina!
            io vado dal calzolaio vicino a piazza vittorio, forse lo conosci, solo che e’ diventato carissimo… 18 euro a paio per la solatura e tacchi 🙁
            ma infatti mi piacciono le scarpe di giorgio moresco perche’ spesso hanno gia’ questa accortezza della doppia solatura in gomma… e’ come pagarle venti euro in meno per me!

            • Io vado da mister minit al centro commerciale….
              Mezz’ora e mini spesa e sono a posto…
              🙂
              Prezzo simile…sui 17-18 euro…quindi se la suola è già di gomma soldi risparmiati
              🙂

        • pure io, ma il mio calzolaio me le fa in un’oretta, il tempo di andare al mercato a far la spesa 😉

  5. che disinvoltura!
    io qui sto ancora battendo i denti per il freddo e il mio armadio, in vista del cambio primaverile è un deserto 🙂

  6. Adorabile! E pensa che anche a Milano per una paio d’ore abbiamo avuto il sole oggi! Certo, ora c’è un bel temporale, ma anche quello fa primavera, come le rondini e compagnia cantante!
    Baci :***

  7. Questa mattina ho rinnovato una vecchia giacca grigia risalente al 2001 con il trucco della fusciacca nera in vita come in questo tuo look e come suggerito da Cecilia in un altro post. La giacca giaceva da anni nel mio armadio senza che mi decidessi a disfarmene perchè tenuta bene, di linea piuttosto classica e di buona fattura.
    Il risultato mi piace proprio, grazie per avermi fatto recuperare un capo che davo ormai per perso!
    (Tra l’altro, la giacca con la cintura compare in questi giorni anche in una pubblicità di Prada A/I 2013-2014 che ho visto sul giornale. Trashic è avanti, come sempre!)

Trackbacks

  1. […] un vestito e ha comunque quel tocco frou frou che oggi mi andava proprio di aggiungere (è il froufroufriday, dopo tutto […]

Parla alla tua mente

*