A ognuna il suo slip

Con la bella stagione tendiamo a utilizzare tessuti più leggeri e far largo a colori chiari e trasparenze.

Mai l’argomento biancheria intima diventa così fondamentale. Una cucitura fuoriposto sciupa l’effetto morbido di un pantalone, l’elastico in vita troppo stretto mostra sotto il tubino rotolini di cui non sapevamo neppure l’esistenza, un reggiseno troppo largo o poco contenitivo rovina una scollatura altrimenti sexy.

Come districarsi nella giungla dell’intimo? Proviamoci insieme.Come tempo fa vi avevo accennato ho avuto l’opportunità di provarel’intimo della Simplycris.

come-scegliere-lo-slip-perfetto

Quello che mi ha subito conquistato e che vi invito ad abbracciare come filosofia di vita è l’utilizzo di materiali naturali e la garanzia made in Italy.

Simplycris veste donna, uomo e bambino e la sua produzione è ideale per l’intimo basic da tutti i giorni — che sapete bene essere il mio cruccio. I prezzi sono assolutamente onesti e l’azienda offre vantaggi per gruppi d’acquisto. Non solo: copre le taglie fino alla 8XL per cui può curare davvero l’intimo di ogni donna e per noi di Trashic questo è il vero valore aggiunto!

Ma come scegliere lo slip giusto?

Passiamo in rassegna i modelli e troviamo il nostro alleato!

Oltre alla composizione del tessuto, sono due le caratteristiche di cui tener conto quando si sceglie un paio di slip: l’altezza della vita e la sgambatura.

In questo caso la pancia viene totalmente compresa dalla mutanda e si adatta quindi a chi vuole un contenimento quasi totale in quella zona e soprattutto vuole evitare che le cuciture creino sbuffi di ciccia. Perfetto quindi per le donne mela. La sgambatura è media e si presta comunque bene anche a chi ha fianchi abbondanti.

In questo caso, fate attenzione se la vostra zona dolente è in prossimità dell’ombelico e se i vostri fianchi sono particolarmente torniti al di sopra dell’attaccatura della coscia: questo modello tenderebbe a segnare, mentre è perfetto per le mele che hanno pancia “bassa” e gambe magre.

Questo modello è a vita bassissima quindi è difficile che crei ondulazioni involontarie sull’addome, ma richiede anche dei glutei snelli o abbstanza sodi per non creare “riporti” strani. È lo slip perfetto per le donne rettangolo, ma anche per le mele con gambe e sedere magri.

Io ho giurato amore eterno a questo modello, perché è perfetto per una pera che ha poca o nulla pancia. Lascia l’eventuale ondulazione dell’addome sopra, senza tagliare e accarezza glutei, fianchi e cosce senza segare in nessun punto, anzi, accompagnando la curva naturale del corpo. Nel color nude sarà il mio cavallo di battaglia dell’estate: perfetto sotto al lino bianco che è la mia divisa.

Quest’altro slip si presta bene ai giorni di ciclo, dando un maggiore confort sulla zona ovarica e io lo preferisco in nero. Inoltre, avendo una composizione mista cotone e modal (che vi ricordo essere un tessuto naturale, seppur artificiale) ha una vestibilità ancora più morbida del puro cotone.

Questi non sono certo gli unici modelli di questa azienda romagnola, ma solo un campione, per darvi qualche suggerimento e sviluppare qualche strategia per scegliere quello giusto per ognuna di voi.

Simplycris ha anche un’altra linea, più leziosa e dal gusto quasi retró, per la scelta della quale le “regole” son sempre le stesse 😉

E voi? Di che slip siete?

Commenti

  1. A me piace l’ultimo. Devo assolutamente trovare tempo e modo di andare allo spaccio aziendale. Assolutamente.

    • peccato che siamo lontane altrimenti avrei fatto volentieri una visitina anche io.
      sicuramente a settembre faro’ un bell’ordine per i bambini e magari provo le magliette da uomo che silvio su sta roba e’ sempre motlo 352ktgi8uhkei… ci siamo capiti no?
      magari mi risolvono anche il problema delle sue magliette interne e a quel punto erigo loro un monumento!

  2. gli ultimi due sono bellissimi, e anche la linea retrò……giornatina di ferie giustificata dal giretto allo spaccio? devo ottimizzare con qualcos’altro in zona…..ora indago!

  3. il nude per l’estate è essenziale,
    ma un pò di colore sotto ai jeans piace solo a me?!?!?
    E.

    • in che senso colore sotto al jeans?

      • mi piacciono gli slip colorati tinta unita sotto ai jeans,
        oggi per la cronaca ho scelto blu elettrico.
        tra l’altro finchè continua questo tempo orribile, freddo e ventoso, credo che metterò i jeans ancora per molte settimane, altro che pantaloni di lino 🙁

  4. ma carino lo slip senza cuciture!

  5. Per l’estate: slip senza cuciture color nude for ever.
    Per l’inverno ocon i jeans: slip bianco o nero vita bassa.
    Per le occasioni speciali: pizzo color champagne. Lo adoro!

    • io ho un completino in pizzo color champagne di victoria secret regalo del marito quando stavamo a ny… lo sai che non l’ho mai messo?
      perche’ poi son rimasta incinta poi… insomma, sta la’.

  6. Il nude francamente lo trovo orrendo, ma con il bianco e i tessuti un po’ trasparenti è indispensabile: sono della vecchia scuola, e credo che l’intimo debba semplicemente sparire sotto i vestiti, motivo per cui – in fatto di modelli – scelgo assolutamente il senza cuciture. Però amo molto anche il colore, purché tono su tono: in effetti il mio cassetto della biancheria è un vero arcobaleno 🙂
    Ps Una domanda: alla donna mela e pera forse ci arrivo, ma… il rettangolo?!?

    • e’ la donna che non ha una vita molto marcata, ma neppure una “sproporzione” evidente tra pancia/seno e fianchi/coscia come per mela e pera.
      quindi abbastanza “dritta”. come audrey hepburn 😉

      • Allora io sono rettangolo e non lo sapevo! Ma nel senso che la mia ciccia superflua si distribuisce uniformemente su tutto il corpo… Nulla a che vedere con la mitica Audrey, purtroppo.

        • be’ audrey era meravigliosa, ma — diciamolo — troppo secca.
          le rettangolo non sono difficili da vestire e hai il vantaggio di essere sempre proporzionata e quando ingrassi si nota meno 😉

  7. slip senza cuciture aggiudicati!!! grazie per la dritta!!
    giulia

Parla alla tua mente

*