Get the look: lo stile Hitchcock

tailleur-verde-menta-moda-gioielli-perle

Due film usciti  al cinema da poco, “The Girl” e “Hitchcock“, hanno riportato in auge (ma è mai passato di moda?) uno stile che potremmo definire con molta fantasia à la Hitchcock. Sulle riviste vediamo un tripudio di pubblicità ispirate alle atmosfere e alle attrici amate dal maestro del brivido.

Come possiamo definire lo stile Hitchcock?
Ci aiuta lui stesso: “Se la seduzione è evidente non c’è più suspance”, vediamo infatti nei suoi film un modello di donna dall’apparenza altera, sofisticata, distaccata, dietro cui si nasconde una donna altamente seduttiva e sensuale. L’aspetto angelico cela spesso una certa ambiguità, a volte malvagità. Generalmente bionda, ha pelle chiara, capelli raccolti, comunque mai molto lunghi. Ne risulta un incrocio fra la dark lady anni ’30 e la borghese anni’ 50.

Ghiaccio bollente, oppure vulcano sotto la neve, così il maestro chiamava la sua attrice feticcio, Grace Kelly, definizioni che comunque calzano a pennello anche alle altre attrici che lavorarono per lui: Tippi Hedren,  Kim Novak, Janet Leigh, Eve Marie Saint, Doris Day, Ingrid Bergman, Vera Miles.

Da questo stile prende evidente ispirazione anche il personaggio di Betty Draper (January Jones) di Mad Men, algida ma sensuale, con una carica di malvagità (mal)celata.

La caratterizzazione di questi personaggi passa anche dal loro guardaroba: colori pastello, linee pulite, pochi gioielli e molto sobri (fatta eccezione, per ragioni evidenti, per Caccia al ladro). La mise tipica è il tailleur con gonna a matita, quasi una gabbia, un armatura che deve contenere la carica erotica delle protagoniste, con scarpe dal tacco medio, i cosiddetti kitten heels.

capelli-raccolti-chignon-gioelli-perle-kim-novak-grace-kelly-eve-marie-saints-ingrid-bergman-tippi-hedren

Crea il tuo stile Hitckock

Mi sono divertita a ricreare qualche outfit ispirato ad alcuni dei più famosi film  di Hitchcock.

gonna-blusa-nera-cintura-scarpe-bianco-foulard-balenciaga-moda-black&white-primavera-cappotto-zara-H&M-A-line-skirt-kitten-heelLa donna che visse due volte by siro6 featuring a silk shawl

H&M blouse, €15 / Zara coat, €77 / Pleated skirt, €18 / Zara sling back shoes, €62 / Balenciaga silk shawl, €300 / Banana Republic belt, €22

Come look invernale è bellissimo, ho provato a darne un’interpretazione primaverile (e low cost), so che c’è qualcuna in cerca di idee per vestire di nero in estate…

 

giacca-gonna-a-matita-mulberry-borsa-verde-fascinator

Cashmere sweater, €145 / Windsmoor , €140 / Lucas Nascimento elastic waist skirt, €695 / Dolce & Gabbana kitten heel shoes, €540 / Mulberry handbag, €1.275 / Coast feather hair accessory, €53

La Barbie “Uccelli” fa parte del look, naturalmente. Dovete tenerla sempre in mano.

 

Ho cercato qualche altra proposta tra i marchi low cost, per vedere di ricreare il look senza svenarci.

Partiamo dalla gonna a matita (chi l’ha perso recuperi il bellissimo post di Cecilia di qualche settimana fa sulle gonne per la primavera). Ce n’è anche una di jeans, io la trovo molto carina, così lady-like, ma in un tessuto così smaccatamente gggiovane.

gonna-bianca-rosa-grigia-poi-bicolore-black&white-peplum-pencil-skirt-zara-mango-H&M

Isaac Mizrahi polka dot skirt, €32 / Mango jacquard skirt, €46 / Zara denim skirt, €46 / Mango pencil skirt, €39 / Mango mini skirt, €41 / H&M printed pencil skirt, €29 / H&M , €18 / H&M , €18

 

Altre proposte interessanti si possono trovare anche da bonprix, come la prima gonna, che però io preferisco in color melanzana, la bellissima gonna aderente a vita alta, oppure la terza, a pannelli, di maglina.

gonna-grigia-nera-pannelli-vita-alta-low-cost

Non è più stagione per i cappotti (che andrebbero a uovo, con revers molto ampi), né per giacche (avvitate) o twin set (pastello e monocromo). Quindi ho fatto una selezione di bluse e di gioielli.
Disclaimer: le perle sono tutte finte, nessuna ostrica è stata torturata per la nostra vanità.

blusa-camicetta-mango-zara-H&M-accessorize-primavera-estate-jabot-senza maniche-pois

 Blusa e gioielli ladylike low cost di siro6 contenente white topaz jewelry

Mango silk top, €70 / Zara surplice top, €46 / Mango shirt, €39 / Mango ruffle top, €50 / H&M sleeveless shirt, €29 / H&M sleeveless blouse, €18 / H&M polka dot shirt, €9,34 / White topaz jewelry, €190 / Ann Taylor charm jewelry, €37 / Ann Taylor stone jewelry, €29 / Accessorize sterling silver ring, €18 / Chain necklace, €13 / John Lewis leaf jewelry, €18 / Pearl jewelry, €16 / Accessorize pearl bangle, €10

 

Dal nostro fido Bonprix troviamo una bella camicetta di chiffon senza maniche, con laccetto e colletto impreziosito da perle applicate, una blusa leggermente scollata con fiocco, a me piace nella versione viola, e una camicetta con fiocco e arricciatura sotto il seno, qui in versione verde.

blusa-camicetta-bianco-viola-verde-fiocco-chiffon-perle

Naturalmente una signora Hitchcock non può esumersi dalla scarpa kitten heel (vi confesso che io l’ho sempre chiamata “tacco insipido”).

scarpe-tacco-medio-basso-colorate-rosse-bicolor-punta-spuntate-asos-amazon-etsy-macys-primavera-estate

The Collection peeptoe shoes, €32 / ASOS pointy-toe pumps, €25 / Nina pumps, €28 / Nina bridal pumps, €28 / Timeless pointy-toe pumps, €28 / Joan & David leather slip on shoes, €76 / Andrew Geller leather pumps, €23 / Barefoot Tess kitten heels, €61 / Chinese Laundry patent shoes, €39 / ASOS high heels, €33

 

Da Bonprix si trovano delle décolleté carine, come queste con la punta metallizzata o quelle con la scollatura a cuore. Non sono proprio kitten heel, ma sono abbastanza in tema anche i sandali bicolore.

scarpe-sandali-tacco-medio-basso-nere-bicolor-spuntate-punta-primavera-estate

scarpe-sandali-tacco-medio-basso-chanel-bicolor-colorate-rosse-punta-spuntate-salvia

Su Zalando invece: altre punte metallizzate, deliziose chanelline corallo, spuntate bicolori sul tono del salvia con cinturino a T, sandali colorati.

 

Naturalmente non può mancare, a completare il look, una bella handbag. L’ideale sarebbe proprio una Kelly, borsa che la già principessa Grace possedeva in tutte le varianti di colore, e che venne ribattezzata con questo nome proprio in suo onore. Se vi avanzano oltre 5.000 euro accomodatevi pure. Oppure mandatemi una mail che qualcosa che posso fare per voi lo troviamo. Altrimenti ecco un po’ di proposte lowcost.

borsa-bag-handbag-pelle-ecopelle-mano-manici-mango-H&M-amazon-topshop-low-cost-colori-primavera-bicolor

Mango handbag, €70 / Melie Bianco zipper bag, €66 / Topshop, €59 / Checked bag, €39 / Hobo handbag, €27 / AX Paris mini tote, €35 / Parfois yellow tote, €27 / H&M vegan handbag, €18

 

Come tocco finale, ci stanno benissimo piccoli foulard (come si chiamano, Caia?) e cinture sottili da portare alte, a sottolineare il punto vita, beato  chi ce l’ha.

Un trucco leggero sui toni pastello e la trasformazione in lady Hitchcock è fatta. Badate solo a girare alla larga da docce situate vicine a strani hotel e uccelli assassini.

Vi piace questo stile, vi vestireste così?

Commenti

  1. Belli bellissimi questi outfit!!!!
    Mi riempirei l’armadio di tutte queste robine…. Dovrei vivere in una casa-armadio però….!!!!
    Diciamo che da quando sono diventata mamma ho optato per aggiornare il guardaroba, scegliendo pezzi molto più su questo stile, che giudico stupendo: e contrariamente a chi invece lo trova un po’ “vecchiotto” io dico che questa è la quint’essenza della femminilità.
    Certo, bisogna avere il mood giusto per indossare certe cose; stamattina per esempio, tra vento impietoso, freddo cane e pioggia sono uscita in jeans, simil-hogan, trench e mega foulard…. Ma confido nel bel tempo, prima o poi!!! 🙂

    • a me qiesto stile è sempre piaciuto, ora però che sono un po’ sovrappeso e soprattutto non ho punto vita non mi dona. Credo che valorizzi molto tutte i tipi di donna, tranne la mela (io mai stata, ma ora ahimè, sono decisamente un melone). Le donne a clessidra ci vanno a nozze, le rettangolo si valorizzano perché sembrano clessidre, le pere possono giocare sull’equilibrio sopra sotto… Caia correggimi se sbaglio.
      Ecco, però adesso che non ho una forma adeguata, il rischio effetto “vecchia” è dietro l’angolo, così come l’effetto “sconsy”. 😀
      In questi giorni l’unico get the look cinematografico proponibile è the day after tomorrow: http://www.filmtv.it/film/26594/the-day-after-tomorrow-l-alba-del-giorno-dopo/

  2. Bello!!! Lo stile Hitchcock mi piace moltissimo anche se, ehm, “bionda” e “diafana” non sono esattamente le mie caratteristiche predominanti. Diciamo che amo molto i capi dalle linee pulite (non le giacche però, le ho portate per anni e ora non le posso più vedere) e sono assolutamente entusiasta del ritorno dei kitten heels: cammino moltissimo, e i tacchi da trampoliere di questi ultimi anni mi erano praticamente preclusi. Che meraviglia i capi low cost che hai suggerito: ci sono un bel po’ di cosette che mi stuzzicano davvero.

    • Io sarà perché sono bassina ma col piede lungo, queste scarpe col tacchetto stupido e la punta non me le vedo proprio. Preferisco magari un tacco un pelo più alto e più solido. Però quelle che ho scelto mi piacciono, in particolare le tricolori e le salvia di zalando, le bicolori di bonprix e tutte le spuntate di polyvore. Ne ho una paio precise precise a quelle rosse col fiocchetto.

      • in effetti bisognerebbe scegliere l’altezza del tacco in base alla lunghezza del piede: più il piede è lungo, più il tacco può essere alto. Lo dicono persino gli ortopedici.

  3. tesoro, io nell’animo (solo in quello), mi sento proprio così!
    esattamente a metà fra la dark lady e la signora bene anni ’50.
    ghiaccio bollente, insomma
    😀
    ok, ok, so di avere la sensualità di un barattolo di coca cola, ma il mio modello di donna è esattaemnte questo
    quindi, ça va sans dire, metterei TUTTO!
    anche quella kelly che mi pare di capire sia vanzata da qualche parte!

    😉

    (nero estivo…e chi MAI potrebbe cercare idee in merito? :D)

  4. ps dai kitten heels io casco che è una bellezza.
    sono instabili da morire. meglio il decoltè per me.
    mi rende più alta quindi ancora più algida!
    🙂

  5. bellissime idee! l’unica cosa che possiedo attualmente è la borsa … scovata al mercatino ma molto simile a quella della principessa….i tacchi invece per ovvie ragioni preferisco lasciarli a donne più capaci di me! 😉

    • Io faccio la voglia a quelle bluse col fiocco. Quella viola di bonprix si può allacciare anche più bassa, lasciandola un po’ scollata, è proprio carina.
      Anche io ho una finta kelly, di antonello serio, in pelle stampa struzzo verde. Mi piace assai.

  6. Mi rendo conto di essere fuori dal coro, ma io i mezzi tacchi li adoro e li trovo comodissimi! Al contrario delle ballerine, danno il giusto sostegno alla schiena, ma allo stesso tempo senza scaricare troppo il peso del corpo sull’avampiede, con i conseguenti dolori ai metatarsi da tacchi alti. Io poi normalmente non cammino ma marcio a testa bassa, per cui i mezzi tacchi mi costringono ad un’andatura più femminile. Sono un’aliena?
    Elogio del mezzo tacco a parte, quanto mi piace lo stile Hitchcock! Ghiaccio bolllente: ecco come mi sento nell’animo (ma solo in quello…)

    • Elinor, col tuo elogio del mezzo tacco mi hai riempita di speranza 🙂

      • Per me 5 cm di tacco sono l’ideale, anche perchè sono piuttosto alta ma con i piedi piccoli, per cui la mia base d’appoggio è già ridotta di suo. Più i tacchi sono alti, più la base di appoggio si rimpicciolisce, con conseguente instabilità, carico eccessivo sull’avampiede e rischio storte, quindi anche quando voglio esagerare non vado mai oltre i 7 cm.
        L’unico problema con i kitten heels o mezzi tacchi è che io sono di Roma, e il sanpietrino romano non perdona i tacchi sottili… è facilissimo rimanere incastrate, esattamente come con i tacchi a spillo.

        • ecco vedi! Io sono piccolina ma coi piedoni, quindi preferisco tacchi un pelo più alti ma più grossi (un pelo eh, il tacco 12 solo con plateau e in occasioni eccezionali).
          Le scarpe pari terra mi fanno l’effetto clown 😀
          Ah, i sanpietrini. E anche le griglie della metropolitana, e gli serbini retati pure!

Trackbacks

  1. […] una volta mica si diceva outfit) da un film di cui abbiamo già parlato, fonte inesauribile di ispirazioni di stile, Caccia al Ladro. Andate a rivedervi la scena in cui […]

Parla alla tua mente

*