Giocare al teatro con i bambini

bambini teatro marionette

Questa frase è verissima, ve lo assicuro:

“L’importanza pedagogica del gioco scenico sta nel condurre il bambino a passare da un mondo egocentrico (narcisistico), dove tutto l’esito consisteva nel soddisfare le proprie tendenze e la propria immaginazione, a un mondo aperto agli altri, dove il bambino non offre solo se stesso e le sue capacità, ma subisce anche responsabilizzanti richieste.” (Maria Rita Parenti, “Il gioco teatro nella dimensione terapeutica e didattico-educativa”)

Mia madre era un’eccezionale insegnate di lettere, storia e geografia alle scuole medie inferiori. La prima classe che le diedero quando ricominciò a insegnare dopo molti anni (io facevo la prima media) era così amata da essere soprannominata “Il Bronx”.

Se qualcuno di loro ci legge e si riconosce: ciao ragazzi! Questo post parla anche di voi! Perché quei ragazzi non erano tremendi, ma avevano solo bisogno di trovare una strada in cui passare dall’essere “uno” a essere “gruppo”. Fra di loro e con il mondo esterno.

Quella strada mia madre la trovò nel teatro. Insegnò loro storia del teatro, i vari generi teatrali, li portò a diversi spettacoli e con loro mise in piedi anche spettacoli teatrali.

“I vestiti nuovi dell’imperatore”.

“Tre topolini ciechi”.

“La giara”.

Mica pizza e fichi!

Inoltre il teatro, la drammatizzazione, aiutano i bambini a esprimere i propri sentimenti, a conoscere lo spazio (spazio scenico) e il proprio corpo inseme al suo linguaggio.

Per questo penso che tutti i bimbi dovrebbero avere un teatrino in casa. Io tempo fa ne ho costruito uno per mia figlia che è stato talmente usato da essersi distrutto!

Ecco qualche dritta per poter introdurre i vostri bimbi alla drammatizzazione.

Partiamo con i trucchi e accessori per trasformarsi, perché i bambini adorano il gioco di cambiare viso, così come quello di travestirsi. E siccome un costume può essere anche un semplice lenzuolo ben messo addosso, vediamo quali altri metodi abbiamo per cambiare volto ai nostri piccoli.

 

1. Kit Truccabimbi di Galt 2. Glitter per trucco di Mangiafuoco 3. Scudo per prodi cavalieri 4. Maschere degli Avventurieri di Djeco

Come vi dicevo considero un diritto di ogni bambino quello di avere un piccolo teatro delle marionette.

Non servono grandi spazi, basta a volte anche solo una parete. Guardate quante idee in carta, legno e stoffa!

Un primo modello è il Teatro Circo di Eurekakids: in legno, pieno di colori e con una grafica adatta ai più piccoli. In legno e stoffa il FIP Teatro di Käthe Kruse, mentre decisamente salvaspazio la proposta tutta in stoffa di Latitude: si può perfino appendere agli stipiti delle porte! Minimalista invece quello di Ecogiochiamo venduto in due pezzi (struttura e tende coloratissime).

Ma cos’è un teatrino senza delle belle marionette?

Ormai se ne trovano di tantissimi tipi, una più bella dell’altra, da mano e da dito, coi personaggi delle fiabe più amate o semplici e pronte a essere trasformate in mille storie diverse.

1. Burattini da dita (ideali per i più piccoli) 2. Le marionette “Cappuccetto Rosso” di Imaginarium 3. Le marionette battagliere di Hoffmann 4. Le marionette del set “Pinocchio” di Trullala una ditta tedesca che produce giocattoli a basso impatto ambientale

Per esperienza diretta vi assicuro che se proverete a “giocare al teatro” con i vostri bambini vi si aprirà un mondo! Un mondo fatto di risate, scoperte, nuove prospettive di comprensione.

Poi forse vi toccherà imparare a memoria tutte le maschere della Commedia dell’Arte Italian come è successo a me…ma questa è un’altra storia! 😉

Commenti

  1. Ottimo spunto il teatrino domestico! Se penso a quanto mi ha fatto bene il laboratorio teatrale nel periodo durissimo della preadolescenza e dell’adolescenza…

Parla alla tua mente

*