Rimettersi in forma: Estate #concaiainforma

Eccoci al verdetto.

Niente, la situazione è stazionaria e mi son detta che ci sta tutta: prima il ciclo e la pioggia, poi cinque giorni ad Amsterdam (che una vacanza è anche assaggiare specialità culinarie senza troppi pensieri) e poi una svolta epocale: ho smesso di allattare Dado. Sono molto provata psicologicamente, ve lo dico. E sono anche un po’ scombussolata, credo a livello ormonale, quindi mi prendo questa dovuta pausa dalla dieta stretta. Con l’idea comunque di riprendere appena sento tornare le energie.

Allo stesso tempo ho ripreso a correre, perché mi fa bene, mi fa stare bene, mi annulla i pensieri e mi fa fare. E basta. Fa muovere il mio corpo nello spazio con l’unica spinta del ‘sentirsi vivo’. Ho risentito muscoli che credevo proprio di non avere e a volte ho pianto correndo. Tanto poteva anche essere un moscerino che mi entrava negli occhi, no?

Nel frattempo sono successe altre cose abbastanza epocali nella mia quotidianità, tutte dalla portata non indifferente e –appunto — non posso fare a meno di metterle nel calderone del resoconto e dirmi: non puoi chiederti troppo.

Allo stesso tempo per non far diventare questo post una valle di lacrime vi dico anche che non sono certo una che parla a vanvera e si rimangia le parole!

abito-alberto-biani

Abito Alberto Biani @caiacoconi

Il vestitino grigio mi apsetta: lo voglio indossare per l’anniversario con il MaritoZen perché voglio proprio festeggiare di essere sopravvissuti (insieme) in questi ultimi 6 anni. Conoscendomi, chi l’avrebbe detto? 😛

Quindi ho poco più di un mese per perdere almeno tre chili. Quattro a voler proprio brindare con gaudio.

Mi auguro che la fine dell’allattamento svolga un ruolo centrale facendomi passare quegli attacchi di fame che mi hanno dilaniato negli ultimi anni, comunque voglio riprendere a eliminare i lieviti e le farine raffinate. Poi andrò a sensazioni sul resto, approfittando anche del fatto che tornerà la mia mamma che riprenderà a sperimentare insalate e delizie light.

Di certo continuerò a correre e voglio tentare di essere un pochino più costante con i trattamenti che ho provato e non ho avuto la determinazione di continuare a usare, benché mi sia resa conto di miglioramenti immediati sulla pelle.

creme-snellenti

Come procede dalle vostre parti?

Ditemi come state procedendo e come lottate con i demoni delle tentazioni 😀

Comunicazione di servizio:

Come ogni martedì, seguite la #rubriga, oggi da BaiLing.

Per altri spunti ed ispirazioni vi ricordo i nostri canali social:

Facebook La rubRiga della marinière

Pinterest: La rubRiga della marinière

Instagram e Twitter: #rubriga

Commenti

  1. dai dai, resisti e vedrai che i risultati ci saranno! se fosse così facile eliminare “le abbondanze” in poco tempo e come pare a noi, come faresti poi con la tua rubrica? 😉
    la mia “carota” per il mese di giugno (è giugno? penso che, come nel film “Ricomincio da capo” -quello del giorno della Marmotta- sia sempre il primo aprile e questo meteo sia uno scherzo….) sono un paio di jeans meravigliosi che stazionano da troppo tempo inutilizzati nell’armadio, e che mi chiamano a gran voce…….cosa saranno mai quei 3 chiletti che mi separano da loro????

    • ecco appunto, in fondo non sono tanti… me lo dico pure io.
      cmq gia’ sto facendo la brava.
      ieri sera ho cenato proprio bene e a pranzo avevo mangiato una bella insalata di riso con tonno e pomodorini.
      poi stamattina colazione leggera con 3 grancereali.
      spero di reggere 😉

  2. aspirantemamma

    Allora io da circa tre settimane ho iniziato il regime che mi ha dato la nutrizionista con lo stesso tuo obiettivo, -3/4 kili.
    Niente di tremendo, in realtà la cosa principale è assumere carboidrati a colazione e pranzo, pochissimi a cena, muoversi, bere…
    Nelle prime due settimane devo dire che non ci sono stati cambiamenti, ma devo ammettere che non ho seguito alla lettera, ho avuto il ciclo, ho corso poco causa diluvio e ci ho infilato dentro due matrimoni.
    Ma sono motivata, ce la posso fare.

  3. Non pensare ad essere di meno, cerca sempre di essere di più. Non perdere peso, metti su muscoli, non mangiare meno mangia più sano. Fregatene della bilancia. Nessuna bilancia ci dice quanto siamo belle. Oggi vorrei avere più energia. Ho perso 3 chili con l’influenza, ma sono triste e stanca. Non c’è magrezza che tenga rispetto alla voglia di sorridere. Rifai conoscenza a tu per tu con il tuo corpo, lasciati vivere un attimo, asseconda il calo di appetito e verrà tutto naturale. Un abbraccio forte.

    • grazie lisa, che belle parole <3
      spero che anche tu ti rimetta presto, queste influenze di fine stagione sono diaboliche.
      le tue son parole sante che dovremmo stamparci in testa.
      sul sano non credo di avere problemi, forse tutta la storia del corpo invece mi fa sbarellare un po'. sara' proprio che per cinque anni questo corpo non mi apparteneva totalmente. devo reimparare a sentirlo mio.

    • Grande Lisa. La facile battuta è che io sono un po’ stanca di essere così tanto più!
      Però hai ragione, intendevo anche io qualcosa di simile quando dicevo che essere magre non è l’obiettivo, è la conseguenza di un atteggiamento mentale diverso e più sano verso cibo e movimento.

  4. francesca m

    Io sono a meno tre mesi circa dal parto e cerco di contenere i danni, in modo da non dover faticare molto dopo. Purtroppo però devo stare tranquilla, che anche camminare mi fa venire le contrazioni, e questo non aiuta a limitare l’aumento di peso. In più sto iniziando a preoccuparmi per l’evento, soprattutto ho paura che non si giri e di dover fare un cesareo e poi il mio primo bimbo è nato alla 35 con 2.400 di peso e quindi anche il parto naturale mi spaventa, visto che il primo, date le dimensioni, mi sa che non vale 😉 .
    Spero che i tuoi cambiamenti quotidiani non siano tutti negativi, ma che anzi, al di la della fatica, possano essere positivi e ti portino a qualcosa di bello.
    La scorsa volta sono ingrassata allattando, per cui sono certa che adesso ti sgonfierai naturalmente e avrai molta meno fame.
    buona giornata
    fra

    • ciao fra!
      stai serena, quella e’ la cosa fondamentale per scansare parti prematuri e cesareo.
      allontana dalla tua testa questi pensieri. focalizza e pensa soltanto alla tua creatura che culli in grembo, visualizzala nella dolcezza del liquido che la sta nutrendo. le visualizzazioni positive sono molto importanti.
      e comuqnue con momo avevo preso pochissimo in gravidanza e col parto ho perso solo il suo peso, tre chili netti.
      eppure a un anno avevo sempre sti 6 chili in piu’.
      con dado ho preso tantissimo, alla fine neanche mi pesavo piu’ e nel giro di un paio di mesi la situazione era la medesima: 6/7 chili in piu’ che probabilemnte dipendono anche dall’allattamento.
      stai serena, limitare i danni e’ relativo, anche perche’ dopo con due… non vorrei dirtelo… ma… insomma hai capito, no? mica riuscirai a riposarti tanto. hai voglia a trottare 😉
      in bocca al lupo!
      :*

      • francesca m

        No non me lo dire cosa sarà con due … speriamo che almeno si piacciano, perchè oltre alla fatica, ho paura della gelosia e di non essere in grado di gestire contemporaneamente le loro esigenze diverse. Così a priori, penso che mi focalizzerò sul grande, tanto l’accudimento molto faticoso e fisico dei primi tempi viene un po’ da sè, che quando piange un neonato bisogna correre, ma quando non piange cercherò di non stare in sua “adorazione”, ma di occuparmi del grande. Poi vediamo che succede, ora più di tanto non voglio pensarci, perchè è del tutto inutile. Per fortuna ho il supporto prezioso dei miei che abitano vicini e non sono una che rifiuta gli aiuti; anzi anche ora che devo stare molto a riposo devo ammettere che usufruisco della loro cucina e della loro presenza di nonni. Ovviamente c’è in primis mio marito che è presente come papà (ma non come cuoco 😉 ) e non va mai in trasferta. Sono una mamma fortunata!

        • bene, allora tutto procede con i migliori auspici.
          cmq la gelosia c’e’, ci sara’ e ognuno la manifestera’ in maniera sana con i propri tempi (anche del piccolo, non pensare) pero’ la cosa bella del secondo figlio e’ che anche quando sei nelle fasi nere, sai per esperienza che passano. dovrebbe avertelo insegnato il grande 😉
          e poi i nonni: che manna dal cielo. io quando ho mia madre qui una settimana faccio quello che farei in un mese, sia con i pupi che per il lavoro.
          un abbraccio!

  5. che bello correre! ho corso x anni, ma ora, dopo il terzo figlio (‘a voglia a trottare…) se corro al mattino, poi al pomeriggio mi addormento…ho optato x la camminata a passo sostenuto e va molto meglio! ma siii, finito l’allattamento la fame cala, si può pensare al proprio corpo, come dici tu, a riprenderne possesso! spero che gli eventi “epocali” della tua vita possano essere una spinta e non un’ancora…forza!!! il vestitino (splendido!!!) ormai è a un passo!! :per te:

  6. Eccomi, socia di dieta-non dieta.
    Io col peso sono stabile, ma anche il mese scorso è stato così dopo il ciclo, poi ho recuperato (cioè perso) di più la settimana dopo. Ma vedo i miglioramenti nel corpo, lenti ma costanti. E soprattutto vedo un miglioramento nel tono dell’umore, e per quel che riguarda il movimento sono proprio carica dura. Ho scritto un post su questo, è quasi pronto, chissà che non aiuti anche voi… Quindi sono contenta. Forse sarò in forma per l’estate del 2014, e visto che mi sposerò va benissimo. Sono interessata a trovare uno stile di vita e alimentazione che posso portare avanti con costanza, entusiasmo e non troppo sacrificio. In questo credo di essere sulla buona strada. Salvo imprevisti non avrò altri figli, quindi la forma che sto lentamente riconquistando la voglio mantenere. Forse non sarò mai più magra, ma in forma lo posso, e lo voglio, essere.
    Una ola per il tuo cessato allattamento. Il secondo è diverso vero? Più facile da una parte, più drammatico dall’altro. Adesso il corpo è (quasi) tuo. :-*

    • Sai Silvia che hai ragione? che è verissimo che la seconda volta è più facile ma più drammatica?
      Mi hai fatto ripescare nella mente la fine dell’allattamento di T, il mio primo, che è stata una fine furiosa, stizzita, arrabbiata, con la quale gli ho strappato via me stessa e, con mia grande sorpresa, il mio egocentrismo in quei momenti era tale da avermi fatto dimenticare quell’ultima volta insieme, pur avendo decine, ma forse centinaia, fotografie di che ciuccia in braccio a me.
      Di contro, invece, l’allattamento della V, più consapevole, più razionale, meno uterino, un po’ come il mio rapporto con lei. Poi quell’ultima volta, in gennaio, che forse è stata l’unica in cui ho realmente capito il senso di tutto, e quindi un misto di malinconia e tenerezza che non avevo mai provato, essendomi sentita sempre e solo il mezzo per il loro sostentamento.
      Sì, drammatica, hai detto bene, perchè la seconda volta ritorni tua e, nel mio caso, sai che sarà per sempre.

    • oh! bene son contenta che anche tu sia sulla via della positivita’.
      per me il secondo e’ stato peggio (smettere). con l’altro ero gia’ incinta di dado e mi sembrava di essere rimasta in una specie di flusso vitale. questa volta no. ma va bene cosi.
      😉

      • francesca m

        Io con il primo non ho neppure potuto decidere: ha deciso lui verso i 10 mesi e mezzo che non ne voleva più sapere. Per una settimana tutte le volte che lo attaccavo si staccava e se lo riattaccavo mi mordeva. Poi ho desistito con una certa malinconia, anche se una parte di me è stata contenta che la decisione sia stata sua. Adesso con il secondo vedremo come sarà! E anche per me, salvo incidenti che farò di tutto per scongiurare, sarà l’ultima occasione.

  7. Eccomi Caia bella, per dirti che mi sono sbloccata.
    E’ dovuto intervenire, comunque, un evento esterno che, ammazzandomi la fame, mi ha poi avviata sulla buona strada semplicemente per aver ricominciato a mangiar meno (e di conseguenza meglio).
    Non è una vera e propria dieta ma di sicuro è un regime alimentare controllato basato sulla zona a occhio, con un giorno in cui, se ho voglia, mangio qualche stuzzichino in più, cosa che comunque accade di rado perchè sembra che stia riconquistando la mia inappetenza storica, complici anche i picchi di caldo improvvisi di questi giorni.

    Baci!

    • bene son contenta dei tuoi risultati. in effetti arrivasse un po’ di caldo probabilemnte anche io tornerei alle mie cose crude che mi saziano occhi e stomaco.
      vedremo, aspetto la fine di qeusta settimana anche per capire come va quando faccio ‘a occhio’ 😀

  8. l’hai detto: non puoi chiederti troppo…. e una goccia d’acqua scava la roccia, no?
    🙂

  9. ciao Caia, io sono più o meno in stand by, ho ricominciato ad avere autonomia da poco (la mia piccola ha ricominciato l’asilo solo lunedì dopo 15 giorni a casa). Ora poi è fine anno, con i mille impegni di scuola e asilo, e tra pochissimo cambierò casa: diciamo che è un periodo incasinato per mille motivi. Cerco di limitarmi a tavola, ma finché non sarò più tranquilla mi sa che non riuscirò a dedicarmi seriamente all’attività sportiva. Certo non credo di rischiare di ingrassare visto lo stress che subirò nel prossimo mese.
    giulia

    • be’ un trasloco e’ una manna per la forma fisica: non hai tempo per fare niente oltre a pacchi, sei stressata e bruci un sacco e poi fai sollevamento pesi gratis. meglio di cosi 😉

  10. Io ho smesso alla seconda settimana! 🙁
    Causa mal di panza!!!
    Ho eliminato lieviti e farine raffinate per il momento, in vista dei test per le intolleranze, e ho perso tre chili!
    No che non sono contenta, non volevo perderli così, ma tant’è…

    • senti, ogni chilo perso e’ benedetto.
      e comuqneu anche io ho notato che basta quel cambio di qualita’ del cibo (lieviti e farine raffinate) per calare o, se non altro, sgonfiarsi a vista d’occhio!

  11. Mi sa che questo periodo per te è un po’… blue, vero?
    Vedrai che passerà!
    E comunque anche se adesso ti sembra di non vedere miglioramenti non disperare: il nostro corpo è strano, magari adesso c’è tutto un lavorio segreto a livello di metabolismo e i cambiamenti si vedranno tra un po’. Pensa che io, che da due settimane non vedo nessun risultato a livello di bilancia, da un giorno all’altro ho scoperto che una gonna che prima mi andava giusta giusta (anche un filino stretta…) ora mi sta quasi larga!
    Forza, e vedrai che le belle giornate di sole che finalmente stanno arrivando (incrociamo le dita) ti daranno la carica positiva giusta! Sei tutte noi, e il tuo delizioso abitino aspetta solo te!

    • elinor, grazie <3
      continuo a pensare che la cosa fondamentale e' curarsi, prendersi cura di se' per avere un corpo sano, forse con questa prospettiva tutto verra' da se'... anche il tubino di biani 😀

  12. a proposito di rimessa in forma e …prova costume da bagno…una domanda! sono tornati di moda i bikini anni 50 ma stanno bene a tutte obisogna avere un fisico scultoreo a prova di bomba? la pancia insomma, è mimetizzata bene? o meglio lasciar perdere? cmq volevo dirti coraggio e tenacia! io sono scesa di dieci chili in un anno eliminando latte e farinacei…erano i prodotti che mi facevano stare male del resto …

Parla alla tua mente

*