Vacanze estive al mare — istruzioni per l’uso

must-per-vacanza-perfetta

Nailpolish, O P I big apple red @caiacoconi

Le mie ferie sono arrivate. A fine settimana partiamo per il mare.

E quest’anno ho deciso di andare in vacanza davvero. Non come l’anno scorso che sono rimasta cadaverica e palpitante, col sedere inchiodato a una scrivania di fortuna a studiare e scrivere per il mio libro. E neppure come due anni fa che ero incintissima e arenata nella mia depressione pre partum (e lavoravo per distrarmi). E spero neppure come l’anno precedente che avevo Momo di un anno che non mangiava, non dormiva, non respirava senza piangere e urlare incomprensibilmente e io ero totalmente annichilita. A pensarci bene eviterei anche qualcosa di simile all’anno in cui avevo Momo neonato, che ero felice, felicissima, ma non chiamerei quel periodo esattamente ‘vacanza’.

Quindi, insomma, senza andare troppo per il sottile, io stacco quest’anno. Direi che una vacanza me la merito. Coi bimbi più grandicelli che magari ogni tanto giocheranno assieme e mi faranno illudere di poter leggere una rivista sotto l’ombrellone. Con il MaritoZen che magari ci scappa anche di fare un tuffo insieme, ogni tanto, e il giorno del nostro anniversario andarcene a cena fuori, da soli come una coppietta innamorata. E anche con il mac che ora non esageriamo, non posso mica sparire dalla rete per tre settimane.

Aggiornerò sicuramente il mio profilo Instagram @caiacoconi e il profilo twitter @TrashicStyle. Spero di riuscire a fare qualche chiacchiera su Facebook, sulla pagina di Trashic e sul mio priflo personale. In ogni caso vi lascerò in buone mani e ho lasciato in programmazione qualche post ‘speciale estate‘ per farvi compagnia.

Dopo le dovute rassicurazioni, veniamo al sodo:

Vacanze al mare — istruzioni per l’uso

Quali sono le mie precauzioni, i miei #maipiusenza, i miei must e le mie regole auree per una vacanza (quasi) perfetta?

Eccole per voi.

Viaggiare leggero. Essere chic non ha niente a che vedere con la quantità di accessori e vestiti che si sfoggiano in vacanza. Anzi. Preferisco avere i miei capi indispensabili per l’estate e poco altro. Qualche pareo, che adoro abbinare con camicine leziose, un paio di caftani e sandaletti di cuoio. Per i viaggi le birkenstock. Per la sera — realisticamente — due o tre abitini (bianchi) sui quali gettare un bel cardigan o maglione di seta grezza. Mi auguro di vestirmi della mia abbronzatura, del sorriso di chi è riposato e di smalto rosso sempre impeccabile.

Avere l’essenziale e comprare il superfluo. La meta delle mie vacanze è la Grecia, luogo che conosco molto bene (benché non sia stata mai nell’isola che visiterò quest’anno) però manco da tanti anni, da prima di conoscere il MaritoZen. Questo significa che è passato molto tempo dall’ultima volta e sono perfettamente nel mood turistico giusto: di casa e quindi poco bersaglio di fregature, ma curiosa e desiderosa di sorprese shoppinghesche.

La protezione solare, prima di tutto, sopra ogni cosa. E basta. Inutile pensare di stare in vacanza e fare un tour de force di trattamenti e accanimenti terapeutici. In vacanza ci vado con la cellulite e mi va bene riportarmela a casa così com’è. Oltre alla protezione solare, una buona crema idratante per il dopo e un velo di mascara.

Cucinare il minimo indispensabile. Abbiamo scelto l’opzione appartamento anche per queste ferie al mare. Ma non ho intenzione di esportare le mie fissazioni abitudini culinarie anche in vacanza. Indi per cui cucinerò a pranzo solo per i bambini piatti rapidissimi e per noi insalate a gogó. A cena pesce o carne alla brace e poco altro. In alternativa bazzicheremo le trattorie del luogo. Magari riesco pure a perdere qualche chilo 😉

Il kindle. Sempre per la questione viaggiare leggeri, in vacanza il kindle è la soluzione migliore. Ho anche un po’ di roba in cartaceo sul comodino, quindi forse aggiungerò qualcosa in valigia all’ultimo minuto, ma per lo più leggerò in elettronico. La carta la porto intonsa per scriverci tutte le estemporaneità del caso.

E voi? Avete fissazioni, rituali, must e consgili per vacanze (quasi) perfette?

Commenti

  1. Noi quest’anno niente vacanze, l’azienda dove lavoro chiude dal 02/08 al 18/08 quindi è inpensabile andare in vacanza ad agosto con tutta la gente e i prezzi alle stelle.Forse uno o due week end al mare nelle vicinanze.
    Ma io al solo pensiero di partire con due nanetti piccoli, il secondo in pieno svezzamento senza proteine del latte, ho il terrore!!Vedo che spesso avete scelto la soluzione dell’ appartamento ma per me sembrerebbe come non andare in vacanza, anzi dovrei faticare di più..non sono proprio dell’ umore adatto.
    Pensa che venerdì andiamo a Roma, a riprenderci il primo bimbo perchè è voluto rimanere una settimana con la nonna e il cuginetto ma mi prende proprio male, il viaggio in macchina, il caldo, i vestiti da preparare, dormire in un altro letto e quindi nn riposare, rientrare a casa…per me quest’ anno vacanza significa starmene a casa mia..

    • le vacanze ad agosto spaventano anche me, io preferirei settembre, ma con la scuola e tutto ilre sto non si puo’ piu’ fare.
      riguardo l’appartamento e’ sempre una questione di approccio. se te la vivi easy e spartana l’appartamento e’ molto piu’ rilassante di un albergo in cui devi stare sempre in mezzo a gente, aspettare gli orari… non fa per me.
      pero’ ammetto che io per dire anche in svezzamento non ho mai trasportato il mondo in vacanza. ma ammetto che sono un po’ fuori dal coro 😛
      cmq coi bimbi piccoli, come e’ successo anche a me, capita di saltare qualche anno di vacanze, ma poi tornano… si spera!

  2. intanto…buone vacanze!!!! rilassati, divertiti e torna energica e scattante con molti resoconti che siamo in tante a leggerti! io ho fatto le vacanze a creta quest’anno e devo dire che se sai cosa aspettarti la grecia è sempre piacevole e mai deludente, non è la costa azzurra (non parlo di natura che in alcuni casi è pure meglio!) ma a me piace sempre molto!!!!

    • grazie!!!
      io a dire il vero in costa azzurra non ci sono mai andata, ma in generale preferisco le situazioni piu’ brulle. il confort per me e’ la praticita’ piu’ che il “lusso” quindi la grecia e’ sempre stata un’ottima dimensione vacanziera per me!
      creta ancora non l’ho vista… devo coprire assolutamente il gap 😛

  3. Io probabilmente niente vacanza, perchè ho il pancione che deve resistere il più possibile, visto che ho le contrazioni, e quindi devo stare a riposo. E mi sento già in colpa con mio figlio che quest’anno non riesco a portare al mare. Comunque mi pare di capire dalla tua esperienza che il prossimo anno dovunque vada non saranno vacanze :-(, ma confido nell’anno dopo, quando i miei figli avranno 4 e 1 anno, dimmi di sì!
    riposati e divertiti
    francesca

    • ovviamente ho fatto male i conti: l’anno dopo avranno 5 e 2 anni (quello in cui avranno 4 e 1 anno è il prossimo) 😉

      • hahah
        no, pero’ devo dire che il “problema” dell’anno in cui avevamo tre anni e 7/8 mesi e’ stato unicamente il fatto che non ho fatto ferie, cioe’ ho lavorato mentre loro andavamo al amre coi nonni o il papa’ in una situazione di sensi di colpa/nervi e necessita’ di delegare che mi ha fuso.
        altrimenti probabilmente sarebbe andata bene. dipende sempre dai figli. momo a un anno era molto faticoso, dado no. 😉
        e comunque buon riposo! non farti prendere dai sensi di colpa, ora devi pensare al pancione 😉 (approfitta per leggere e startene a gambe alzate nella penombra della tua stanza… DA SOLA hiihihihi

  4. GRECIA!!!!
    io la amo e la adoro e spero di riuscire a costringere il marito a fare almeno un fine settimana lungo a creta a settembre (ci abbiamo vissuto sei mesi)…
    ci vado spesso e la adoro. mi paice la luce, la gente, il profumo dell’aria
    TUTTO
    buone vacanze allora, divertiti, riposati, goditi il sole e torna ancora più bella di prima!!!!
    te lo meriti!!!!

    un bacio

    • ma davvero hai vissuto a creta?!?!?!
      io pure l’adoro. tante volte ho sognato di andarci a vivere e chissa’ che un giorno…
      e comunque a settembre e’ il periodo migliore, se puoi volaci!!!

  5. Buone vacanze!
    La destinazione è bellissima, goditi la grecia (ah, la grecia… la adoro!).
    In quale isola andrai? Sarebbe bello avere il reportage dettagliato,possibilmente con foto (e magari, se possibile, anche qualche outfit…) al tuo ritorno! Se non chiedo troppo, naturalmente, il riposo viene prima di tutto!
    A presto, noi ti aspettiamo!

  6. allora buonissime vacanze! che tu ti diverta o ti riposi, saranno comunque meritate!!! noi quest’anno niente ferie outdoor, faremo 15 giorni di puntatine giornaliere qua attorno (il bello del nord-est!!!), causa crisi. anche io ho sempre sposato, la scelta dell’appartamento, x me la vacanza è sostanzialmente eliminare l’orologio e seguire i bioritmi (nostri o dei nani…poco importa)e questo è impensabile negli alberghi, specie con la prole. bagaglio essenziale molto simile al tuo, preferisco avere più cambi x i nani (che si inzozzano ovunque vadano-qualunque cosa facciano) e non dover lavare le stesse t-shirt 1000000volte!! io però ai libri cartacei non rinuncio…e generalmente rientro con la biblioteca arricchita…
    buone vacaaaaaanzeeee!!!

    • nota a margine: sto chiudendo le valigie e alla fine il cartaceo ha preso il sopravvento… mi sa che ci faccio un post 🙂
      grazie e buone vacanze anche a te 🙂

  7. Non sono mai stata in Grecia, ma spero di andarci presto. Anche noi preferiamo le vacanze in appartamento, quest’anno faremo una settimana tra la fine di luglio e i primi di agosto in provincia di Ravenna giusto per cambiare aria e andare un pò al mare. Anche io trovo la casa più pratica, basta sapersi organizzare. Ogni tanto si mangia fuori, ogni tanto cibo pronto, per una settimana si può fare e per il resto cucina il marito, e così diventa vacanza anche per me. Appartamenti piccoli, così c’è poco da pulire, piatti e bicchieri di plastica così laviamo solo pentole e posate, sarà poco ecologico, ma sinceramente è una buona soluzione, anche perchè andare in ferie con due figli adolescenti che pagano come due adulti in un hotel non è proprio alla mia portata…Buone vacanze.

    • grazie 🙂
      anche io sono della stessa politica: e’ una parentesi di vacanza e posso soprassedere sull’ipercontrollo del cibo e sull’ecologia. faccio tanto durante l’anno e ogni tanto mi posso concedere di inquinare un poco.

  8. Buone vacanze! Fai il pieno di riposo, sole, mare, tzaziki, eggplant salad, caffe-frappe a colazione e yogurt con il miele!
    Ma dimmi la verita’, per avere sempre lo smalto impeccabile ti porti in vacanza anche la zia polly?!?!
    E.

  9. Le isole della Grecia hanno un’atmosfera particolare, sono stata a Santorini e mi sono innamorata 🙂 goditela più che puoi!! Per me sarà forse l’ultima vacanza senza bambini (spero), vado in Sardegna che è altrettanto splendida e spero di fare una vera vacanza come dici tu 😉

    • allora un grosso in bocca al lupo e goditi questa dimensione, perche’ poi sara’ diverso… non dico peggio, eh? ma sicuramente MOLTO diverso 😉
      (io per esempio non ho avuto molta consapevolezza del “prima” finche’ non e’ subentrata la nostalgia. mi ci sarei voluta soffermare un pochino di piu’, ma pazienza!
      buona saregna!!!

  10. Buone vacanze, la Grecia, ovunque tu vada, è meravigliosa e ne ho molta nostalgia…
    Per il resto, d’accordo su tutto tranne la cucina: far da mangiare in vacanza mi piace molto, e – teorica anch’io dell’appartamento – soffro molto per la scarsità di attrezzatura che normalmente trovo. Infatti tendo a partire con i bauli, ma non di vestiti (a quello ci pensa la figlia adolescente), di casalinghi: mi ridono dietro tutti, ma io insisto 🙂

Trackbacks

  1. […] Caia ieri ha saggiamente parlato delle regole generali per passare belle vacanze al mare, io oggi colgo la palla al balzo e vi racconto i miei #maipiùsenza delle vacanze estive in […]

Parla alla tua mente

*