Come scegliere i solari

come-scegliere-i-solari

Abbiamo chiesto a ZiaPolly come scegliere i solari per avere un’abbronzatura perfetta ed ecco il suo GuestPost.

È finalmente arrivato il momento di comporre il nostro beauty case da spiaggia con nuovi solari e prodotti mirati! Se non lo avete già fatto, controllate la scadenza dei solari rimasti dall’anno scorso: di solito dopo l’apertura hanno una durata max di 12 mesi quindi non saranno più adatti da utilizzare al mare perché potrebbero non essere più efficaci nel proteggerci dal sole, ma potremo ugualmente usarli come creme corpo e viso nella routine quotidiana in modo da non dover gettare flaconi quasi pieni di prodotto!

Come scegliere i solari? Innanzitutto, come ben sappiamo, in base al fototipo di appartenenza:

  • fototipo 1: pelle chiarissima, capelli chiari, occhi chiari, abbronzatura quasi inesistente, scottature ed eritemi;
  • fototipo 2: pelle chiara, capelli biondo scuro o castano chiaro, occhi chiari o marrone chiaro, abbronzatura leggera scottature ed arrossamenti;
  • fototipo 3: pelle bruno-chiara, capelli e occhi di colore castano, abbronzatura dorata e omogenea, scottature solo dopo intense esposizioni al sole;
  • fototipo 4: pelle olivastra, capelli e occhi scuri, abbronzatura intensa, pelle poco sensibile;
  • fototipo 5: pelle bruno-olivastra, capelli castano scuro o neri, occhi scuri, abbronzatura molto intensa e pelle che raramente reagisce al sole negativamente;
  • fototipo 6: pelle nera, occhi e capelli neri, la pelle non cambia colore dopo l’esposizione al sole.

In base al nostro fototipo e quindi al modo di reagire al sole della nostra pelle, possiamo scegliere tra diversi fattori di protezione indicati sulle creme solari dalla dicitura SPF (sun protection factor). I prodotti solari saranno quindi così classificati:

  • spf 6 o inferiore: non può essere considerato un cosmetico solare protettivo;
  • spf 6-10: protezione bassa;
  • spf 15-20-25: protezione media;
  • spf 30-50: protezione alta;
  • spf 50+: protezione molto alta, un tempo denominati schermi totali, dicitura oggi non più utilizzabile in quanto nessun solare è in grado di schermare al 100% i raggi UV.

Il fattore di protezione di un solare ci proteggerà sia dai raggi UVA, responsabili del foto invecchiamento cutaneo perché penetrano in profondità nel derma, sia dai raggi UVB, capaci di donarci l’abbronzatura perché stimolano la melanina, ma responsabili di mutamenti cellulari e quindi di malattie della pelle.

Inoltre per scegliere un solare dobbiamo tenere in considerazione la meta delle nostre vacanze: al mare, in montagna, ai tropici, in campagna…ogni luogo è capace di amplificare la potenza dei raggi solari; per esempio al mare il riflesso dell’acqua e della sabbia aumentano il rischio di scottature, così come in montagna dove i raggi del sole sono più intensi a causa dell’altitudine.

Un altro fattore importante nella scelta dei cosmetici solari è la consistenza del prodotto: crema, latte, gel, olio; questo dipende soprattutto dalle nostre preferenze e dal tipo di pelle. In generale cerchiamo di preferire le creme per la zona del viso e del collo dato che hanno bisogno di una maggiore idratazione.

 

Mentre per il corpo possiamo optare per un prodotto in gel o latte perché è più facile da stendere ed è poco untuoso.

Per ottenere la protezione indicata sui cosmetici dobbiamo assicurarci di spalmarne la giusta quantità: per tutto il corpo la quantità indicata è pari a 6 cucchiaini da caffè, o più precisamente gli studi in laboratorio per le creme solari prevedono l’utilizzo di 2mg di prodotto per cm quadrato di pelle! Se avete una bilancina di precisione la potete portare con voi in spiaggia! ah ah ah!!! 🙂

Possiamo applicare il solare già prima di esporci al sole e ricordarci di ripetere l’operazione almeno ogni due ore anche se la confezione riporta la dicitura waterproof e noi non ci siamo fatte neanche una doccia; il calore e il sudore fanno evaporare e scivolare via il prodotto dopo qualche ora ecco perché è consigliabile ripetere con regolarità l’applicazione!

Voi avete già acquistato i prodotti per la spiaggia?

Il beauty case è pronto?

Commenti

  1. Oltre alla crema solare nel mio beauty non mancano mai uno stick specifico per le labbra e, in caso di mare, uno spray districante per i capelli.
    Ammetto che il tuo consiglio di usare i cosmetici scaduti come crema per il corpo non mi ha convinto del tutto perche secondo me i solari scaduti “puzzano” di alcool. C’e’ qualcosa di scientifico in questa mia esperienza o sono matta?!?!?! E.

    • Anche io utilizzo un lucidalabbra con spf e un latte idratante per capelli,sempre dotato di fattore di protezione! Per i capelli è indispensabile utilizzare prodotti specifici solari per non ritrovarci a fine stagione con della paglia in testa al posto dei capelli!!!

      • Per quanto riguarda i solari aperti da un po’ di mesi,a me sinceramente non è mai successo di sentire un odore strano;cerco di stare attenta a non utilizzarli al sole perché ho paura che, anche se non sono trascorsi 12 mesi dall’apertura, possano aver perso la loro capacità di proteggermi dai raggi uv!

  2. ottimissimo questo post, visto che in spiaggia (e non solo, come hai detto tu!) ci sono persone (anche genitori) assolutamente incoscienti: bambini anche piccolini al sole a qualsiasi ora, senza un copricapo adeguato, fuori e dentro l’acqua…e la crema non appare mai, solo merende e bibite di ogni tipo!!! va posta moltissima attenzione ai solari, per tutti i motivi indicati da te! io riciclo appunto i solari come idratanti, e faccio molta attenzione alle creme viso:ho notato molti benefici da quando utilizzo solari specifici!!! non solo x il colorito, ma soprattutto per l’elasticità e la compattezza a fine stagione!!!

    • Hai perfettamente ragione,in spiaggia si assiste a scene assurde di bambini esposti al sole nelle ore più calde senza protezioni adeguate!!!
      I solari di ultima generazione sono diventati dei veri e propri trattamenti di bellezza:bisogna approfittare quindi del tempo a disposizione in spiaggia e della nostra predisposizione a stare lì a “incremarci” tutte!arriveremo alla fine dell’estate con un viso piu giovane e luminoso e una silhouette rimodellata!!!

  3. Domandona: ho la pelle olivastra e abbronzata di mio, quindi non vorrei abbronzarmi ulteriormente perchè temo che il troppo colore indurisca i lineamenti.
    Che protezione usare? Al mare di solito uso quella +50 per bambini ma i risultati non mi entusiasmano.
    🙂 l’unica cosa divertente è che mi scambiano per indiana/araba!

    • Come ti invidio vara zu, a me scambiano per una mozzarells:-(

      • 🙂 pensa che a me piacerebbe essere pallida o appena dorata dal sole.
        Tra l’altro cromaticamente appartengo al fototipo scuro… ma mi scotto come se fossi chiara.
        Ho già dato il primo giro di spellatura dopo un fine settimana in montagna.
        Nessuna è mai contenta!

        Zu

        • Ciao Zu!scusa ma non ho capito bene:con la protezione 50+ non sei soddisfatta perché ti abbronzi comunque troppo?piu di quella non c’è niente!!!:) magari applica più volte la crema solare durante l’esposizione e cerca di coprire il viso con cappello ed occhiali!
          Per quanto riguarda il problema della spellatura è importante preparare la pelle al sole con una intensa esfoliazione, quindi vai con lo scrub 2-3 volte a settimana e poi idrata,idrata ed idrata!!!:)

          • Zia Polly: Forse come dici tu è proprio una questione di ri-applicazione.
            Proverò a spalmare il solare più volte o a scegliere una formulazione più resistente visto che faccio più volte il bagno in mare.
            Per il resto la mia pelle non è granchè preparata per il sole, idraterò merglio.

            Grazie per i preziosi consigli!

Parla alla tua mente

*