Vacanze in montagna: all’Alpe di Siusi con i bambini

montagna bimbi

Gente di mare, uò uò uò uò,
che se ne va, uò uò uò uò…

Nella mia visione ombelicocentrica da gente di mare, l’estate… è mare. L’idea di andare in montagna con due bambine, molto piccole per giunta – 1 anno la minuscola, 3 anni la maiuscola – mi spaventava assai.

E invece.
Signora mia, la montagna è molto meno impegnativa di una giornata al mare.
Innanzitutto la struttura della giornata è assai diversa: si esce alle 10 di mattina, si fa una passeggiata o una gita, si mangia in un rifugio, si ritorna indietro, a casa per merenda, un breve pisolino o un po’ di gioco, bagno-cena-letto, stanchi tutti come delle pere sciroppate. Se fai le ore centrali in giro in un posto di mare la sera sei una tempura di gamberi, altroché.

Eccovi un po’ di dritte per andare dove sono andata io, all’Alpe di Siusi, con i bambini.


Dormire

In genere io scelgo di stare in appartamento, coi bambini piccoli è sempre comodo avere una cucina a disposizione a tutte le ore. Anche all’Alpe sono stata in appartamento, all’interno di un residence però, quindi con ristorante all’interno e zona gioco per i bambini. C’era anche una zona gonfiabili a pagamento, provvidenziale il giorno che ha nevicato (ebbene sì, a luglio!). Ma qui sono talmente evoluti che secondo me potete azzardare anche una sistemazione in hotel.

L’unica cosa mi sento di consigliarvi vivamente: scegliete una sistemazione all’Alpe di Siusi, cioè già sull’altipiano. Siusi allo Sciliar, Castelrotto, Fiè, sono paesini carinissimi, ma sono ai piedi delle montagne, per salire (e poi per scendere) sull’altipiano dovete poi prendere l’ovovia sempre, perché il dislivello è enorme.
Attenzione anche alla scelta sull’altipiano, se scegliete di stare in un rifugio in alto e finite le sigar – ops – i pannolini…
A mio parere la scelta migliore è Compatch, i pochi negozi (un alimentari, un’edicola, qualche bar, la banca, e millemila negozi di sport) sono tutti lì, e da lì partono la maggior parte dei sentieri e dei mezzi (cavallo, seggiovia ma anche, banalmente, l’autobus).
Ecco qualche proposta di alloggio.

in-montagna-a-cavallo

Muoversi

Sull’altipiano non possono circolare le automobili dalle 9 alle 5. Tenetene conto per pianificare arrivi e partenze. Il modo migliore per muoversi sono i propri piedi. Lasciate pure a casa il passeggino fighetto dell’inglesina e noleggiate un passeggino da trekking in uno dei millemila negozi di sport. Hanno ruote da carrarmato e il freno, adesso ho capito a cosa serve. Si possono noleggiare anche gli zaini portabimbo, fate conto che poi ve lo dovete portare sempre sulle spalle però, nevvero? Il costo dei noleggi è di 7/10 euro al giorno. Se avete un minuscolo come me, va benissimo anche il marsupio o il mei tai (come me).

sasso-lungo-sasso-piatto


Mangiare

L’Alpe è un posto attrezzato per famiglie con bimbi: viaggiate leggeri, portatevi qualche cambio in più ma lasciate a casa seggioloni, scaldabiberon e fasciatoi. Credo che il Trentino alzi notevolmente la media di seggioloni per abitante, non ho visto rifugio, ristorante o albergo che non ne avesse una decina. Nei bagni ci sono sempre i fasciatoi, spesso in spazi comuni per permettere anche ai papà di svolgere la delicata funzione. I menu contengono sempre proposte adatte ai bimbi, con indicazioni anche di cibi gluten free. In genere si mangia all’aperto, su grandi tavoloni in legno, spesso condividendoli con altre famiglie. I bambini si mescolano, vanno a giocare nei bellissimi parchetti lì di fronte, e voi siete liberi di scofanarvi wurstel, canederli, gulash, strudel e kaiserschmarren come se non ci fosse un domani (tanto poi si cammina e si brucia tutto).

piatti-tipici-sud-tirol
Cosa fare

Giocare respirare camminare mangiare respirare dormire respirare (ma anche correre, nuotare, cavalcare, addirittura volare!). Senza bisogno di fare il sentiero per il Bolzano – ma se siete senza figli fatelo!!!! – ci sono tantissime escursioni che si possono fare tranquillamente con i bambini, alcune sono proprio pensate appositamente. Il bello dell’altipiano: fare percorsi da collina, ma a 2000 metri.
La mia preferita? Alle sorgenti delle streghe, vicino al rifugio Tirler (dove si mangia daddìo). Si può fare addirittura una settimana con le streghe (tutte in coro: questo bimbo a chi lo doooo), o le visite ai masi.

sentiero-per-bambini-alpe-di-siusi

Come vestirsi

Beh, questo magari ve lo racconto in un altro post…

Qui trovate tutte le info utili.

 

Vi tento? Io per quest’anno ho già dato, ma l’anno prossimo potremmo organizzare un bel trashic-raduno all’Alpe di Siusi. Chi viene?

 

Commenti

  1. Da quando ho fatto una vacanza al mare con il mio piccolo all’epoca di 8 mesi che gattonava sulla sabbia a velocità formidabile (mai stata seduta in spiaggia), ho detto addio al mare e mi sono abbonata all’Alto Adige.
    Condivido tutto e mi permetto di aggiungere che in montagna si dorme meglio (con il piumone) e che i bambini mangiano come lupi ( i miei al mare erano sempre inappetenti causa eccessivo frollamento).

    Mi permetto di consigliare l’Alta Val Badia nel cuore delle Dolomiti (paesaggi mozzafiato e in più una grande capacità di accoglienza verso le famiglie)

    Unico neo della montagna è l’abbronzatura con i segni del calzino e della maglietta….Ma niente è perfetto si sa!

    • i piedi io li libero e li metto al sole appena arrivo ai rifugi… e vedo un sacco di gente in costume. La differenza fra noi e i locali poi saltava all’occhio, la mattina, con 10 gradi, noi con strati di felpe e giacche a vento, loro in maniche corte e sandali.

      • Io faccio gite molto lunghe…e quindi non riesco a riequilibrare l’abbronzatura. L’unica forse è girare coperti e tornare uniformemente palliducci…..

        E poi diciamo anche quanto è figo l’abbigliamento tecnico da montagna….io mi incanto di fronte ai negozi extralusso di sport…..

        E le meraviglie dell’estetica altoatesina (tipo bagni di fieno)??

        • infatti l’abbigliamento tecnico da montagna è coolissimo (gulp), per questo meditavo un post… ho visto cosine carine anche a prezzi abbordabili.
          E devo dire che i pantaloni da trekking mi stavano bene. stranamente.
          I bagni di fieno non li ho mai provati, tu sì?

  2. dopo un weekend passato in piscina perchè la temperatura della spiaggia era da incubo (e quella del mare era la stessa del minestrone appena bollito)………mi sento di dire W LA MONTAGNAAAAAAA
    io adoro l’Alto Adige e vorrei potermi trasferire dalle parti di Vipiteno………..

    • A Vipiteno ci andrei anche solo per lo yogurth!
      E vogliamo parlare dell’abbronzatura sana e dorata della montagna?
      Dell’aria tersa, niente afa, acque fresche?
      Della gioia di mangiarsi una bela zuppetta calda in estate?
      Della gioia di sfonnarse de cibo e smaltire tutto all’istante?
      W LA MONTAGNAAAAAA

      • ah lo yogurth! mitico Sterzing!!!
        e se d’estate il freschino ti predispone a grandi magnate…..d’inverno ci pensano i 9 km di pista di slittino (meravigliosaaaaaaa) a farti venir fame!
        w lo speck!
        (beh, intanto qui sta piovendo, chissà se è successo perchè abbiamo evocato le montagne….)

        • E la pasticceria in centro a Vipiteno? Non ricordo il nome, ma è quella con le torte spettacolari in vetrina… Sottoscrivo in pieno: dopo anni in Alto Adige, quest’anno mare in Toscana. Fa un caldo bestia e siamo qui a boccheggiare. Il prossimo anno: Val pusteria!!

  3. Ah, la “mia” Alpe! Bellissimo post, se posso aggiungo due cosette. L’Alpe è un parco naturale, quindi non si possono raccogliere fiori e soprattutto… non ci sono in giro cassonetti e cestini! Occhio quindi a partire per le gite organizzati, che il pannolino fetente nello zaino è un problema mica da poco. Quanto al Bolzano, perché no? Certo non con un neonato né partendo alle dieci della mattina, ma i miei la prima volta l’han fatto a sei anni… è vero che sono montanari ad honorem, però dai, è una gita così bella 🙂

    • Il pannolino fetente nello zaino mi manca, per fortuna le mie si esprimono sempre dopo mangiato, quindi per lo più nei rifugi. 😀
      Il Bolzano con la minuscola nel mei tai e la treenne – dove?- no, grazie. Ne riparliamo fra qualche anno allora…
      Però che meraviglia di posto! il wustel più grande e più gustoso e più guadagnato che io abbia mai mangiato!
      Quindi anche tu ci vai? Chissà, magari ci vediamo l’anno prossimo!

      • Oppure quest’inverno. .. è il posto perfetto per le famiglie, tutta al sole, piste facili e quasi totale assenza di scalmanati sugli sci. Noi però facciamo base “sotto” perché su non è esattamente economico purtroppo 🙁

        • L’inverno ancora mi manca, ma spero riusciremo ad andare presto. Io poi non vado in montagna in inverno da quando avevo 12 anni… l’altro ieri praticamente!
          Io prendo un monolocale in subaffitto al condominio scilliar, e il prezzo è decisamente abbordabile, forse perché finora sono sempre andata in bassa stagione. Ho visto comunque che anche nelle proposte nel link che ho messo i prezzi non erano altissimi, no?

  4. aspirantemamma

    ci siamo stati con Anna minuscola, ma eravamo di base a Ortisei, quindi una gita di un giorno…ma che posto meraviglioso…

    • aspirantemamma

      e comunque, concordo: la montagna con i bambini è uno scherzo rispetto al mare. Io faccio tanto mare perché i miei hanno la casa, ma quando possiamo una settimanella estiva sui monti ci sta sempre!

      • Idem. Io già abito vicino al mare, in più mia madre ha pure una casa vicino alla spiaggia, che fai, la schifi?
        Io ho fatto il contrario, base all’Alpe e gita di un giorno a Ortisei, Santa Cristina, Selva e paraggi.

  5. il maritino ama il mare alla follia, io pure.
    ma in montagna c’è sempre stata la casa dei nonni (ora di genitori e zii), in cui poter fare pausa anche solo il fine settimana. io lì ho un sacco di ricordi fantastici, tra scorribande coi cugini e feste di paese !! ogni volta che si può (raramente, visto che lavoriamo spesso anche nei weekend…) ci si fa una puntatina ed è la fine del mondo!
    consiglio a tutti almeno di provarlo, è proprio un altro mondo!!

    • Infatti io ho snobbato la cosa fino a pochi anni fa, convinta di essere una “mare e niente più”. Quando il mio compagno ha saputo della possibilità di affittare questo monolocale (è delle cugine di mia madre) mi ha convinta a provare: mi sono ricreduta! Quanti anni ho sprecato!

  6. Tutto bellissimo, ma…solo io penso che i prezzi anche per solo appartamento siano altini? Almeno quelli dal sito segnalato…

  7. Oh ma siete troppo avanti mamme!! Io non lo sono ancora ma i vostri consigli mi torneranno sicuramente utili un domani :-). Io adoro il mare ma…. W la montagna d’estate!!! P.s. Non so se è un’impressione ma a me la montagna sembra anche più”pulita” rispetto al mare, il che mi sembra ideale x i bimbi.

    • Carissima se non sei ancora mamma vacci subitooooooooo.
      Ci sono un paio di sentieri che puoi fare solo con bambini grandicelli o senza-bambini che sono meravigliosi. Vai vai vai!
      Se per più pulita intendi come si riducono i bambini a sera, decisamente sì. Al massimo un paio di fiori fra i capelli. Qualche cacca di cavallo qua e là, ogni tanto.
      Mica delle polpette di sudore e sabbia come al mare (oddio, io amavo tanto il mare una volta!!!).

      • Ho già prenotato x la Sardegna…ma sicuramente ci andrò prossimamente!! Più pulita perché ci sono meno rifiuti in giro che sulle spiagge e anche gli alberghi (l’anno scorso in Sicilia c’era la spazzatura ovunque, uno spettacolo!!) ma anche i paesi e gli alberghi sembrano più ordinati…

  8. Le vacanze sono belle ovunque, ma io per le vacanze in montagna ho un debole!
    Sono vacanze ricche di stimoli e di avventure per i bambini, permettono attività varie e non ripetitive.
    W la montagna, sempre!
    E.

  9. Un post davvero utilissimo! Lo metto da parte per l’anno prossimo. Noi una settimana al mare ce la siamo già fatta, un massacro con un bimbo di quasi 3 anni e due gemelli di 5 mesi. Giusto perché ci ospitavano…
    Posso farti un paio di domande? quanto costa noleggiare un passeggino da trekking? e per caso ne hai visti anche doppi? è una curiosità.
    Altra cosa: è molto cara la vita? intendo le spese extra-alloggio: mangiare, ingressi ai parchi, attività particolari…Perché l’unica cosa che ancora ci frena è il timore di farci spennare 🙂
    Grazie comunque delle informazioni!

    • Ciao Laura, il passeggino da trekking l’ho pagato mi sembra 8 o 9 euro al giorno. Più lo tieni più il prezzo cala. Lo zaino 2 anni fa lo pagai 7 euro, sempre a calare a seconda dei giorni. Nel negozio dove sono andata io di doppi non ne avevano, l’avevo chiesto anche io, ma forse negli altri negozi sì. Ho visto di sicuro nel negozio di fronte che ne avevano uno simile a quelli che si vedono in giro trainati dalle bici, presente? delle capannotte, tipo tende, col seggiolino dentro. mmmh, non mi so spiegare. Ecco, delle cose tipo queste: http://www.bergwaerts.at/uploads/pics/buggy_set.jpg
      La vita extra è abbastanza cara, ma in realtà di extra io avevo solo un pasto al giorno, la sera in appartamento insalatona per gli adulti, minestrina per le bimbe. L’altipiano è tutto un parco naturale, non si paga per entrare da nessuna parte. Paghi al massimo i trasporti, l’autobus è economico, la seggiovia un pelo meno, il cavallo è carissimo (siamo sui 70 euro per una gitarella di mezz’ora). Per il pranzo noi spendavamo sui 70 euro (due piatti unici, un piatto di pasta in bianco, un dolce, bevande e gelato, più o meno).
      Le attività con i bambini a pagamento le trovi nel link sopra, con tanto di prezzi, se le vuoi fare bene, ma ti assicuro che i bambini se la passano bene anche a giocare gratis 😀

  10. Mi associo a voi, mamme amanti della montagna!
    Dopo una novantina di giorni di mare (eh sì, io abito a Cesenatico, a 300 metri dal mare, e i nonni portano i bimbi a spiaggia tutte le mattine, dal lunedì al venerdì, mentre io ed il mio compagno li portiamo nel week-end), i miei piccoli stanno – finalmente! per farsi la loro settimana di montagna! Quest’anno destinazione nuova: valle dello Stubai, Austria! Non vediamo l’ora!

  11. Salve,ho un bambino che ad agosto farà 4 mesi,siccome c piace molto la montagna e non il mare,stiamo guardando qualcosa da fare con lui ad agosto…e’ fattibile?o e troppoo picolo per quanto riguarda le altitudini? Cosa mi consigliate?

    • Ciao Monica. Se ti piace la montagna all’Alpe di Siusi troverai il paradiso. Per quel che riguarda l’età magari chiedi al tuo pediatra, io posso dirti quello che disse il mio a me: non è un problema di altitudine ma di sbalzi fra le altitudini. Basta un po’ di accortezza a salire (fare “tappe” per dargli il tempo di compensare, dargli il ciuccio o una gomma da masticare, ecc), poi una volta che sei là fai attenzione quando prendi seggiovie o simili, ma se cammini non c’è problema. Io ho visto tanti bimbi piccoli e anche neonati, e stavano tutti benissimo (e ti credo). La zona è attrezzata molto bene con tutto quello che ti può servire. Quando sono così piccoli poi le esigenze sono anche poche e in più puoi portarli “addosso” senza grandi sforzi. Hai una fascia o un mei tai?
      Se ti servono altre informazioni e ti possiamo aiutare siamo qui.

  12. Si,ho un marsupio e una fascia.li all alle di siusi che altitudine e?e quale zona del trentino sarebbe? Grazie per le info

Parla alla tua mente

*