Arredamento salotto: dal design al country chic

arredamento-salotto-soggiorno

La sala non è solo relax su un comodo divano, ma anche una delle stanze con più esigenze di “contenimento” della casa. Piatti, bicchieri, il servizio “buono”, e poi CD, DVD, libri, riviste, soprammobili…: quante cose ci sono nelle nostre sale?

Quindi per non vivere nel regno del caos abbiamo bisogno di mobili che nascondano quel che non si deve vedere e mettano in bella mostra le cose che meritano di essere ammirate. Sì, in sostanza scegliere i mobili per la sala è come scegliere un bel vestito che deve valorizzare i nostri pregi e mimetizzare i difetti.

Vediamo dunque come può essere arredata una sala. Partiamo da uno stile moderno che ben si adatta a molte delle nostre case:

 

Partiamo con un progetto decisamente particolare: Mistral di Carpanelli. Sinuosa come il vento di cui porta il nome, non sacrifica la funzionalità all’estetica: infatti è capiente, ben attrezzata internamente e con un comodo cassetto.

Però sapete che qui a Traschic ci piace il recupero di oggetti e materiali, quindi vi proponiamo anche due soluzioni innovative che vanno in questa direzione: Krattenkast di Lensvelt e Mattoni di Caporaso.

Il primo di questi due mobili è fatto in cassette da frutta in plastica colorata, rigorosamente di seconda mano. L’abbinamento al telaio in acciaio verniciato ne fanno un articolo di design industriale davvero particolare.

Mattoni invece è disponibile in legno, ma la sua vera vocazione è il cartone riciclato. Sono moduli singoli, autoportanti, dotati, volendo, di un perno attorno a cui creare giochi di angolazioni variabili. La personalizzazione è garantita sia dalla nostra fantasia compositiva che dalla possibilità di variare i pannelli frontali e posteriori dei moduli.

L’ultima proposta di arredo moderno ricalca maggiormente gli stili a cui siamo abituati. Si tratta di un soggiorno laccato bianco di Giannini Arreda. Lineare, semplice ma di grande effetto con pensili capienti e ben organizzati.

Se volete alcuni consigli di stile da una designer di interni d’eccezione potete rivolgervi a Dalia di Mammachecasa. Ha anche un ottimo servizio “L’architetto risponde”.

Ma se siete tipi più classici e lo stile moderno non vi appartiene?

Il mio consiglio è di valutare due stili che vanno alla grande in questo periodo: il country e lo shabby-chic.

Simili ma uno un po’ più lineare e rustico dell’altro, si prestano bene per accontentare chi non ama l’arredamento contemporaneo ma non ha nemmeno voglia di mettersi in casa il classico mobile in noce scuro e magari un po’ pesante.

Sia i mobili country sia quelli shabby-chic sono infatti chiari e luminosi e anche se presentano dettagli a volte molto lavorati, questa loro luminosità li riempie di leggerezza. Ecco qualche idea:

 

Partiamo con una credenza shabby-country-chic in legno decapè di Les Artes Antiques che ricorda i vecchi mobili da negozio anni’40 (i miei nonni ne avevano uno molto simile nel loro negozio aperto nel primo dopoguerra). Io la trovo deliziosa!

Più tradizionale e adatta a stanze ampie la credenza a doppio corpo di My Artistics. Questo mobile dovrebbe appassionare le fanatiche dei cassettini come me 😉

Facilmente reperibili i mobili di Maison du Monde che rispecchiano molto bene lo stile di cui parliamo. In questo caso scegliamo un bianco con una punta di rosso per ravvivare l’ambiente senza togliere luminosità.

Infine un mobile di Arredamenti Diotti dalle forme classiche, che ricordano quelli che siamo abituati a vedere nelle case delle nostre nonne, ma che essendo declinato in un color crema molto delicato cambia completamente veste.

Anche per chi ama questo tipo di arredamento ho da consigliare un ottimo blog da seguire: Shabby Chic Interiors di Sarah Tognetti. Sarah organizza anche corsi di tecnica shabby chic e lavori di restauro su commissione. Ho frequentato uno dei suoi corsi il 13 maggio ed è stato bellissimo!

Visto che amo molto questo stile vi lascio i link ad altri due blog (dei millemila che seguo in materia!) ad alto rischio di dipendenza: Think Shabby (con negozio di mobili e accessori annesso…nascondete la carta di credito!) e La vita in hobby, il blog della mia amica Laura Zanni che è bravissima sia come restauratrice sia come blogger sia come insegnante.

E il vostro stile com’è? Futuristico o d’altri tempi?

Parla alla tua mente

*