Come scegliere il profumo

 come-scegliere-il-profumo-donna

Mettetevi comode e leggete cosa mi ha scritto ZiaPolly in seguito alla mia ipotesi di cambiare profumo: come sceglierlo?


Non so voi ma io adoro i profumi!!! Ci vado matta! Profumi per il corpo, per la casa, per la biancheria, profumi della natura… avrò un olfatto molto sviluppato, tanto che a casa mi hanno soprannominata “cane da tartufo”, ma riesco a notare subito il nuovo profumo indossato da una amica, il nuovo detersivo usato per il bucato…

Ed è per questo che oggi vorrei parlarvi di profumi e di come scegliere la fraganza giusta a seconda della stagione e delle caratteristiche personali!

La prima cosa importante nella scelta di un profumo è il periodo dell’anno: un profumo fresco, agrumato e pieno di note fruttate sarà indicato soprattutto per l’estate e la primavera, stagioni in cui le temperature afose e l’eccessiva sudorazione, ci porteranno a ricercare un prodotto meno alcolico e più fresco che sappia regalarci un leggero tocco profumato e la sensazione di pelle idratata e leggera; l’autunno e l’inverno ci porteranno invece, in maniera naturale, a preferire note più dolci e decise come l’ambra, il sandalo, le spezie, proprio a causa delle temperature più rigide e della sensazione di freddo.

Inoltre un fattore da non sottovalutare è la percentuale di essenza contenuta nel nostro “prodotto profumato” che li classificherà così:
– essenza tra 1-3%: eau de cologne;
– essenza tra 4-8%: eau de toilette;
– essenza tra 9-14%: eau de parfum;
– essenza tra 15-50%: parfum.

La tendenza sarà quella di preferire le alte concentrazioni durante i mesi invernali perché vogliamo un profumo duraturo in grado di deodorare anche i nostri capi invernali fatti di tessuti più pesanti e avvolgenti; mentre d’estate sceglieremo dei prodotti con basse concentrazioni per non avere un odore insistente e pesante alterato dal caldo e dal sudore.

Ogni profumo è caratterizzato da un mix di essenze e profumi divise in:

  • note di testa: sono quelle che percepiamo subito dopo aver spruzzato il profumo e sono leggere e fresche, infatti svaniscono in pochi minuti;
  • note di cuore: sono quelle che riusciamo a sentire dopo qualche minuto dall’applicazione, perché hanno bisogno di un po’ di calore del nostro corpo per essere percepite;
  • note di fondo: sono quelle più profonde e persistenti e le riusciamo a percepire almeno dopo mezz’ora.

Quando tutte queste tre note si fondono tra loro, allora possiamo avvertire veramente il “sapore” del nostro profumo.

Ed è per questo che mai e poi mai io comprerò un profumo dopo averlo testato pochi minuti in profumeria! Ho bisogno dei miei tempi: devo avere il tempo di capire come reagisce sulla mia pelle, anche dopo molte ore dall’applicazione, devo testarlo in diversi momenti della giornata (un profumo troppo intenso potrebbe infastidirmi al mattino quando siamo più sensibili agli odori e ai sapori)… insomma, ho assolutamente bisogno di un campioncino, o meglio due! 🙂

Inoltre a seconda del tipo di pelle, avremo bisogno di una concentrazione differente: le pelli secche preferiranno eau de parfum e parfum, proprio perché assorbono qualsiasi cosa venga messa sopra, quindi hanno bisogno di prodotti più concentrati affinchè il profumo possa essere percepito per almeno qualche ora; mentre le pelli normali o grasse sceglieranno concentrazioni più basse come eau de toilette e acque profumate.

Io (dopo qualche anno di duro lavoro :P) ho trovato i miei profumi preferiti per tutte le stagioni!

Il profumo è assolutamente una questione non personale, di più! Quello che piace a me, può infastidire e non piacere ad un’altra persona! L’importante è trovare la propria fraganza, quella che riusciamo ad indossare meglio! Sì, anche il profumo secondo me si indossa! Una donna può riuscire ad usare un profumo intenso, che si fa notare, senza risultare volgare e inopportuna; mentre un’altra persona si sentirebbe a disagio con un profumo così “importante” e sarà lei la prima a non accettarsi e di conseguenza apparire inappropriata anche agli altri!

I miei profumi preferiti per la primavera e l’estate sono due, che esistono ormai da anni. (Ah, sì dimenticavo: il profumo non deve seguire la moda, non dobbiamo farci abbindolare da una pubblicità, da un bel packaging, o dalla modella che lo indossa! Su di noi potrebbe fare pietà!!!)
Dicevamo:

  1. Elizabeth Arden green tea, acqua di profumo: una raffinata miscela di fresche note agrumate e muschio di quercia;
  2. Versace Versense, eau de toilette: una elegante composizione aromatica di giglio, gelsomino, cardamomo e mandarino verde, accentuata dalla note fresche di fichi d’india, olivo e cedro.

Mentre i miei profumi invernali sono:

  1. Narciso Rodriguez For Her, eau de parfum: un orientale aroma di muschio egiziano unito alla dolcezza del miele e della vaniglia;
  2. Chanel Coco Mademoiselle, eau de parfum: radiose note di arancio, pompelmo e bergamotto unite alla dolcezza del gelsomino e della rosa.

Ragazze questi sono i risultati di anni e anni di ricerche e di test! Ma sono sempre pronta a cambiare e a provare nuovi profumi!

Voi usate sempre lo stesso profumo per anni o cambiate frequentemente?

Quali sono i vostri preferiti?

Un bacio profumato a tutte! 🙂

ZiaPolly

Commenti

  1. Ciao!
    Io sono di un noioso che piu’ noioso non si puo’.
    Non mi fanno impazzire in genere, anche perche’ soffrendo di emicrania, spesso un profumo troppo orte e penetrante (anche indossato da altri), me la fa scatenare.
    Percio’. Il mio preferito, estate e inverno, anno dopo anno e’ la Violetta di Parma, specialmente nella versione vintage, una formulazione rimasta molto imile a quella di tanti anni fa. Ho n ricordo bellissimo della prima volta che hoprovato questo profumo. Mia zia ne aveva una boccetta, ovale, di porcellana con il tappino da svitare e tutte le viole sopra. Insomma e’ piu’ di un profumo per me,e’ un ricordo, una sensazione, una carezza. Quello che ho usato in tanti momenti importanti della ia vita, se potessi scegliere sarebbe l’odore costante della mia pelle.

    • Questo non lo conosco,mi manca!:) provvedo subito a recuperare e lo andrò a sentire il prima possibile!
      Comunque hai ragione:i profumi sono legati a dei momenti della nostra vita, a delle persone ed è bello potersene ricordare grazie ad una fragranza!

  2. A me il profumo piace moltissimo ma lo uso con molta parsimonia perchè detesto gli odori troppo invadenti e persistenti.
    In autunno e inverno indosso tutte le mattine una goccia di Aromatics Elixir di Clinique:per me è IL Profumo, non ne posso fare a meno! L’inconfondibile fragranza cipriata è molto calda e avvolgente (basta una goccia e ti accompagna dolcemente fino a sera)e non lascia indifferenti: o la ami o la odi. Io la adoro!
    In estate invece preferisco usare una crema profumata. Quest’anno ho scoperto il bagnoschiuma e la crema per il corpo Fiore dell’Onda dell’Erbolario (la linea comprende anche l’acqua di profumo): ha una delicatissima fragranza marina, io la trovo irresistibile, sa di acqua di mare e di sale.
    Sempre d’estate, per le occasioni speciali mi piace molto un vecchio profumo che usava mia madre: Eau de Rochas, molto fresco e asperidato, ma di grande personalità!

    • Aromatic Elixir lo conosco, lo ha anche usato mia madre per un periodo e su di lei mi piaceva tantissimo! Ed è vero che una spruzzata riesce a durare per tutto il giorno non risultando invadente!Per me non lo trovo adatto, mi sembra forte su di me!
      Le linee dell’erbolario sono ottime,hanno tutte profumazioni gradevolissime e delicate! In estate già il solo utilizzo di creme profumate riesce a deodorarci abbastanza grazie al calore della pelle che esalta le fragranze! Anche io spesso opto solo per una crema profumata al posto del classico profumo!

  3. Io uso solo acqua di profumo: niente profumi ‘importanti’ o con alcool o troppo persistenti. Dopo poco mi danno alla testa, e mi sento male. Uso le acque profumate della Perlier, dell’Aquolina e soprattutto Erbolario. In base alla stagione, scelgo fragranze più o meno fruttate. Ma abbino il profumo anche ai vestiti. Sono pazza, lo so. Per esempio se ho un cardigan viola, metto il profumo alla mora. Se indosso qualcosa di rosso, ho il profumo alla fragola.

    • Devo ammettere che questo non l’ho mai fatto: abbinare il profumo al colore dei vestiti! Però mi sembra davvero una bella trovata!:)
      Le acque profumate dell’erbolario le adoro anche io, in particolare frutto della passione!non so se l’avete mai provata!a me da la sensazione di un profumo di pulito!buonissimo!:)

  4. Io adoro le essenze agrumate, non sopporto i profumi sontuosi e sensuali.
    I miei preferiti: Primaverde de L’Erbolario e L’acqua della Felicità di Collistar. Danno una botta di vita non indifferente al mattino.
    Adesso sto puntando Verbena de l’Occitaine…passo, l’annuso e intanto medito l’acquisto.
    Che dici Zia Polly è una buona marca? vale il costo? E sono incerta da mesi su Ibisco de l’Erbolario.
    Mi sa che sono un po’ pazza anche io.

    • Ummmm, acqua della felicità di collistar, buonissima!!!l’ho usata anch’io un periodo!buona buona buona!e poi è veramente energizzante e vitaminica!ottima al risveglio!
      Sinceramente questa dell’Occitane non l’ho mai sentita!in generale ho utilizzato diversi prodotti alla Verbena e mi piace tantissimo la profumazione quindi io te la consiglio! Il prezzo inoltre non mi sembra esageratissimo,dovrebbe essere circa 45 euro per 100ml, ed è un eau de toilette quindi la concentrazione di essenza è abbastanza rilevante!certo in confronto alle acque dell’erbolario è più costosa però potrebbe valerne la pena per la fragranza particolare!:)

    • Ciao cara. Io uso l’Ibisco del L’Erbolario già da due anni e non mi sono stancata per niente, lo uso tutto l’anno…anche di sera dopo la doccia per andare a letto. Lo adoro! Bacione e buona giornata.

Trackbacks

  1. […] In effetti, vado anche oltre: abbino il profumo al colore dei vestiti. Lo dicevo qualche giorno fa a Caia: […]

Parla alla tua mente

*