Giochi educativi

giochi-educativi

Lo ammetto: sono sempre stata una secchiona. Anche da piccola, quando per giocare imitavo mia sorella, di cinque anni più grande, che faceva i compiti. Così spesso i miei genitori mi regalavano giochi “educativi” (sì, anche quando avrei voluto la piscina di Barbie deluxe!) e un po’ la mania mi è restata, complice anche una figlia che ha picchi di gioia interstellare quando giochiamo alla maestra (indovinate chi è che fa l’allieva? Sì bravi, io!).

Quindi oggi ho pensato di favi fare un tour nel mondo delle proposte didattiche per i bambini, così racimolo anche idee per i prossimi regali di Natale!

Partiamo con quattro bei prodotti di prescolastica:

1. Regoli in colore: ai nostri tempi (oddionoviprego! ditemi che non ho detto questa frase!)…ok, riproviamo: quando noi andavamo alle elementari i regoli in colore erano un indiscusso privilegio di chi già sapeva contare. Ora vengono proposti fin dalla scuola dell’infanzia e sono bellissimi secondo me!

2. Sapientino Junior Clementoni:  mamma mia quanto amavo il Sapientino! Me lo regalò mio zio e lo adoravo. L’ho usato fino a distruggere la parte elettronica e non vedo l’ora di regalarlo a Ida. Per imparare l’alfabeto, le prime parole, le associazioni logiche, colori e numeri.

3. Digilettere maiuscole: questa è una bellissima idea per insegnare ai più piccoli come si scrivono le lettere maiuscole. Seguendo le frecce col dito o con la matita arriverranno a capire movimenti e grafismi (realizzabile facilmente anche a casa 😉 )

4. Magnetic PC Quercetti: la mitica lavagna magnetica Quercetti, qui in versione Winnie The Pooh con card magnetiche dei personaggi. Un must to have dei giochi educativi.

Veniamo poi a una categoria di giochi utili dai 4 anni in avanti e che, se siete geek come me, i vostri figli apprezzeranno: i computer per bambini. Ve ne propongo 4 che possono coprire tutte le esigenze:

1. Kid Winnie The Pooh: è quello che abbiamo noi. Semplice ma completo si divide in lettere, numeri, forme, musica. Esercizi sempre più complessi aiutano i più piccoli (3-6 anni) a esercitarsi con lettere e parole, numeri e operazioni, geometrie, logica, suoni.

2. Mini Computer Hello Kitty (esiste anche al versione Cars): piccolo computer da viaggio con 11 attività su  lettere, parole e il primo inglese. Contiene anche giochi di logica. Adatto fra i 3 e i 7 anni.

3. Kid Gamma: dai 6 anni in su contiene esercizi su vocabolario e matematica per imparare lettere, vocali, ortografia, singolari e plurali, giochi per sviluppare la memoria, la logica, imparare a leggere l’orologio ed i giorni della settimana, giochi con le note, composizione di semplici motivi e ascolto di melodie. A questo si aggiungono  20 attività di lingua (10 in inglese e 10 in spagnolo) e la possibilità, inserendo la speciale penna, di accedere alla modalità Brain Trainer con la possibilità di registrare e migliorare i propri record.

4. Computer Kid Chrome: quasi un vero computer! Questo se Ida lo scopre sono finita…chi la convince che è per bambini fra i 7 e i 10 anni?!?! La mia nana pensa di essere abbastanza grande per fare TUTTO e con la sua passione per i documentari non resisterebbe alla possibilità di scoprire i luoghi più belli del mondo, giocare con i vocaboli, la grammatica, la matematica (“Io so fare le SCIomme!”) e divertirsi con i trucchi di logica e memoria. E come se non bastasse questo mini-notebook ha la rubrica e l’agenda! Decisamente troppo avantiiiiiiiiiiii! Viene voglia di giocarci a me! 😉

Un’altra serie di giochi che non vedo l’ora di fare con mia figlia sono quelli scientifici. Io sono una “donna di scienza” (muahahahah! ok, limitiamoci…smettete di sganasciarvi!) e da piccola sono stata l’unica privilegiata della mia classe a possedere il Piccolo Chimico (versione low cost ovviamente!).

Quindi guadate cosa vi ho scovato!

1. Sistema solare dotato di illuminazione2. Stazione meteorologica: con una bottiglia di plastica riciclata si può costruire una vera stazione meteorologica con tanto di mini-serra! La voglio!!!

3. Orto del futuro con gel trasparente invece di terra, capsule spaziali e tutto quello che serve per coltivare… da marziani.

4. Casa ecologica funzionante con pannello solare termico, fotovoltaico e tutto il necessario. Voglio anche questa!

Insomma, come sempre penso che la scuola non debba per forza essere una cosa noiosa e “distante” dalla vita dei nostri figli.

Se al dovere affianchiamo il piacere dell’imparare e il divertimento dello sperimentare, la scuola sarà una grande amica.

Commenti

  1. La casa ecologica è una cosa pazzesca!! Ce l’abbiamo (il nonno è più bambino dei nipoti: l’ha regalata e poi l’ha costruita lui…) ed è un gioiellino: fibra ottica, pannellini solari…molto simpatica!!

  2. Questi giochi rimangono i migliori in assoluto.

Trackbacks

  1. […] invece preferite i giocattoli educativi, allora potete leggere i consigli che ho lasciato su Trashic o andare a riprendere il post che vi proponemmo qui sulle app di […]

Parla alla tua mente

*