Come rinnovare una borsa

 come-rinnovare-una-borsa

Vi racconto la storia di questa borsa, una novità del mio guardaroba che già amo alla follia.

Era da un po’ che avevo voglia di una borsa a secchiello, ma dopo l’ultimo acquisto importante, mi ero data lo stop di un anno.  Almeno per una borsa a tre cifre. Cioè, insomma, lo stop era totale perché se pure fossi stata pronta a spendere venti euro in una borsa mi sono promessa di accantonarle in previsione della prossima “importante”.

Lo so che sembrano folli tutte queste elucubrazioni, ma non ho mai paventato di essere normale, prendetemi per quella che sono 😉

come-rinnovare-una-borsa

Tornando a noi, l’occasione è arrivata Sabato mattina, quando mi sono concessa una breve gironzolata con mia madre a un mercatino e fra borse taroccate e affari che ho fatto fare a lei col mio occhio di lince* e la mia mano lesta**, ho visto questo secchiello, di pelle morbidissima a stampa cocco, di un vinaccia scurissimo, quasi un mogano. In perfette condizioni, con manici e tracolla, praticamente i miei desideri diventati borsa. E a un prezzo veramente basso.

È proprio vero che la fortuna aiuta i pazienti.

Nonostante questi inaspettato incontro, non era ancora venuto il nostro momento e dopo varie crisi di coscienza nonostante il costo ridicolo, ho convinto mia madre a prenderla per sé.

Poi la mamma è partita e non avendo posto in valigia, ha fatto il fatale errore di lasciarmela in custodia.

Varie agitate riflessioni dopo, passata una notte turbolenta e insonne a causa dell’influenza del mio piccolo, avevo proprio bisogno di una gratificazione e non c’è stato bisogno neppure di troppe moine, mia madre mi conosce bene.

L’unico inconveniente risiedeva nel laccio di cuoio con cui era tenuta chiusa la borsa, che secondo me la sciupava terribilmente.

Ed ecco la seconda illuminazione: ho aperto la scatola delle cravatte di mio padre che conservo gelosamente in attesa di brillanti idee su come utilizzare quelle meravigliose sete, e ho scelto questa fantasia per sigillare l’originalità della mia borsa un po’ nuova, un po’ vecchia, ma sicuramente unica.

*prima della qualità della merce sui banchi del mercato guardate le acquirenti. Se ci sono delle orientali, state certe che farete affari

** ovviamente gli affari li farete se sarete più rapide delle suddette orientali 😉

Commenti

  1. Leggendo secchiello, pensavo a quelle borse che andavano negli anni 80-90 e che non rimpiango per niente perchè le trovavo scomodissime: la tracolla in genere era sempre troppo lunga per portare il secchiello a spalla e troppo corta per portarlo a bandoliera. Questo secchiello che hai scovato invece ha la “furbata” del doppio manico per portarlo sul braccio oltre che a spalla!
    Molto carina l’idea della cravatta usata come laccio. Oltretutto, potrai sempre rinnovare la borsa cambiando cravatta…
    P.S. In quale mercatino l’hai trovata? Ti invidio proprio… io ai mercatini dell’usato non trovo mai nulla, sono proprio negata!

    • stamattina ho fatto un fiocco invece del nodo da cravatta e gia’ sembra diversa… 🙂
      comunque come detto a zu l’ho presa a via sannio, dove ci trovo sempre cosette carine, ma nei mercatini bisogna riuscire ad andare spesso, anche un quarto d’ora per dare un’occhiata, ma almeno una volta a settimana.
      poi bisogna farsi amici i venditori per sapere quando scaricano cose nuove e andare nei giorni giusti.
      infine avere occhio, essere leste e non farsi abbindolare dai prezzi bassi: aggiungi sempre uno zero e rifletti: lo comprerei o almeno sarei tentata di comprarla se avesse uno zero in piu? se si vai, e’ amore, altrimenti vuol dire che e’ robaccia che metterai mezza volta e giacera’ nell’armadio.
      poi considera sempre che devi aggiungere il costo di un passaggio in lavanderia o lavaggio specializzato o addirittura sarta.

      • Molti mi dicono che a via sannio, oltre a tanta paccottiglia, si trovano cose interessanti ma io abito troppo lontano per diventare una habituè e sapermi muovere bene.
        Comprare ai mercatini è un’arte… e io non ho sufficiente costanza e pazienza!

        • la paccottiglia effettivamente e’ tanta, un sacco di roba cinese e contraffatta, pero’ nella parte dell’usato ci sono un paio di banchi interessanti. c’e’ anche una signora che ha colli di pelliccia e chi vende cashmere e jeans. insomma, bisogna avere l’occhio allenato.
          ho anche scovato un cappottino LV originale di pelliccia di mongolia stupendo. il prezzo era interessantissimo, ma visto che le pellicce non mi mancano e che quella era veramente “particolare” ho desistito, cmq sabato era ancora la’. 😉

  2. Il colore è tra i miei preferiti, la tracolla è indispensabile, i manici comodissimi…la cravatta è una genialata!!! Bellissima soluzione!

  3. Ma…ma….ma…è fantastica! Lancerai una nuova moda.

    Mi unisco al coro che vuole il nome del mercatino…sarà mica Porta Portese?

  4. …a due passi da casa mia! Caia, siamo vicine di casa! 😀

  5. Definirei “diabolica” (in senso positivo, ovviamente!) la complicità tra madre e figlia, che meraviglia!
    E complimenti per la creatività!
    e.

  6. geniale l’idea del rinnovamento “vintage”
    😀
    sul secchiello invece (grazie a Dio) non ti seguo, perchè è una forma che proprio non mi è mai andata giù nemmeno negli anni ’80-’90.
    il secchiello era La Borsa dei miei anni di università, all’epoca era di super moda….ne rubavo occasionalmente uno a mia madre, ma non mi ha mai convinta.
    ora si riusano e- per una volta – sono felice di non guardarli con desiderio!
    😀

    • non lo dire troppo presto.
      e’ vero che io ero troppo piccoletta e avevo ancora in spalla la borsa naj oleari a fiorellini rosa per aver stufato la borsa all’epoca, ma il bombardamento che a breve avrai potrebbe farti tornare sull’argomento. ahahha
      tra l’altro la noe grande in pelle epi, magari vintage, per me resta una delle borse del desiderio di tutti i tempi <3

  7. stupendo questo post! anche io sono una “mano lesta” e mi piace gironzolare per i mercati dove “scovo” sempre cose carine a basso prezzo. Le mie amiche dicono che ho occhio e fortuna!
    E’ meraviglioso trovare delle occasioni, valgono più di 1000 coccole!

    • se avessi il tempo farei solo quello 😀
      purtroppo mi devo accontentare quando riesco, anche perche’ generalmente non e’ enanche una cosa da riuscire a fare coi bambini, ne’ tanto meno con un marito come il mio che si fa prendere dai malori piuttosto che accompagnarmi in queste missioni.
      il fatto e’ che il “trucco” e’ proprio andarci spesso… mannaggia 😀

Parla alla tua mente

*