L’orologio di lusso da donna

orologio-di-lusso-donna

Avete mai sognato un orologio di lusso? Non solo per il brand, ma per la tecnologia: un capolavoro di meccanica.
Il frutto di sapienza, tecnologia e arte che dal 1700 arrivano sino ai giorni nostri.

Non per tutti, se consideriamo che uno di questi orologi costa come una casa: parliamo oggi di una delle novità di Girard-Perregaux: il Tourbillon con Tre Ponti d’oro, per donna.
Guardare, non costa niente.

Pietre preziose a esaltarne la forma e rifiniture d’alta orologeria a metterne in risalto la superba architettura: così si presenta il celebre Tourbillon con tre Ponti d’oro di Girard-Perregaux nella versione femminile. La cassa in oro rosa, realizzata con grande maestria, cinge alla perfezione ogni polso, anche il più esile. Sotto il vetro in zaffiro lievemente curvato, la lunetta ed il réhaut sono impreziositi da diamanti; più di 1,80 carati illuminano questo segnatempo di alta orologeria. La rifinitura, interamente realizzata a mano, ne esalta la perfetta geometria e l’eccezionale luminosità, valorizzando la morbidezza delle sue curve. Inoltre, per un delicato tocco femminile, un disegno floreale unico nel genere impreziosisce il tamburo.

Voi conoscevate già questo marchio? Cosa apprezzate di più?

La scheda tecnica

orologio-di-lusso-donna

Le foto

orologio-di-lusso-donna

orologio-di-lusso-donna

Da rifarsi gli occhi.

Commenti

  1. Oddio, come sono beeeeelli. Forse un po’ troppi diamanti per i miei gusti, 136 sono tanti eh!
    Però sognare è gratis, e questi orologi riempiono gli occhi, caspita.

    • Sono davvero belli. Ma se penso al costo… mi viene un po’ male.
      Mi sono sempre chiesta se, avendo quei soldi, mi sentirei in diritto di spenderli, oppure comunque no. Perché ovviamente adesso sono condizionata dal fatto di non averne.

  2. bohf, a parte che non si leggono bene le ore, visto che le lancette si confondono con tutto l’ambaradan della decorazione, io non porto orologi, anzi mi infastidiscono, guardo l’ora dal cellulare e se proprio devo spendere (ma quando mai!) meglio un bel bracciale.
    Capisco che ci siano i cultori dell’orologio, ma per me: soldi buttati.

    • penso che indicare l’ora non sia la loro funzione principale 😀
      io preferisco comprarmi la casa, a parità di prezzo, sia chiaro.
      però riconosco la ricercatezza e la bellezza di un oggetto che è chiaramente svincolato dalla sua funzione d’uso.

  3. Questi orologi sono un concentrato di bellezza e perfezione meccanica. Le tecniche di realizzazione degli orologi sono avanzate nel tempo insieme al progresso della tecnologia, per questo si può dire che gli orologi oltre a segnare il tempo hanno segnato anche l’evoluzione dell’umanità.
    C’è un bel libro di Dara Sobel, “Longitudine”, che spiega come l’evoluzione nel mondo delle esplorazioni sia avvenuto grazie all’evoluzione delle tecniche di realizzazione degli orologi: senza un orologio preciso non era possibile calcolare la longitudine e quindi fare mappe precise. E l’evoluzione della meccanica che ha permesso di realizzare orologi sempre più precisi è servita in tanti altri campi che ci hanno portato al progresso attuale. Quindi l’orologio è sia causa sia effetto del progresso dell’umanità.
    Quando vediamo un orologio come questo vediamo il lusso, ma quello che c’è dietro per un appassionato è molto di più 🙂

  4. Per me, dopo aver riconosciuto la tecnologia finissima che c’è dietro a un meccanismo tanto preciso…sembra un insulto. Mi spiace, ma proprio non riesco ad apprezzare una cosa del genere.

    • Perchè è un insulto? La Gioconda è un insulto? Un pianoforte è un insulto? Un manoscritto medievale è un insulto? Il sincrotrone del Cern è un insulto?
      Il genere umano tende sempre all’eccellenza, a fare cose incredibili e uniche, che attraversino il tempo.

      • Che sia un oggetto di straordinaria sintesi di competenze e precisione…non ci sono dubbi. L’insulto sta nel commercializzare, nel fatto stesso che sia assemblato per essere acquistato…l’insulto sta nel fatto che esiste qualcuno che lo può portare al polso (o tenere in cassaforte, cosa ancora più inconcepibile per me). Non per l’oggetto in sè, quanto per il valore di un oggetto di questo genere. Il sincrotrone del Cern non viene venduto e portato in giro. La Gioconda è una sola. Il manoscritto medioevale sta in una teca.
        Per me è parallelo al concetto delle auto superpotentissime, superlusso e costosissime: qual’è lo scopo di una macchina? Ciò che esula la risposta semplice e diretta a questa domanda è un di-più. Un insulto alla gente comune. Resta un mio personale punto di vista: non capisco chi vive/adora/fa follie per questi oggetti.

      • Sincrotone del Cern lo dici a qualcun altro, eh!
        Bada bene.

  5. Devo confessare che ultimamente ho fatto una pazzia: mi sono concessa un bellissimo orologio Omega usato. Sono andata nel negozio di fiducia del ragazzo di una mia amica specializzato in orologi omega usati e di altri marchi super lusso e mi sono concessa questo bellissimo esemplare figlio della meccanica.
    Un po’ mi sono sentita in colpa mentre firmavo l’assegno un po’ ho pensato che un domani alla mia trisnipote rimarrà un oggetto che varrà un capitale e mi ringrazierà per il buon gusto.

    Dite che è stata una pazzia a regola d’arte o ho buone speranze con la mia tris nipote? ahahahah

    Roby

  6. questo orologio è una meraviglia veramente. Io amo tutti gli oggetti di lusso e non di lusso ma che siano fatti con passione, amore e che esaltino la bravura eccelsa di certi artigiani, persone che nel loro lavoro ci mettono veramente tutto. Peccato che non posso permettermi niente di simile, ma penso che se avessi un mucchio di soldi una delle prime cose che farei sarebbe comprarmi un oggetto del genere.

Parla alla tua mente

*