Lavorare nella moda

lavorare-nella-moda_centro-studi-moda-emy-fabbri


Creazione realizzata dal Centro Studi Moda e dal giovane stilista Roberto Scarantino, ricamato a mano

Avete mai sognato di lavorare nella moda o almeno di affacciarvi in questo mondo che crea la bellezza? Oggi vi racconto una favola che potrebbe intitolarsi “Storia di una Cenerentola del terzo millennio”, la mia al Centro Studi Moda Emy Fabbri.

Ho bussato a un grande portone su una delle piazze più incantevoli di Roma, quella del Pantheon, ho percorso gli ampi gradini di un palazzo d’epoca, trattenendo il respiro e assorbendo l’aria storica di una Roma nobile e popolare al contempo, ho ascoltato cercando di trattenere fra i ricordi più delicati il secco e irregolare contraccolpo dei miei tacchi sul marmo, mentre sgranavo gli occhi, piccola, sotto vetrate enormi a scacchi, poi sono entrata in punta di piedi in un luogo di specchi, oro e magia.

La luce lì dentro è poesia, anche a Novembre, quando fuori è grigio, e chiudendo la porta si nuota nell’azzurrognolo dei panorami onirici, tra rimandi Dada e surreali.

Ovunque appoggiassi gli occhi era balsamo per l’anima: suggestioni, armonia, bellezza, cura, pensiero, passione. Ogni vaso, ogni libro adagiato su un tavolino solo apparentemente per caso era un invito a immergersi nei dettagli del bello, un invito all’espressione del mondo interiore che freme per essere plasmato nello spazio, in una dimensione reale.

Ho conosciuto Emy Fabbri, una donna affascinante, dallo charme e dalla raffinatezza poco comuni, una stilista che ha dedicato la vita alla moda con arte, dedizione, trasporto e grande intuito. La guardavo attraverso il suo atelier, attraverso i suoi abiti che ho avuto l’onore di indossare, attraverso le migliaia di bozzetti che ho potuto sfogliare e ammirare e non sapevo nulla, ancora, della sua carriera accanto ai grandi della moda italiana, da Valentino a Roccobarocco, Capucci, Fendi, Balestra, Lancetti, Gattinoni, tra Parigi, Milano, Torino e Roma e intanto venivo soggiogata dalla sua grazia visionaria.

Ho sbirciato tra i tavoli da taglio e cucito, tra rotoli di tessuto, forbici, mannequins, scampoli e bottoni, passamanerie e stampe.

Ho conosciuto alcune delle allieve del Centro Studi Moda di Emy Fabbri, un’Accademia dell’Alta Moda, nata per trasferire tutta questa sapienza e l’arte del Made in Italy nei giovani. Al Centro Studi Moda si imparano i mestieri della moda, dal disegno alla modellistica, al taglio e alla pittura su tessuto. Si impara a gestire tutto il percorso che da un’idea diventa schizzo, tessuto, abito e poi felicità (per la donna che se ne vestirà). Tutto è improntato alla pratica, perché la moda sta proprio lì, in equilibrio tra sogni e materia, tra intuizione e saper fare, e l’ago di questa bilancia è poi il corpo della donna, unico e perfetto, che deve risultare sempre valorizzato.

Ho detto spesso di non avere abbastanza vite per tutte le cose che vorrei realizzare e studiare moda e stile con Emy Fabbri è una di quelle. Chissà…

Non volevo più andar via. E alla fine ho ottenuto di tornarci, per sfogliare i suoi libri, una biblioteca tematica di duemila volumi, leggere le sue riviste del settore dagli anni ’70 a oggi, indossare gli abiti della sua linea e farli conoscere anche a voi.

La mia favola continuerà tra queste pagine, nelle prossime settimane, raccontandovi un po’ di questo paese delle meraviglie attraverso gli abiti che ho potuto indossare, sentendomi un po’ la Cenerentola dopo l’incantesimo.

Photo thanks to Alessandra Cisternino

Centro Studi Moda Emy Fabbri

Salita de’ Crescenzi, 26 (Pantheon) Roma
tel 06 68309095
cell +39 338 3486040
centrostudimoda@bussolaeclessidra.it

Facebook Emy Fabbri

Instagram Centro Studi Moda

Commenti

  1. Attendo il racconto di questa favola: so già che mi piacerà.

  2. Cara Caia,
    io in genere non sono una persona invidiosa, ma stavolta hai tirato fuori il peggio di me, ti leggerò senza perdere una parola, ma sappi che sono violaaaa!!!!

  3. curiosa io!
    🙂

  4. Davvero un luogo incantato, Claudia, con la biblioteca dei sogni!

Trackbacks

  1. […] Come vi avevo annunciato, oggi vi racconto un pezzetto della mia favola al Centro Studi Moda Pantheon: ho avuto la possibilità di indossare quattro abiti da sogno, capi d’alta moda, nati dal cuore, la mente e le mani di Emy Fabbri. […]

  2. […] Quando ho conosciuto Emy Fabbri non ho resistito dal farle un milione e mezzo di domande e lei mi ha dato veramente molta soddisfazione: parlare di stile, prima ancora che di moda, è qualcosa che le viene spontaneo come respirare e io, ovviamente, ho appuntato nella mente tutti i suoi preziosi consigli. […]

Parla alla tua mente

*