Come eliminare i punti neri

come-rimuovere-punti-neri

Oggi parliamo dei tanto odiati punti neri!

Cominciamo col dire che cosa sono: la pelle produce normalmente sebo, ma in alcuni casi (adolescenza, sbalzi ormonali, prodotti cosmetici errati… ) questa produzione diventa eccessiva e la pelle del viso non è in grado di riassorbire questa sostanza che andrà così a depositarsi nei pori.

L’accumulo di grasso e detriti cellulari formeranno un vero e proprio “tappo” sul follicolo pilifero a livello superficiale, occludendo il poro ed impedendo la normale fuoriuscita del sebo sulla pelle. Perché è nero? Perché il tappo di sebo si ossida a contatto con l’ossigeno dell’aria e diventa scuro.


I punti neri si possono eliminare ma soprattutto si possono prevenire!
ZiaPolly oggi ci racconta come fare.

Come eliminare i punti neri

Solitamente le zone del viso più colpite sono il naso, il mento e la fronte. Quando notiamo molti punti neri in queste zone possiamo decidere di rimuoverli utilizzando 2 metodi.

Strizzare con le dita

Dopo un’accurata detersione del viso, effettuiamo uno scrub per rimuovere le cellule morte e gli ispessimenti della pelle.

Successivamente prendiamo una pentola in cui avremo portato a bollore una grossa quantità d’acqua, aggiungiamo qualche goccia di olio di tea tree, purificante, e avviciniamo il viso al vapore che fuoriesce, coprendo eventualmente il capo con un asciugamano. Attenzione a non avvicinarvi troppo: anche il vapore provoca ustioni!

Dopo 15-20 minuti la nostra pelle sarà più morbida e i nostri pori dilatati grazie al calore: possiamo quindi procedere a strizzare i nostri punti neri!
Possiamo anche dotarci di sauna facciale elettrica, volendo.

Non usiamo le unghie, ma i polpastrelli che avvolgeremo in dei pezzetti di carta; poniamo 2 dita ai lati del punto nero da eliminare e premiamo cercando di indirizzare la pressione verso il punto nero, immaginando di volerlo accompagnare verso l’esterno e quindi verso la superficie della pelle. Siate delicate!

Se l’impurità non viene fuori, lasciate perdere: rischiereste di crearvi rossori e segni profondi soprattutto se avete una pelle sensibile e delicata!

Una volta terminata l’operazione di “strizzamento”, sciacquare il viso con acqua fresca, in modo da richiudere i pori e applicare un tonico astringente e purificante.

Usare i cerottini pore strips

Questi cerottini sono studiati appositamente per la zona T, quindi hanno delle forme che permettono di essere facilmente applicati sul naso, sulla fronte e sul mento.
Consiglio di applicarli sempre dopo aver effettuato una pulizia del viso profonda con detergente e scrub in modo da rendere più facile e semplice l’operazione.

La pelle deve essere bagnata, si stendono i cerottini sulle zone interessate e si lasciano in posa fino a completa asciugatura, all’incirca per 15-20 minuti. Poi si rimuovono tirando verso l’alto e facendo attenzione a mantenere, con l’altra mano, la pelle ferma e tirata nel verso opposto.

Io preferisco di gran lunga il secondo metodo perché mi permette di rimuovere un numero maggiore di punti neri nello stesso momento dato che riescono a trattare contemporaneamente più zone del viso ed inoltre lo trovo un metodo meno invasivo e doloroso.

Oltretutto questi cerottini sono facilmente riproducibili anche in casa con della semplice colla di pesce (gelatina per dolci) e latte.

Bisogna ricordare che l’eliminazione dei punti neri non è definitiva! Si riformeranno! Quindi la cosa importante è prevenirne la ricomparsa.

Come? Pulendo sempre con cura la nostra pelle.

Utilizzate mattina e sera un latte detergente da massaggiare sul viso per rimuovere il trucco e le impurità, risciacquate sempre con acqua e con un detergente specifico e applicate successivamente un tonico che vi aiuterà a pulire in profondità e a restringere i pori. Una volta a settimana effettuate una maschera purificante.

Voi avete altri metodi per eliminare i punti neri?

Commenti

  1. Buongiorno carissime 🙂
    In casa, ora anche la mia tredicenne ha bisogno di questi consigli, visti gli ormoni galoppanti e devastanti!!! Le farò leggere qui, perché se lo dice la mamma… non è mica la stessa cosa 🙂 !

    • soprattutto durante l’adolescenza è importante curare la pulizia del viso in modo da ridurre l’insorgere di brufoli e punti neri! speriamo che anche la figliola tredicenne ci dia ascolto e segua questi piccoli consigli!:)

  2. anche mio figlio tredicenne ha lo stesso problema, solo sul naso ma belli grossi e…..inamovibili!
    ma i cerottini vanno bene anche per i ragazzi?
    io per ora uso il sapone di aleppo, gli faccio una specie di saponata da usare come impacco,
    ma più che per i punti neri, mi pare efficace per ridurre il rossore dei brufoli……
    ….che età ingrata……(esteticamente, eh! per il resto, pura invidia!)

    • il sapone di aleppo è perfetto per impurità e brufoli perchè l’olio d’alloro che contiene gli conferisce proprietà antibatteriche. il trattamento che descrivi è una vera e propria maschera purificante, quindi va benissimo. i cerottini vanno benissimo anche per i ragazzi! dopo l’asportazione dei cerottini, se la pelle si presenta arrossata, si può applicare un pò di gel d’aloe vera lenitivo e purificante.

  3. Io non ho grossi problemi di pelle, ma ho dei punti neri (tanti ma piccolissimi, impossibili da spremere) sul naso e soprattutto ai lati del mento. Da qualche settimana ho adocchiato il Clarisonic Mia2 e pare sia miracoloso. Secondo voi vale la pena anche per questo tipo di problema?

    • il clarisonic ancora non l’ho provato, dato il prezzo. da quello che ho sentito in giro dice che funziona molto bene e aiuta a pulire in profondità la pelle e a purificarla!le recensioni sono positive quindi mi sento di consigliartelo!
      anch’io vorrei tanto acquistarlo, ma penso che aspetterò ancora qualche mese, sperando di trovare qualche supersconto da sephora o in altre profumerie!:)

      • Si anche per me l’acquisto è necessariamente condizionato all’invio di qualche sconto da parte di Sephora. E anche per le testine di ricambio poi… bisogna considerare pure quella di spesa, uffa!!

  4. Io sto usando la spazzolina per il viso di Kiko, da usare con un detergente schiumoso, e mi sta aiutando molto a contrastare la formazione di punti neri.

    • io l’ho utilizzata per un breve periodo ma sinceramente non sono stata costante quindi non so se avrebbe potuto aiutarmi anche con i punti neri!però la sensazione che lascia è di pelle pulita in profondità, esfoliata e purificata.
      ora che ci penso dovrei tirarla fuori e ricominciare ad utilizzarla!:P

  5. Bello il blog, complimenti! sono per la prima volta. Ma lo scrub quante volte al giorno lo posso usare? Grazie!

    • lo scrub non deve essere utilizzato troppo spesso perchè potrebbe risultare aggressivo e arrossare la pelle delicata del viso.
      ti consiglio di fare lo scrub una volta a settimana; se la pelle presenta molte impurità e punti neri e la pelle non è troppo sensibile anche 2 volte a settimana, non di più.

Parla alla tua mente

*