Dieta disintossicante: una giornata detox

detox smoothie

Sento l’esigenza di disintossicarmi.

Mi sento appesantita, gonfia, stanca, “appiattita”.

Ho proprio bisogno di dare una sferzata di vitalità all’organismo.

Ho ricominciato a correre, con le mie scarpe nuove e la tutina tecnica che promette di non ammazzarmi nonostante pioggia, vento e temperature pungenti. Sento di andare nella direzione giusta, anche rispetto ai miei obbiettivi del 2014.

dieta-disintossicante-giornata-detox

Correre mi fa veramente bene. Mi fa staccare dalla scrivania, dai bambini, dalla famiglia, dai pensieri e mi fa entrare in contatto con me stessa, anche con la parte scema che ascolta i Ricchi e poveri e ride come un’ebete mentre diventa paonazza per lo sforzo. Inoltre correre mi fa subito entrare in una dimensione di cura e attenzione verso l’alimentazione.

Generalmente non mangio male, anzi. A casa nostra si cucinano molti cereali integrali e alternativi, pochissimo frumento bianco. Tanti legumi, pesce e pochissima carne. Mangiamo uova e latticini bio e ho introdotto l’uso delle alghe, del gomasio e dei semi oleosi nelle preparazioni semplici e quotidiane come l’insalata.

Nonostante questo sono ingrassata, comincia a tirare anche la 46 e non avendo alcuna intenzione di gettare il mio guardaroba alle ortiche, voglio tornare nella 44. Ma voglio soprattutto tornare a un peso che mi faccia sentire leggera.

Non ho voglia di fare diete rigide coi menu prestabiliti — non ce la faccio — e ho sempre l’esigenza di comporre pasti che vadano bene anche per i bambini e che siano calibrati sui pranzi che fanno a scuola. Non ho voglia di pesare gli alimenti e non ho voglia di avere i crampi per la fame. Quello che cerco, quindi, è più che altro un approccio sano e consapevole all’alimentazione più che una dieta nell’accezione comune.

Ho deciso intanto di partire con una giornata detox, per dare una sberla al mio organismo e prepararlo a un nuovo regime.

Aspetterò il weekend perché mi auguro di essere più tranquilla e poter dedicare del tempo alla preparazione dei “pasti”, ma sto già predisponendo il tutto.

Ovviamente questo post non ha assolutamente valore scientifico, né medico, né minimamente autorevole, tant’è che il mio menù è basato su notizie, spunti e suggestioni prese qua e là, senza capo né coda, avvalendosi di principi che io attuo nella mia vita quotidiana e su cui faccio fatica a transigere:

  • niente integratori, pillole, polverine;
  • provenienza nota dei cibi, preferibilmente a Km 0;
  • stagionalità di frutta e verdura;
  • sostenibilità dell’approccio alimentare

Al risveglio:

un bicchiere di acqua tiepida con succo di limone

Colazione:

Frutta a volontà oppure uno smoothie a base di frutta e verdura (mi ispira quello usato dalla mia amica BaiLing a base di spinaci, lattuga, sedano, limone, mela, pera e banana della nutrizionista Kimberly Snyder

Spuntino:

Succo di frutta o frullato (mela e carota con menta fresca, zenzero o limone/mele, pere e zenzero/ananas)

Pranzo:

Insalata mista (lattuga, carota, finocchio, sedano, ravanelli) con germogli e condita con gomasio e un filo d’olio oppure un piatto di riso integrale (o quinoa, miglio o amaranto) con broccoli o cavolo al vapore.

Succo di verdure (carote, sedano, mele/barbabietola, carota e sedano)

Merenda:

Frullato di verdura della Dr Gillian (6 carote, 1 avocado, 10 foglie di basilico, 1 mela, 1 fetta di limone) e semi da sgranocchiare (zucca, girasole)

Cena:

Insalata mista con verdure crude e germogli e un brodo caldo (ottenuto facendo bollire a lungo patate, carote, sedano, rape, senza sale).

Durante la giornata e prima di andare a dormire:

bere, bere e bere acqua e tisane depurative.

In tutto questo è totalmente assente il caffè e per me che ne sono veramente schiava sarà una tortura, del resto mi sembra incoerente fare una detox e bere i miei soliti due quattro n caffè. Forse mi butterò sul tè verde… che fa tanto bene, signora mia.

E voi? Avete esperienze in merito?

Commenti

  1. Cara Caia,
    Quando ero ragazza correvo. E tanto. Mi allenavo con costanza ogni giorno. E stavo BENE. Non avevo il peso da aggiustare, come non ce l’ho adesso. Ma stavo bene. Perche mi disintossicava la testa. Se ero arrabbiata, dopo non lo ero piu. Se ero triste, dopo ero piu leggera. Buttavo via tossine mentali.
    E’ tanto tempo che non corro e vorrei tornare a farlo. Per stare bene, leggera di mente e, perche’ no, incrementare il peso.
    Percio’ mia cara amica posso solo incoraggiarti. Fai bene, continua cosi perche quando corri non c’e’ nessun altro, solo tu e la strada. Ed e’ una sensazione meravigliosa.

    Ps comunque sui Ricchi e poveri rido anche io. Se mi capita di sentire Sara’ perche’ ti amo e’ la fine. Non me la schiodo piu’ dalla testa tuuuuutto il giorno!

    • ahahha ecco esatto, proprio quella!
      e comunque stamattina sono andata a correre dopo colazione ed e’ stato bellissimo, pioveva persino, ma correre mi ha fatto veramente affrontare la giornata al massimo.
      tra l’altro da quando sono mamma ho proprio bisogno di quelle brevi parentesi di totale solitudini in cui non devo comunque pensare al lavoro, a fare la spesa etc
      ma dai, torna in pista anche tu!

  2. aspirantemamma

    Pure io ho ricominciato a correre: per adesso non più di un paio di volte a settimana, ma attendo l’allungarsi delle giornate per uscire al mattino prima di andare al lavoro…sembra da pazzi, ma 45 min di corsa alle 6 del mattino ti da una carica incredibile!

  3. Attendo con ansia la completa guarigione del nano a pois, per rimettere le scarpe da corsa, per uscire al mattino, per riappropriarmi di quell’oretta tutta mia. Fa tanto bene allo spirito, prima ancora che al corpo… Ottima partenza, continuiamo, eh!!!! 🙂

  4. per colpa di una tosse bruttissima ho rallentato con gli allenamenti e sai che cosa ne ha risentito di più?
    la testa!!!
    devo riprendere assolutamente!!!
    per il cibo in queste settimane sono senza mensa in ufficio per lavori di ristrutturazione e mi sto arrangiando con le schiscette….e sai che ci sto prendendo un gusto!
    🙂
    buon proposito per il 2014: correre la mattina….ma dovrà aiutarmi l’amica E.
    🙂

    • E.? Moi?
      Oh santo cielo, mai avrei immaginato di essere chiamata in causa su un post dedicato alla dieta e alla corsa!
      Comunque si, ricordo di aver scritto che andavo a correre di mattina, era un vero toccasana, come scrive anche aspirantemamma.
      Ricordo ancora la fatica dei primi tentativi e la faccia da sonno riflessa sullo specchio. Magari le prime volte meglio provare il sabato e la domenica, soprattutto per chi può dormicchiare un pò. Durante la settimana, per poi essere puntuali al lavoro, si rischia di dover fare una levataccia.
      La soddisfazione e il benessere comunque sono enormi, e con che gusto si fa colazione! Gnam!
      La Giulia, non so a che ora inizi a lavorare e quanto corri di media, ma se ti serve una “motivator” , al mattino mi puoi contattare a partire dalle 6.20, magari ti offro l’incentivo giusto per infilare calzoncini e scarpe! 😉
      E.
      PS: complimenti per le schiscette, sempre invitanti e golose!

      • è che voichecorretelamattina me lo fate apparire come un’esperienza extracorporea talmente bella che…devo provarci!
        il mio problema poi è non tanto quando comincio a lavorare, bensì quando finisco, ossia una specie di “fine pena: mai” che mi fa saltare il turno troppe volte…
        insomma, necessità virtù

        (guarda sulle schiscette, magari è una palla doverci pensare dal sabato quando faccio la spesa, ma mi da una soddisfazione! quasi mi dispiacerà quando riavremo la mensa funzionante! :D)

        • Anche le schiscette fanno parte di una delle mie vite precedenti … (ma quanto vecchia sono ?!?!? 🙁 Adesso non ce la posso proprio fare, ma chissà, in futuro…
          Per trovare qualche motivazione in più alla corsa, pensa che a Londra e nel mondo anglosassone in generale è molto tipico fare sport al mattino. Palestre e piscine sono aperte dalle 6 del mattino in poi!
          Ecco, tuffarmi in piscina prima di andare in ufficio, magari in pieno inverno, mi sembra una fatica davvero insuperabile. Ma sono certa che chi lo fa ne è molto soddisfatto e ce lo consiglierebbe!
          E.

      • aspirantemamma

        stra verissimo!

    • io facevo il pranzo in scatola quando stavo in accademia e anche quando lavoravo in casa editrice, in effetti a me piaceva un sacco, e contenevo molto la quantita’ (e le tentazioni 😉 )

    • Ahah! Sei circondata da amiche E. che corrono la mattina!
      Ebbene sì, correre la mattina ha effetti benefici pratici e filosofici: a me regola l’appetito (se corro smetto di essere un essere famelico h24), carica le batterie di energia pura e pulita (smetto di essere l’uomo nero, acido ed aggressivo che gironzola incupito per l’ufficio e mi trasformo nell’amabile signorina che accoglie tutti – o quasi – con un sorriso) e soprattutto, come la cara LaGiulia sa bene, mi trasforma in una iper figa super donna!
      Ebbene sì, quando corro mi sento carina, magra, ben vestita, con la pelle luminosa, gli occhioni grandi ed con il trucco da signorina bon ton che tiene tutta la giornata.
      Quando non corro mi sento un ce@@o.

  5. p.s. sono entrata ne mondo delle centrifughe, ma lo sai che non mi hanno affatto soddisfatta?
    mumble mumble

    • io ho il bimby e faccio solo frullati… per ora va cosi, se inserisco un altro “scigghio” sul piano della cucina non c’e’ piu’ spazio per girarsi!

  6. Sono assolutamente incapace di seguire una dieta, di rinunciare al cioccolato fondente col caffé e al dolce a colazione. Quindi, da sempre, per limitare i danni cerco di avere un approccio complessivamente sano all’alimentazione e faccio regolarmente sport. In questo periodo sport per me vuol dire zumba, perché mi rilassa, perché mi ricarica, perché a 8 mesi dal parto grazie a zumba ho recuperato una 44 e per l’estate, chissà, magari sarò rientrata nella mia 42, che ho proprio voglia di indossare i miei vecchi abitini estivi… In bocca al lupo per la tua giornata detox 🙂

    • crepi!
      io non ho mai fatto zumba, ma penso che ognuno debba trovare il proprio stimolo. per ora a me la corsa permette anche di tagliare i tempi, perche’ comincio a correre per e scale, scendendo da casa e finisco la sessione di allenamento dietro la porta prima di aprirla, quindi il tempo che manco da casa e’ il netto della corsa. per ora e’ un grande vantaggio!

  7. Come vi ammiro, voi che avete la forza e la tenacia di correre!
    Mi piacerebbe andare a correre ma a parte la mia pigrizia innata non saprei nè dove, nè quando.
    Mi limito a praticare yoga, che è un’eccellente disciplina per il corpo e per la mente, ma anche lì riesco solo a frequentare il corso una volta a settimana, la pratica individuale in questo periodo l’ho completamente abbandonata e invece quanto mi farebbe bene!
    Sull’alimentazione invece sono stata stoica durante le feste, per cui stranamente non mi ritrovo i soliti chili post natalizi da smaltire.
    Nonostante questo, mi piacerebbe sentirmi più tonica e “asciutta”, ma la cosa richiederebbe una costanza che in questo momento non ho… : (

    • aspirantemamma

      Guarda, non puoi capire quanto sono pigra io. Mai fatto sport nella vita in modo continuativo. Ma mai mai mai.
      Sta cosa della corsa mattutina però mi ha ribaltato il mondo, io stessa sono basita 🙂

    • perche’ non cerchi qualcuno in zona tua?
      io frequento il gruppo facebook #rummingformommies e ci sono un sacco di donne di tutta italia, magari trovi una buona compagnia 😉

  8. Premesso che non sono nè un medico nè una nutrizionista, ma l’avocado non è ipercalorico?
    Si può? A me piace abbastanza ma sembra davvero un concentrato di calorie.

    🙂 ammirazione per chi riesce a correre anche d’inverno.

    • diciamo che l’avocado, che io adoro, ma consumo in quantita’ molto ridotte per una questione eco, non e’ da considerarsi un frutto come altri, ma se consideri che con meta’ avocado che sono circa 120 calorie e un vasetto di yogurt intero che sono 170 riesci a fare una salsa buonissima con cui scofanarti un quintale di crudite e sentirti sazia con gusto, in teoria hai fatto una bella cena 🙂 poi magari ci metti vicino una bruschettina… insomma dipende. se lo mangi a merenda al posto della mela e’ un altro discorso.
      poi non ha colesterolo e alla fine ti permette di ridurre l’utilizzo di olio se combinato in forma di salsa con verdure crude e insalata.
      detto questo, ripeto, lo consumo pochissimo, perche’ preferisco sempre mangiare roba a km0 e stagionale 😉

  9. a me piacciono le centrifughe e rompe da morire pulire la macchina :/

  10. Ottime info! Personalmente conduca una vita sana, senza eccessi, pratico sport e rientro appieno nel peso forma; nonostante ciò, in certi periodi dell’anno, in particolare dopo le festività, faccio una dieta disintossicante per liberare il corpo dalle tossine ed il sangue dal colesterolo in eccesso… risultato? Sto meglio e mi sento addosso più energia. Per iniziare al mattino a digiuno, mezzo litro d’acqua con il succo di due limoni… puoi per il resto tanta verdura e frutta, più o meno come indicate nel vostro articolo

  11. Io oltre alla corsa e al movimento ho scoperto anche la dieta detox a base di succhi di frutta e verdura!
    sono il TOP, e la mattina mi fanno correre più veloce!
    Bellissimo articolo as usual!

Trackbacks

  1. […] deciso di prendermi un paio di settimane defaticanti, per trascorrere più tempo con i bambini, per mettermi a dieta, tornare a correre, mettere ordine nel mio studio, per dare una sistemata al guardaroba e… […]

Parla alla tua mente

*