La donna che vorrei essere

Abito Centro Studi Moda Pantheon Roma Emy Fabbri

Inizio l’anno con molti propositi e desideri, con considerazioni profonde e consapevolezze forti, ma soprattutto con una tenace determinazione ad essere la donna che voglio.

Voi come state, care amiche?

Come avete passato il periodo delle feste?

Io a dire il vero ho fatto molta fatica, che spero di scrollarmi di dosso appena possibile. Ma guardo questo nuovo anno con molto entusiasmo, convinta che volere sia potere e io voglio, fortissimamente voglio.

Che sia il primo dell’anno, il 7 Gennaio o un giorno qualunque di Marzo, è sempre positivo determinare i propri obiettivi e farne crociate: attiva le energie, aiuta a focalizzare i desideri reali e a sfrondare le inutili sovrapposizioni e distrazioni quotidiane.

Volete conoscere i miei obiettivi per il 2014?

Lo so che vi starete strappando i capelli, quindi vi accontento.

Dimagrire. Gli ultimi mesi di clausura e nervosismi vari e poi le malefiche feste mi hanno lasciato diversi chili sopra il mio peso forma, oltre a quelli che stavano già lì dopo la seconda gravidanza, mi voglio dare sei mesi per perderli. Con un programma che sto già iniziando a testare e di cui insieme alla SociaFelice vi terremo informate con post ad hoc.

Studiare. Sento forte la necessità di apprendere, nutrirmi, studiare. Voglio dedicare del tempo a questo, leggere di più, imparare a fare e conoscere nuove cose.

Riposare. Ho spesso la lacrima facile, sono stanca. Nel senso che ho sonno, dormo poco e male e devo assolutamente affrontare e risolvere questo problema, ne va della mia salute, non solo fisica.

Essenzializzare. Ridurre la mole di materia intorno. Scartare, liberarmi di cose fisiche, fare spazio. Affrontare in questa maniera anche il guardaroba e ovviamente documentarvelo su Trashic. Ma mi piacerebbe estendere questo approccio anche alla cucina, avendo per esempio pochi elettrodomestici invece di tutte quelle cianfrusaglie che ingombrano i piani di lavoro, così come alla spesa, acquistando alimenti quanto più semplici, integrali e meno raffinati possibile, aumentando l’autoproduzione di ciò che si può.

Risparmiare. Sta prendendo corpo un progetto famigliare che ci richiede degli sforzi economici a fronte di un’enorme soddisfazione condivisa. Voglio risparmiare per questo, ma anche per acquisire una diversa prospettiva sulle cose e imparare a fare a meno, ad essenzializzare tutto.

Vorrei arrivare a fine anno e sentirmi un po’ più vicina alla donna che vorrei essere, più libera, più ricca, più serena.

E voi? Propositi, progetti, desideri?

Vi auguro un anno splendido e prego di successi, grandi e piccoli.

Commenti

  1. anche io vorrei arrivare piu’ serena. Ultimamente ho sempre la mandibola serrata..quando mi accorgo che è ora di lasciare la presa sono indolenzita.
    Vorrei prendere in maniera diversa i problemi e volermi bene, piacermi e fare ordine fisico nella mia casa… e risolvere qualche inghippo famigliare… forse chiedo troppO! Buon anno Caia 🙂 smack

    • Ouch! Sai che la suddetta cretina ha ucciso un molare perfettamente sano a furia di serrare???

    • secondo me, tutto sta a mettere le cose in fila e FARLE.
      il weekend passato ho finalmente fatto il cambio di stagione, entro questo prossimo consegnero’ un progetto grosso su cui sto lavorando da mesi e che mi sta togliendo il respiro, poi voglio mettere in ordine la cucina, ecco, e’ tutto messo in fila, da spuntare, senza proroghe, perche’ facendolo gia’ sto meglio.
      e poi un grande cambiamento che mi hanno portato i due anni passati e’ stato quello di chiedere aiuto. non l’avevo fatto mai.
      adesso si, e anche questo concorre a raggiungere gli obbiettiv. le vittorie hanno anche un sapore migliore: sono condivise e dire grazie scalda il cuore, non solo di chi lo riceve.
      un abbraccio
      forza e coraggio!

  2. Io ho dormito molto durante queste vacanze, quindi per l’anno che è appena cominciato voglio: 1- riprendere a leggere, non con la stessa voracità con cui leggevo da ragazza, ma almeno un paio di libri al mese per cominciare.
    2- riprendere a correre insieme al coniuge, così come facevamo l’estate scorsa.
    3- passare più tempo insieme al mio bimbo.
    per ora basta così, poi se si potrà aggiungere altro vedremo!
    Buon Anno Caia e che i tuoi sogni, piccoli o grandi che siano, trovino posto nella realtà di tutti i giorni!

  3. Bentornata Caia 🙂 !
    Essenzializzare, eccola qui la parola che cercavo. Tutto e ovunque attorno a me. Per non perdermi tra i ritagli.

  4. Cara Caia, grazie per i tuoi spunti, che coincidono con i miei! 🙂
    – dimagrire: ecco, nel mio caso il proposito è quello di non esagerare, in modo da non mettere su troppo peso durante la seconda parte della gravidanza.
    – studiare: per me si declina nel verbo “leggere”: ci dò dentro adesso che poi per un pò sarà un’attività che mi mancherà un sacco…
    – riposare: vedi sopra
    – essenzializzare: in casa è per l’appunto essenziale, la cameretta dovrà ospitare un nuovo membro della famiglia! e in ogni stanza ricompariranno oggetti ingombranti (fasciatoio, sdraietta, ecc…) – SOS – !
    – risparmiare: che te lo dico affà?
    Dopo aver beatamente scopiazzato i tuoi appunti, mi dedico a una riflessione più personale per scrivere un commento personale più tardi! 😉
    e.

    • sull’essenzializzare vale anche e soprattutto quando aumentano gli inquilini in casa 😉
      pensa che io sto togliendo di mezzo il fasciatoio e non mi sembra vero 😀

      • Allora, ecco i New Year’s Resolutions, che integrano le tue proposte (già sposate appieno!)
        – vedere più spesso gli amici: il cellulare con le sue app non può e non deve sostituire il calore di un abbraccio e di una chiacchierata a quattr’occhi.
        – essere un po’ meno “orso solitario”: questo proposito va di pari passo con quello precedente… Spesso, troppo spesso mi capita di preferire la solitudine (intesa come libera e consapevole scelta di stare da sola) alla compagnia. I rapporti umani però vanno coltivati e nutriti, con dedizione.
        – incrementare ulteriormente la dose di gentilezza quotidiana: credo che di essere già bravina su questo punto, ma i “grazie”, i “prego” e i sorrisi non sono mai abbastanza, e migliorano la qualità della vita. Vietato nascondersi dietro a stress e stanchezza.
        – ….proposito molto profano, ma essenziale: mettermi lo smalto rosso sulle mani il più spesso possibile, perché è un antidoto al cattivo umore!
        E.

  5. Mia cara Caia,
    Buon anno innazitutto. Ho finora accuratamente evitato di addentrarmi in cio’ che vorrei per questo 2014. Ho bisogno di scriverlo, perche’ cio’ che scrivo per me acquista piu’ valore, piu’ sentimento e lo ricordo meglio. E poi ho abche bisogno di una maggiore quiete, fisica e mentale. Percio’…ecco una draft delle cose che mi vengono in mente, in stile assoluto Molly Bloom.
    1. Studiare. Come te. Ho bisogno di nutrire il cervello, perche’ e’ un gran bel gesto di amore verso se stessi e perche’ mi e’ sempre piaciuto imparare.
    2. Fare scorta di silenzio. Troppo rumore intorno a me, troppe parole, persone e movimenti non necessari. Ogni volta che potro’ mi circondero’ di silenzio, con la speranza di riuscire a riprodurlo io per prima nella mia mente.
    3. Fermarmi. La prossima settimana siamo di nuovo a Roma, per l’ennesimo intervento del piccolo. Per la grande spero di rimandare ancora un po’. E al di la’ della buona riuscita del tutto che e’ la prima cosa che ovviamente voglio, desidero uscire da tutte le gabbie fisiche e mentali che questo comporta. Per me come donna, mamma e persona e per noi come famiglia. Dovro’ aspettare ancora qualche mese secondo i miei calcoli, ma fermarCI lo desidero tanto.

    Ecco…per ora direi che queste tre cose per iniziare van bene. Si fa sempre in tempo a modificare, migliorare, aggiungere o sottrarre.

    Auguro con tutto il cuore a tutte le amiche che leggono silenti o meno qui, un anno scintillante, concreto, romantico, quieto.

    Scusate il post lungo.
    Un forte abbraccio.

    • un commento meraviglioso, vero, di cuore.
      ti auguro tutto cio’ che desideri, ti auguro i tuoi spazi silenziosi e le ali del nutrimento.
      un abbraccio sincero

  6. Buon anno!! Il mio proposito x il 2014 si riassume in un motto: “chissene…!!” ovvero smettere di arrabbiarsi, desiderare e rincorrere cose e persone futili. Preoccuparsi solo delle cose e delle persone importanti, e mandare al diavolo tutto il resto. Essenzializzare, un po’ come dici tu, il mondo che mi circonda. Non fare cose solo x far piacere agli altri. E studiare si, a volte mi sento un capra (come direbbe sgarbi). Sul piano fisico dimagrire no, ho già dato l’anno passato, ma mi auguro di riuscire comunque a fare sport, perché fa bene e mi piace. Mangiare meglio si perché spesso rinuncio a cose buone perché mi sono già.rimpinzata di schifezze che magari neanche desideravo mangiate, ma solox far piacere a chi me le offriva…

    • il tuo motto mi piace!
      anche perche’ ho scoperto una cosa… certe volte noi pensiamo di accontentare gli altri, ma poi magari facendo di testa nostra ci accorgiamo che li rendiamo ancor piu’ fieri e orgogliosi…
      😉
      buon anno!

  7. Essenzializzare. mi piace. molto. ma quanto faticoso da attuare…

  8. Caia, dici che è per la stanchezza e l’ansia che spesso ho il groppo in gola?! Che periodaccio…
    Comunque, devo dirti che un po’ di quella donna nuova l’ho letta anche in questa pagina: ti sento molto meglio!
    Buon anno cara!

    • meggie, sono davvero un’esperta di groppi in gola.
      a me vengono quand sono stanca. purtroppo io soffro anche di attacchi di panico ed e’ tutto collegato.
      dobbiamo imparare a molalre la zavorra e prenderci cura del nostro corpo partendo dalle pause.
      ti auguro di trovare riposo e serenita’.
      nel frattempo fatti leggere, che manchi!
      un abbraccio e buon anno anche a te!

  9. buongiorno e buon anno!
    🙂
    e ben ritrovate tutte
    l’anno scorso feci i miei “mai più senza”, quest’anno non so bene che cosa potrei fare..
    “mai più con”…
    🙂
    ma anche io sento di aver bisogno di meno cose, più essenzialità, più spazio….
    vedremo

    🙂

    • Quella e’ la sindrome da rientro dai viaggi: se sono stata due settimane con quel pantalone come seconda pelle, una borsa e due paia di scarpe… che accidenti ci faccio con tutto il RESTO???

  10. Buon anno a tutte.
    Io spero di riuscire a preoccuparmi di meno, in modo da occuparmi di più delle cose importanti. Vorrei riuscire ad essere serena; anche io sono esperta di groppi in gola e campionessa di ansie magari comprensibili ma in ogni caso del tutto inutili. Vorrei riuscire a dormire meglio quando posso visto che con due bimbi piccoli ci sono ciclicamente periodi in cui tocca stare svegli e purtroppo non sono una che tocca il cuscino e si addormenta.
    Purtroppo sono tutte cose che non si possono mettere in fila per spuntarle una alla volta :-(.
    O bisogna riuscire a tradurle in azioni pratiche.
    Sul piano più pratico:
    – cambiare casa
    – riprendere il lavoro
    – ritornare al peso pregravidanza
    – concederci una breve vacanza di coppia.

    Buon inizio a tutti
    fra

    • no, la questione risvegli e sonno mancante non si riesce ad affrontare, sono esperta anche di quello 😀
      ma a tutto il resto si.
      e ce la farai!
      un abbraccio

  11. io vorrei fare solo dei buoni propositi che sono sicura di riuscire a mantenere, perchè sono pigrissima :-D, per cui …..
    nel 2014 vorrei
    – divertirmi molto
    – lavorare di meno e meglio
    – viaggiare tanto
    – leggere tanto
    – mangiare bene
    – non allungare inutilmente questa lista che tanto so che poi……..

    buonissimo nuovo anno a tutte, che sia sereno, soprattutto di salute e di belle amicizie!

  12. Per questo 2014 desidero:

    – prendermi più cura di me, rispettando i miei tempi e i miei desideri: vorrei imparare a dire “non posso”, “non ho tempo”, “mi serve aiuto”, “vorrei fare altro”.

    – ripetermi una volta al giorno che sono bella. Non dirmi che sono un tipo o che l’aspetto non importa molto, vorrei proprio imparare a dirmi “sei bella, sorridi!”

    – trovare il giusto spazio per i miei progetti artistici. Crederci finalmente.

    – prendere un caffè con Caia. 🙂 lo abbiamo ipotizzato mesi fa ma ancora non è successo e intanto ho cambiato quartiere. (ok, questo è bieco sfruttamento di Trashic per fini personali :P)

  13. Condivido i tuoi propositi appieno soprattutto quello di “essenzializzare”. Ne farò il mio mantra per questo anno. Mi rammenta la frase del Piccolo Principe quando attende la volpe:”L’essenziale è invisibile agli occhi”. Quindi voglio liberarmi da catene figurate che mi opprimono l’anima. Viaggiare in quest’anno leggera. Ho iniziato facendo una lista del superfluo che mi circonda, vestiti, accessori etc che non mi appartengono più, nel senso che non mi rappresentano in questa fase di rinnovamento. Armata di coraggio inizio a fare pulizia ed ordine!

Trackbacks

  1. […] Ho ricominciato a correre, con le mie scarpe nuove e la tutina tecnica che promette di non ammazzarmi nonostante pioggia, vento e temperature pungenti. Sento di andare nella direzione giusta, anche rispetto ai miei obbiettivi del 2014. […]

Parla alla tua mente

*