Dieta Fuhrman

dieta-fuhrman-dimagrire-9-chili

Come vi dicevo ho iniziato la dieta Fuhrman e sto proseguendo per la mia strada, sempre più leggera!

Oggi vi spiego meglio in che cosa consiste.

Joel Fuhrman, medico e ricercatore americano, parte da uno studio sulle proprietà nutritive degli alimenti giungendo alla conclusione che gli alimenti di origine vegetale hanno un apporto nutritivo nettamente superiore rispetto alle calorie contenute, al contrario degli alimenti di origine animale che per dare un uguale apporto nutritivo devono essere assunte in quantità tali da comportare un’eccessiva mole calorica che oltre a provocare sovrappeso non garantisce neppure la salute, anzi, molto spesso è causa di carenze e malnutrizione.

Sembra un paradosso, ma spesso essere in sovrappeso, probabilmente perché si introduce nel corpo fin troppe sostanze, non garantisce la salute e la corretta nutrizione che possa contribuire a prevenire molte malattie, e nell’immediato ad avere energia e stato mentale lucido e vigile.

Fuhrman propone una dieta di sei settimane che mira a disintossicarsi dagli alimenti di origine animale, promettendo di perdere fino a 9 chili.

Dieta Fuhrman: cosa mangiare senza limiti

Verdura cruda. Non solo non ci sono limiti, ma la verdura cruda deve essere presente nella dieta in maniera importante, minimo 1/2 chilo di verdura cruda al giorno. Dovrebbe rappresentare il piatto principale, a inizio pasto, scegliendo verdure di tutti i colori, con varietà.

Le mie insalatone preferite sono:

  • finocchio, sedano, carota, ravanelli, cipollotto fresco, cavolfiore, triturato grossolanamente nel Bimby e condito con salsa di soia e gomasio;
  • insalata romana o canasta, indivia, arancia, olive nere, semi di zucca, poco sale e poco olio;
  • radicchio, noci, cubetti di tofu, qualche prugna secca a pezzetti, aceto balsamico e un goccio d’olio;
  • rucola, mela a pezzetti, nocciole e aceto balsamico;
  • rucola, pera a pezzetti, prugna secca a listarelle, noci, aceto balsamico.

In alternativa faccio enormi crudité a bastoncini da mangiare con una salsa a base di avocado, limone e pepe.

Verdura cotta. Anche per quella cotta cercare di mangiarne almeno mezzo chilo al giorno, ma senza angoscia… se siamo sazi smettiamo 😉 Io prediligo la verdura di stagione a chilometro zero.

I miei piatti a base di verdure cotte preferiti sono:

  • funghi ripieni di patate e carote al forno;
  • broccoletti ripassati in padella con poco olio, aglio, uvetta e pinoli;
  • minestrone;
  • zucca gratinata al forno (a fettine sottili con una spolverata di gomasio, poco olio);
  • padellata di verdure miste saltate con salsa di soia.

Legumi. Se ne possono mangiare a sazietà, minimo 200gr al giorno, e io vi consiglio di mangiarne ad ogni pasto principale, visto che saziano molto. I miei piatti a base di legumi preferiti sono:

  • farinata (<3 <3 <3) fatta sottile sottile e senza olio, solo un velo per ungere la padella come da ricetta di Mammafelice. Oppure guarnita di verdure a piacere e lasciata un po’ più spessa;
  • zuppa di ceci con alga kombu, carote e sedano (eventualmente da far diventare una vellutata nella quale aggiungere semini di zucca appena appena scottati);
  • fagioli saltati con aglio, pomodori secchi e rosmarino;
  • lenticchie al pomodoro;
  • soia gialla spezzettata risottata con i carciofi.

Frutta fresca. Se ne può mangiare in quantità, ma minimo quattro frutti al giorno (l’avocado con discernimento). Qui per me è il tasto dolente perché soprattutto d’inverno faccio fatica a mangiarla, quindi cerco di inserirla nelle insalate e poi forzarmi un po’ 😉
Se piace la frutta può fungere da dessert accompagnata a quantità contenute di frutta secca o essiccata, magari cotta con una spolverata di cacao amaro o cannella.

Dieta Fuhrman: cosa mangiare in quantità ridotte

Amidacee. Sono le patate, le castagne, i tuberi, le rape e la zucca. È preferibile farci attenzione e mischiarle ad altre verdure, ma non mangiarne a scorpacciata come unica verdura del pasto.

Cereali integrali. Sono l’orzo, il farro, il grano saraceno, il mais, il miglio, l’avena, la quinoa, il riso integrale o selvatico e se ne può mangiare una porzione al giorno. Io me la gioco la mattina a colazione perché non riesco a mangiare solo frutta, ma può essere un buon accompagnamento alle insalate e zuppe di pranzo o cena.

Frutta secca e semi. Sono ottimi per insaporire, quindi come condimento vanno utilizzati senza superare i 30 gr al giorno (la quantità che sta nell’incavo della mano).

Olio. Con moderazione, ovviamente, sopratuttto se fate la dieta per dimagrire. Io mi attengo a un cucchiaio d’olio a pasto.

Dieta Fuhrman: cosa evitare di mangiare

Cibi di origine animale: carne, pesce, uova e latticini. Se si vuole fare un’eccezione, si può introdurre del pesce una o due volte a settimana.

Che ve ne pare? La trovate praticabile?

Commenti

  1. sonia corrias

    Ciao a tutti, ho cominciato da pochissimo. Ciò che dice il libro lo condivido, ma non è facile resistere a certe tentazioni… Volevo sapere se qualcono sa dirmi se le olive sono permesse e in quale quantità. Grazie tante.

  2. salve vorrei iniziare questa dieta ma ho un piccolo problema…. sono allergica al nikel di conseguenza nella mia dieta non posso includere legumi, pomodoro, cioccolato, con cosa posso sostituirli?

    grazie

Parla alla tua mente

*