Guardaroba: i capi base indispensabili

guardaroba-capi-basici-armadio-base

Cosa sono i capi basicQuali sono indispensabili per avere un guardaroba fornito e funzionale?
Oggi proseguiamo le nostre Lezioni di Stile per parlare ancora di guardaroba perfetto: avete già un’idea di come attrezzare l’armadio base?

Tanto per cominciare è basic tutto ciò che riusciamo ad abbinare molto facilmente e che spesso manifesta molta versatilità anche per occasioni d’uso. Abbiamo già parlato di T-shirt, pullover e jeans, ora proseguiamo trattando gli altri capi basici utili a strutturare un buon guardaroba.

Capi basici: le camicie

Una camicia dà immediatamente un tocco curato al look. In seta è chic, in cotone indispensabile e camaleontica, si porta dalla mattina alla sera, anche in occasioni formali ed eleganti, così come sui jeans per andare a fare la spesa. Cosa vogliamo di più da un capo basico?

Le possiamo utilizzare:

  • su gonne e pantaloni, dentro e fuori la vita per creare effetti più rilassati o più composti
  • sui jeans per rendere più compunto l’insieme, senza essere formali
  • sotto i maglioni per riempire lo scollo, d’inverno
  • con le maniche arrotolate d’estate
  • aperte come una giacchina leggera su una canotta di seta
  • oversize come prendisole
  • come base dei nostri look da ufficio
  • per sdrammatizzare una gonna principesca
  • per aggiungere un tocco

Consigli per gli acquisti.
Una camicia bianca di cotone è un passepartout eccezionale. Ma possiamo valutare anche il celeste, molto raffinato, da scegliere bene nella nuance in base al nostro incarnato (non tutti i celesti sono uguali, così come i bianchi!). Oppure blu o nera. E riflettete sulla variante in seta, che resta sempre una soluzione molto elegante.

Capi basici: la gonna al ginocchio

I corpi femminili, tutti con le loro peculiarità, sono valorizzati dalle gonne, indossiamole! La gonna al ginocchio in una tinta base ben integrata alla nostra palette di colori è un’ancora di salvataggio. Può essere perfetta in ufficio, nel tempo libero e anche per occasioni più formali. La possiamo utilizzare:

  • come parte di sotto per spezzare un tailleur
  • con tacchi, ballerine o stivali
  • d’inverno con le calze 50den, d’estate con gambe nude e sandali
  • con un bolerino di ecopelliccia, un biker di pelle, una giacchina leziosa, la camicia jeans o il top di pizzo: è sempre bella

Consigli per gli acquisti
A tubino per chi ha fianchi stretti, a corolla o svasata per chi ce li ha più abbondanti. Direi nera, ma se il vostro guardaroba vira su altre tinte seguite la vostra palette. È un capo su cui investire, non transigete sulla qualità anche perché potenzialmente potrebbe durare tutta la vita. In fresco lana la mettete tutto l’anno, altrimenti cotone per l’estate e lana per l’inverno.

Capi basici: i cardigan

Il cardigan è un capo molto versatile: meno formale della giacca, ma altrettanto compito. Può cambiare volto se abbottonato o meno, crea linee verticali che allungano la figura.

Li possiamo utilizzare:

  • chiusi con una cinturina per una versione bon ton
  • infilati davanti dietro per una resa a sorpresa (immaginatene uno nero, a V, castigatissimo davanti e scollatissimo da dietro su una gonna a tubino per un primo appuntamento 😉 )
  • annodati alla vita invece che con i bottoni chiusi
  • appoggiati sulle spalle, col primo bottone abbottonato, a mo’ di mantellina
  • con i bottoni chiusi o aperti
  • al posto del maglione, su una canotta
  • sulla camicia, sulla t-shirt

Consigli per gli acquisti
Almeno uno a V e uno a scollo tondo, in colori basic come nero, grigio, navy, latte o beige. Poi procedere a doppiare se ne fate un grande utilizzo. Come per i pullover il cachemire è meglio, ma va bene anche la pura lana. Nel caso del cardigan anche un misto seta che lo rende ulteriormente leggero e, immaginandolo come strato aggiuntivo, non guasta.

Come siete messe con queste altre categorie?
Cosa manca?

Commenti

  1. ah, queste sono categorie in cui il portafoglio non soffre, per fortuna! non porto nè camicie (ne ho un paio di jeans da portare come “sopra”, ma in generale non mi ci trovo proprio) nè gonne (in tutto l’armadio ho una gonna sola, lunga, di lana, e non la uso maimaimai, la gonna mi mette a disagio), invece i cardigan mi piacciono molto ma proprio per questo ne sono ben fornita….ok, giornata risparmiosa, grazie!!! 🙂 posso riempire il salvadanaio in previsione del post sulla borsa a tracolla, che anch’io aspetto con ansia!

    • ok, lo programmo presto!
      ma dimmi un po’: come fai a vivere senza gonne?

      • ah, ci riesco benissimo! è che non ne sento proprio la necessità, ogni tanto magari mi capita di provare un abito o una gonna, ma mi sento un po’ come se dovessi indossare la tuta da astronauta, cioè un mondo lontanissimo! magari, a forza di “studiare” trashic, fra qualche anno me ne compro una 😀 però sulle altre mi piacciono, eh!

  2. Ciao Caia!
    Molto belli questi post!!
    Mi spieghi o mi linkeresti un’immagine di questo concetto del cardigan?
    “infilati davanti dietro per una resa a sorpresa (immaginatene uno nero, a V, castigatissimo davanti e scollatissimo da dietro su una gonna a tubino per un primo appuntamento 😉 )”
    Non riesco a visualizzarlo…..

  3. Tutto chiaro ora 😉
    È un’idea originalissima!!!
    Però non con tutti i cardigan funziona mi sa….

    • certo devi farci l’occhio, io per ora ho provato con un cardigan abbastanza sciancrato nero e l’effetto e’ carino, poi con quello che ti ho linkato e anche con uno piu’ largo modello “da nonno” pero’ aggiornato con una cinturina di cuoio e la spalluccia di fuori… l’effetto era decisamente NON da nonno/nonna. 😉

  4. A questo giro ho tutto, per fortuna. La regola dei 5 pezzi è salva!

  5. E anche questo post me lo devo studiare per bene… mia figlia mi ruba sistematicamente le camicie bianche… devo porre rimedio! 🙂

  6. Caia io adoro le camicie bianche e trovo imperdibili quelle celesti. Che tocco di classe!!!mio padre, quando ero ragazzina, ne aveva una per il lavoro( capitano dei vigili urbani) fantastica. La indossavo d’estate sopra le canotte! che ricordi!!!!!!!!!!!
    Ho scoperto con rammarico (mi auguro di non farti venire i capelli bianchi) che non ho maglioni in cachemire ma solo lana. E troppo grave? scavando tra le bancarelle e i negozi vintage cercherò qualcosa che mi soddisfi.
    Per quanto riguarda la gonna io sono innamorata di questo indumento, perennemente invaghita ed è il mio pezzo forte solo che devo sempre accorciarle un poco perchè essendo piccolina (160 per 52 chili) mi fanno troppo “signora”. Le gambe sono la mia arma di seduzione insieme al sorriso, sul resto devo lavorare!!!!!!!!!!!

    • sulla lana nessun problema 😉 io aborro il sintetico e faccio un po’ la snob con il cashmere, ma la lana e’ un filato ottimo, ci mancherebbe!
      pero’ prova a cercare qualcosa… difficilmente riuscirai a tornare indietro 😉
      bravissima per le gonne: ritoccare gli abiti e’ un’abitudine molto importante per rendere il capo unico e perfettamente “nostro”.

    • ragazze, io ADORO le camicie celesti, ma se le metto sembro il controllore del tram!

      :O

  7. lo avevo letto…accidenti a me!!!
    :O
    ah ieri da falconeri una delle commesse portava un cardigan allacciato dietro!
    😉

    • avra’ copiato da me! 😛
      lo sai che poi ci sono andata?
      sono stata bravissima, ho preso un paio di maglioncini e due sciarpine. e un cappellino che mi ha gia’ rubato Dado.

  8. Mi sa che devo impegnarmi di più sul fronte camicie: non le amo particolarmente, e ancora più detesto stirarle, quindi ne ho pochissime e non le metto praticamente mai! Sono messa meglio a gonne perché, tempo libero a parte, porto praticamente solo quelle: quasi tutte sopra il ginocchio, prevalentemente a tubino e in colori rigorosamente basici, per divertirmi a giocare con il “sopra”. Discretamente fornito anche il reparto cardigan, anche se ammetto di farmi ancora tentare dalle sirene del low cost, per pentirmene tutte le volte: decisamente, ci devo lavorare su…

    • come vedi, poi ci si pente.
      ma non credere che io ne sia immune sol perche’ predico bene: a inizio stagione ho preso due girocollo, tra l’altro in lana, nel reparto uomo zara. vedessi come sono ridotti: tutti slabbrati e senza forma. totale 70 o 80 euro non ricordo. con la stessa cifra compravo ai saldi un pullover o un cardigan in cashmere da falconeri, che non sara’ eric bompard, ma cmq sono made in italy e qualche stagione la riescono ad affrontare senza colpo ferire.

Trackbacks

  1. […] LEGGI ANCHE: I capi base indispensabili nell’armadio. […]

  2. […] nei suoi articoli l’importanza di costruirsi nel tempo un solido guardaroba composto dai propri classici. Ognuno ha il suo stile ed i suoi classici, pezzi che, col tempo e la conoscenza di se, ha […]

Parla alla tua mente

*