Dieta Fuhrman: esempi di menu vegan

La mia dieta prosegue, al momento sono stazionaria con il peso, ma avendo già raggiunto un bel risultato sto transigendo su qualche sfizio non propriamente dietetico sebbene sempre vegan, quindi non mi lamento. Condivido con voi qualche menù particolarmente riuscito che mi ha dato molta soddisfazione.

Quinoa rossa, hummus di ceci e funghi alla piastra

menu-vegani-dieta-fuhrman

Questo menù mi è piaciuto un sacco per vari motivi: è rapido, si può preparare in anticipo ed è gustosissimo. La quinoa rossa è una recente scoperta che credo non mi abbandonerà più, mentre l’hummus è un mio vecchio amore che ora più che mai si è sedimentato nel mio frigorifero. I funghi sono un’ottima pietanza in una dieta vegana perché hanno una consistenza simile alla carne, sono molto saporiti e sostanziosi, ma hanno poche calorie.
Io li ho messi a marinare qualche ora prima con poco olio, tanto limone, sale e pepe e poco prima di sedermi a tavola li ho fatti grigliare. La quinoa era stata preparata la mattina mentre facevamo colazione e lasciata riposare tutto il giorno per finire in padella con olio aglio pomodorini secchi e mandorle spezzettate mentre i funghi si cuocevano. Infine l’hummus ce l’ho quasi sempre in frigo, lo tiro fuori per farlo stiepidire una mezz’oretta prima di consumarlo e lo mangio con finocchio, sedano o carota oppure, quando voglio viziarmi, con crackers integrali fatti da me… vi darò la ricetta, promesso 😉
Se ve lo steste chiedendo quel bacarozzo nero sull’hummus è un’oliva al forno 😛

Risotto con cime di rapa bianca e broccoletti all’agro

esempio-menu-vegan

Anche questa è una cena veloce: i broccoletti erano stati lessati precedentemente e poi fatti stiepidire a temperatura ambiente e conditi con olio e limone. Il risotto invece è stato fatto in pentola a pressione e quindi in poco meno di un quarto d’ora. Volevo consumare le cime delle rape bianche (che avevo tagliato a fette e gratinato in forno con analoghe fette di zucca) e così ho sminuzzato tutto e messo a stufare con un po’ di brodo vegetale di dado (fatto da me), peperoncino, cipolla, una manciata di semi di lino schiacciati e una patata a cubettini. Ho aggiunto il riso e altro brodo e ho chiuso la pentola a pressione. Dieci minuti dal fischio e la cena era servita!

Purè di patate e ceci neri

esempio-menu-vegano

Anche questa una scoperta: i ceci neri! Buonissimi anche semplicemente lessati, ma con un goccino di olio piccante sono una cosa fantastica! Io li ho stesi su questo letto di puré di patate (fatto col Bimby mentre facevo il bagnetto ai pupi) per il quale ho sostituito il late con una bevanda alla soia: anche i bambini l’hanno mangiato volentieri senza accorgersi della mancanza di latte e formaggio che in genere mettevo.
Questo menù si è poi arricchito di una semplice insalata verde con mele smith e aceto balsamico.

Che ve ne pare?

Io sto imparando anche a ottimizzare le preparazioni sfruttando le quantità abbondanti delle cene per velocissimi pranzi del giorno successivo quando sono sola e non ho nessuna voglia e intenzione di mettermi ai fornelli (e neanche a tavola veramente… mangio sulla scrivania :O ) e ci sto veramente prendendo gusto!

Se avete spunti condividete e fatemi sapere se avete provato qualche ricettina 🙂

Commenti

  1. Gnamm! Sembra tutto gustosissimo e super light. Al di la’ della possibilità di smaltire qualche chiletto, approfitterò sicuramente di questi spunti per variare la dieta. E poi sono curiosa di provare la quinoa. Grazieee

  2. Ciao Caia!
    Anch’io, dopo aver letto i tuoi post, da due settimane ho intrapreso questa dieta con mio marito per eliminare qualche chiletto. Mi sono comprata il libro e devo dire che l’entusiasmo c’è. Oltretutto io ho i valori del colesterolo un po’ alti quindi tra qualche settimana vorrei rifare le analisi del sangue per vedere se ci sono risultati.
    Lati positivi: si mangia in quantità e cosine davvero buone. Io da anni soffrivo di sonnolenza e difficoltà di digestione dopo i pasti e come x magia dal primo giorno non so più cosa siano. Energia alle stelle tutta la giornata.
    Lati negativi: non siamo scesi di peso un granchè, ma sono solo 2 settimane e non abbiamo fatto molto movimento. Si deve cucinare molto e di tempo ce ne va ma ci si può organizzare (a me piace cucinare x fortuna). Qualche problemino intestinale ma credo sia una fase di assestamento.
    Morale della favola: sono curiosa di andare avanti e vedere quel che succede.
    Ti chiedo un consiglio: mi sai dire più o meno la quantità di carboidrati che assumi al giorno? Io a colazione la frutta proprio non riesco a buttarla giù e mangio qualche galletta di riso, credo che questo incida. La frutta la prendo x merenda, va bene secondo te?
    Grazie anche delle idee sfiziosissime! 🙂

    • Sulla perdita di peso ti dico: io le prime settimane mangiavo solo due fette biscottate integrali a colazione, poi andavo di surrogati a base di farine di legumi. Ho proprio evitato i cereali e ovviamente sono calata un sacco. Volevo avere una soddisfazione immediata e l’ho avuta, ma poi ho reintrodotto i cereali a pranzo in quantita’ anche 100gr di pasta di kamut o integrale, o riso integrale o cereali alternativi (farro orzo) e di sera invece una quantta’ inferiore… per esempio faccio quelle polpettine che avrai visto in cui mischio cereali e legumi, o mangio un po’ di pane azimo o crackers integrali come accompagnamento, quindi forse non supero i 30/40 gr.
      Frutta ti consiglio di mangiarne di piu’, va bene a merenda ma in totale dovresti mangiare 4 frutti al giorno (per me e’ difficile non sono mai stata una fruttarola, ma mi auguro di migliorare ora che comincera’ ad arrivare la frutta buona 😛 ) quindi prova ad aggiungere un frutto anche a colazione dopo la colazione normale (con le tue gallette etc) oppure nelle insalate, o a fine pasto. in questa dieta sarebbero sconsigliati i fuoripasto anche se a base di frutta e invece e’ consentita la frutta nel pasto. insisti 😉 anche perche’ aiuta molto a sentirti sazia, perche’ la frutta fermenta.
      Sulla perdita di peso ti confido anche un’altra cosa. quando sono a dieta io mi peso tutti i giorni, lo so che non si fa, ma io lo faccio e amen.
      una cosa che ho notato con questa dieta (e che ha riscontrato anche mio padre che la sta facendo con me) e’ che per una settimana 10 gg magari il peso e’ costante, pare quasi che hai delle oscillazioni in aumento, invece poi una mattina bum hai perso un chilo tondo tondo.
      quando in passato ho fatto altre diete son sempre dimagrita in maniera costante tipo due etti al giorno.
      ora sara’ anche da pazze psicopatiche, ma comunque era per dirti che magari adesso ti sembra che non hai perso un granche’, ma amagari la settimana prossima ti trovi due chili in meno.
      io nelle prime sei settimane ho perso 6 chili senza fare troppi sacrifici. adeso ho reintrodotto una volta a settimana il pesce e poi ogni tanto, se capita, mezzo uovo in un impasto non faccio tragedie, ma siccome voglio dimagrire ancora qualche chilo sto continuando piu’ o meno con questo regime, transigendo su qualche sfizio tipo qualche tarallino o qualche cottura meno light, ma la verita’ e’ che sto bene mangiando cosi, mi piace mangiare principalmente vegetali, quindi continuo tranquilla per questa strada, pesandomi anche un po’ meno spesso 😉
      La sensazione che ho questa volta (avendo alle spalle tante e tante diete) e’ che stare a dieta mi piace. non sto soffrendo, sto mangiando bene, vario e in quantita’. mangio cose sfiziose, saporite e condite come mi piace. devo stare attenta ai cereali, ma alla fine se mi autoregolo evitando i raffinati, viene quasi naturale riuscire a mangiarne meno (perche’ spesso vuol dire doverle fare in casa e quando finiscono aspettare di poterle rifare). cioe’ mi sembra un approccio all’alimentazione piu’ sano, ma anche alla cucina, autoproducendo molto per mangiare bene, sano e risparmiare un po’, che mi porta a amngiare meno e quindi dimagrire. non so se sono riuscita a spiegare bene. tipo che se faccio i crackers in casa che sono buonissimi, magari appena fatti ne mangio tanti, il giorno dopo son quasi finiti e poi amen, devo aspettare l’attimo di poterli rifare nel frattempo mi arrangio pensando che nessun surrogato mi soddisfarrebbe altrettanto, quindi meglio aver pazienza e aspettare i miei crackers 😉
      Fammi sapere come procede
      un abbraccio

  3. Ciao Caia
    complimenti per il tuo successo nella dieta. Posso chiederti qual è il tuo gruppo sanguigno?
    La mia amica con quetsa dieta non è riuscita a perdere peso, perchè poi ha scoperto di avere il gruppo sanguigno che necessita di proteine animali..ecco volevo avere un tuo ritorno prima di mettermi sotto.
    Un abbraccio e continua cosi>!

Parla alla tua mente

*