Cambiare look

cambiare-look

Quando arriva la primavera abbiamo un solo desiderio: cambiare look e (ri)trovare il nostro stile!

L’inverno ci porta spesso a imbacuccarci per ripararci dal freddo e dalla pioggia, svilendo talvolta la nostra voglia di mostrare creatività anche con l’abbigliamento e nascondendo la nostra femminilità. Ma quando l’aria stiepidisce e gli uccellini cominciamo a cantare la bellezza sembra rifiorire e noi ragazze (fiu fiu fiu) dobbiamo seguire il trend.

Voglia di rinnovamento, di spazio fisico e mentale, di ordine creativo da riempire con nuovi stimoli e magari una bella gonna fiorata, voglia di cambiare, semplicemente, per intraprendere nuovi percorsi e sentirci diverse, assecondando la naturale poliedricità femminile.

Bene. Come si fa?

Pulizia dell’armadio

Ogni rivoluzione comincia sempre dal guardaroba, dalla scarpa che scegliamo di indossare o dal foulard che ci farà da schermo, quindi prendiamoci una giornata libera e rimbocchiamoci le maniche.

Dobbiamo essere perfettamente consapevoli di ciò che abbiamo, di ciò che ci piace e di ciò che ci calza a pennello. Dobbiamo tenere sulle stampelle e sui ripiani del nostro guardaroba solo ciò che ci soddisfa e che ci rispecchia in questo momento. Non dico di disfarci del resto (la donna è mobile, non si sa mai), ma possiamo riporlo con ordine e garbo in scatole da tenere fuori dalla portata al fine di non ingombrare e distogliere l’attenzione da ciò che incarna il nostro cambiamento.

Osservazione e studio di trend e streetstyle

Parallelamente e potenzialmente all’infinito dobbiamo metter via idee, suggestioni, look che ci piacciono, capi che hanno acceso una scintilla in noi.

L’ho scritto anche altrove: date un’occhiata a Pinterest, è un ottimo strumento per fare questo lavoro!

Cominciare a creare il nuovo look

Una volta liberato il campo fisico di tutto ciò che non ci rappresenta in questo momento, avremo anche presente le eventuali lacune del guardaroba. Cominciamo da quelle! E sempre con l’idea che le metamorfosi non durano un giorno, ma ci potranno accompagnare per mesi, anni. Del resto è anche quello il bello: avere la sensazione che niente è immobile, tutto muta e noi ci troviamo al centro di un flusso positivo di cambiamento!

cambiare look

Tornando alla pratica: avete notato che ciò che vi manca sono dei validi top? Andate alla ricerca di un capo che rispecchi la vostra nuova immagine e provate ad abbinarlo e mixarlo con quello che avete: di sicuro questa mossa farà sì che la mutazione sia graduale, scansando l’effetto mascherata. Non solo, vi permetterà di fare shopping mirato, restare in budget e avere sempre tutto sotto controllo!

Nel corso degli anni, e soprattutto con la maternità il mio stile è molto cambiato. Oltre ad essere più consapevole del mio corpo che significa non aver più sciocche paranoie su alcune parti del mio fisico, ma anche aver acquisito qualche trucchetto per camuffare i miei difetti ed evidenziare i miei pregi, ho reso il mio guardaroba molto più ‘compatto’. Voglio dire che è molto più omogeneo, più funzionale perché i capi si integrano meglio nel tutto e si riescono ad abbinare con più facilità. Probabilmente mi sono anche basicizzata molto e mi sono fermata a una palette più ristretta, ma credo faccia parte della consapevolezza di cui sopra (ho capito che alcuni colori mi stanno peggio di altri, per esempio, e allora perché sceglierli?), ho introdotto molto nero che prima era quasi assente, perché mio malgrado ho dovuto acconsentire all’aspetto pratico e chic di questo colore, se ben usato. Ma tutto sommato sono decisamente più soddisfatta del mio look e del mio stile che nel loro bipolarismo credo che mi rappresentino molto.

Insomma, tutto quello che dalle prime lezioni di stile vi ho raccontato è stato un percorso personale per trovare il mio stile ed essere soddisfatta del mio look. Adesso sento di essere arrivata a uno stadio di appagamento moderato, salvo perdere la testa a cadenza stagionale per qualche irrinunciabile dettaglio!

E voi? A che punto siete?
Avete trovato il vostro stile?
Siete soddisfatte del vostro look?

Commenti

  1. Io ho creato una cartella outfit sul mio pc dove metto sia le idee che trovo sul web sia le foto che mi faccio quando sono particolarmente contenta di un abbinamento che ho fatto per non dimenticarlo!

  2. Io no, nonostante non mi perda neanche un tuo post riguardante le lezioni di stile. Il mio problema è che poi non passo dalla teoria alla pratica, ma mi fermo a leggere e ad ammirare i tuoi look.
    Cosa mi frena? Forse il fatto che non mi piaccio, che vedo tutti i difetti e poi uso i kg in più post gravidanza per perdere tempo, perchè non voglio comprare nulla di questa taglia :-(. E il tempo che non c’è mai, ma così sto “insegnando” male ai miei figli, perchè è giusto prendersi cura di se stessi. La tua socia ha scritto una frase bellissima: cercare di essere la più bella versione di se stesse; ma io delle volte mi demotivo, perchè la più bella versione di me stessa è comunque molto lontano da ciò che vorrei. E trovo più “facile” non occuparmi del mio aspetto, ovviamente con risultati disastrosi e di gran trascuratezza :-(. Oggi gira così.
    Tu invece sei bella e anche magra (e quando dici il contrario mi sembra impossibile date le foto).
    buona giornata
    fra

    • Cara Francesca, io leggo nel tuo sfogo già tutte le risposte. Sei tu che vedi i difetti, senti i tuoi chili ed è una fortunaperché sulle tue percezioni c’è margine di lavoro.
      fai bene a non comprare molto della tua taglia in cui non ti senti rappresentata, ma trova delle strategie, perché se è vero che dimagrendo potresti vederti meglio è anche vero che vedendoti carina e curata potresti innescare un circolo vistuoso che riesca a farti dimagrire, se il peso rappresenta per te un primo scoglio per raggiungere la migliore versione di te stessa.
      tempo fa scrissi un articolo proprio sul guardaroba temporaneo, fatto di pochi pezzi che mi permettessero di vestire sempre bene, sentirmi carina, essere curata, senza andare in bancarotta e senza fare investimenti dalla vita breve visto che mi ripromettevo di dimagrire (riguardo me, ho raggiunto il mio obbiettivo. la foto di ieri mi ritrae adesso, sette chili in meno rispetto a quest’inverno quando ho cominciato la mia dieta e ora mi sento bene, non uso il termine magra perché non ha senso… forse ero magra anche con 7 chili in più, ma non ero io. ora sono tornata me e sto bene innanzitutto nella mia pelle,poi anche nei miei vestiti).
      Tornando a te, forse non ti piaci, ma come fai a piacerti se non tiri fuori il lato più luminoso: se dovessi andare a un primo appuntamento con un uomo che vuoi conquistare che faresti? burqua e capelli unti? immagino di no. Ogni mattina pensa questa cosa: vado a conquistare la persona più importante della mia vita, vado a conquistare il suo amore, vado a conquistare me stessa! Non farti trovare impreparata!
      Mi faccio un po’ di pubblicità: nel libro appena uscito c’è una parte iniziale che parla di questo, cosa c’è alla base di ogni buon look: ci sei tu. la persona di cui prendersi cura.
      Parti da quello che hai: i capelli, la pelle, le mani, i piedi, le unghie. Scegli un buon taglio che ti permetta di tirar fuori un piglio interessante e che possibilmente tu riesca a manutenere ogni giorno anche da sola, fai bagni e docce profumate, metti tanta crema, cerca di tenere sempre lo smalto su mani e piedi. Ci vuole tempo? Non poi così tanto.
      E poi esci, vai a camminare, basta davvero mezz’ora al giorno per vedere i risultati senza neppure toccare l’alimentazione.
      Io non ho mai amato lo sforzo (dio mi scampi e liberi da sforzo e sudore). Ho iniziato che correvo due minuti ed ero da buttare nel cassonetto. Ora corro 40 minuti col sorriso. Lo sport, la corsa per esempio, genera un tale bagno di endorfine che non solo sarai felice, ma ti vedrai bellissima.
      Noi siamo qui, mi auguro con tutto ilcuore che la primavera ti porti una bella inversione di marcia!
      Coraggio!

      • Grazie delle tue parole di incoraggiamento; verrò a leggerle tutte le volte che mi prende la voglia di arrendermi. E prima o poi mi conquisterò, anche se mi sa che è più difficile di conquistare gli altri!
        Comunque i bagni e le docce e la crema (le creme per viso, corpo, capelli, smagliature) non mi mancano eh, così per precisare! Mentre sullo smalto devo confessarti che non mi piace e che il mio ideale in fatto di unghie delle mani rimarrà sempre una mia prof del liceo che le aveva curatissime e perfette – tutte uguali limate squadrate leggermente un po’ lunghe ma assolutamente non troppo, ma senza smalto. Non ho mai visto un’altra donna con le unghie perfette, ma senza smalto (ovviamente apparte quando ci riesco io, che però ho unghie che non collaborano e appena messe a posto si sfaldano). Lo so che la moda è diversa, ma il mio stile sarebbe quello per tutto: apparentemente naturale e molto molto basic eppure super femminile ed elegante. Solo che al momento mi sembra difficilissimo da raggiungere, proprio perchè è uno stile che non maschera. I diversi strati non sono proprio nelle mie corde e io vorrei essere bellissima con un jeans e una maglietta di cotone, e senza trucco.
        E’ meglio se mi metto a camminare ….
        fra

        • lascia perdere la moda, non è proprio quello il punto.
          piuttosto sono contenta di leggere che tu hai le idee molto chiare rispetto al tuo look.
          avere mani curate, unghie ben limate, ma naturali è un aspetto molto bello. e ci sono molte trendsetter che vanno in questa direzione di minimalismo.
          anche per le unghie io non credo che sia lo smalto a fare la differenza ma la cura. come tu stessa hai detto la tua insegnante le aveva corte, sì, ma sempre ben limate e con un “impronta” molto personale.
          Poi ricordati sempre che dire jeans e maglietta di cotone non vuol dire niente. i jeans, così come le t-shirt possono avere mille fogge ed essere perfetti per valorizzare il tuo corpo, oppure “sbagliati” ossia tagliati per altre forme e quindi rendere male il tuo corpo.
          io uso tantissimo i jeans, ma trovare quello che mi calzi davvero bene è un’impresa e probabilmente una volta trovato non sarebbe lo stesso giusto per te.
          PArliamo del senza trucco: va bene, puoi anche uscire senza trucco, io lo faccio spesso, soprattutto quando mi sento molto figa o molto cessa. nei giorni via di mezzo mi trucco. però devo ammettere che quando mi trucco sto meglio e non parlo di mascheroni, parlo di un leggero velo di BB cream che uniforma la pelle e un tocco di mascara che delinea gli occhi. stop. ultimamente non trucco gli occhi e metto solo il rossetto rossissimo. ma questa è un’attitudine personale, non lo dico per fare lo stesso.
          ti dico però che un conto è voler apparire acqua e sapone, che fa parte del tuo stile, della tua idea di bellezza. un conto è voler davvero andare in giro senza trucco dai trenta in su.. 😛 veramente poche dove se lo possono permettere riuscendo anche ad apparire fresche e acqua e sapone. io acqua e sapone ho generalmente l’impronta del cuscino sulla guancia e le prime piccole rughe con i catari frangenti della serie “siamo quiiii”.
          insomma, ok lessi is more, ma poi non possiamo neppure pretendere da madre natura i miracoli!!!
          un aiutino mi sembra doveroso 😉
          dai su, cammina, fai bene, mette in circolo tanta endorifina :*

          • Sì purtroppo lo so che dire jeans non vuol dire nulla e che trovare quelli che calzano bene è un’impresa … io poi li vorrei già nell’armadio, che la ricerca non mi appassiona e anzi mi rende molto frustrata (visto che di solito non calzano per niente bene, mentre la commessa di turno vorrebbe convincerti del contrario … io mi fido molto del marito che non mente mai).
            Sul trucco potrei/dovrei cercare il prodotto giusto per la mia pelle difficile, che dovrebbe assomigliare il più possibile ad una crema o ad un gel perchè gli altri prodotti tipo fondotinta mi danno fastidio e se metto il mascara sono sempre con le dita negli occhi: forse dovrei provare i “trucchi minerali”. Per il resto sono stata truccata bene solo il giorno del matrimonio e le foto parlano da sole: sì ero molto molto molto più bella; non ho altre foto così. Vedremo, ci devo lavorare molto. Il capitolo trucco è proprio il peggiore di tutti.

  3. io prima di tutto mi sono concessa una coccola: ho comprato il tuo libro (mi piaceeeeee)!!! per l’armadio c’è tempo, in questi ponti pasquali mi metterò al lavoro! e infatti stavolta ho deciso di procedere “al contrario”, quindi stamattina che non ero in ufficio mi sono fatta un bel giretto di vetrine, solo di pura consultazione, per trarre varie ispirazioni, poi nei prossimi giorni mi prenderò il tempo di valutare tutto quello che c’è nell’armadio, cercando comunque di riutilizzare il più possibile, al momento per fortuna la spring wish list è molto corta….speriamo che duri!

    • Innanzitutto grazie per aver preso il libro…. aspetto feedback! ^.^

      E poi complimenti per questa bella energia propositiva!

      • per ora ti posso dire che mi piace moltissimo! lo trovo stimolante, che non so se è un aggettivo che sta bene riferito ad un libro, però è quella la sensazione che ho provato, di stimolo a curiosare nel mio armadio, a fare spazio ma anche a valorizzare quello che ho già, ad amare sempre di più i miei pezzi forti e a trattarli bene per farli durare più a lungo possibile! e anche se sono ancora a un terzo del libro, un buon 9 per il momento te lo sei meritato davvero! quello che ti farà arrivare al 10 è la chicca finale del glossario e sono sicuramente tutte le ricerche che hai fatto che sono davvero (davvero!!!!) interessanti, brava omonima!!!!

  4. Adoro adoro adoro… te e queste cose che ci incoraggiano ad avere più stima di noi, più amore e più cura della nostra persona, del corpo, ma non solo.
    Sto leggendo il libro, eh, curiosando nei vari argomenti, senza una vera logica… me ne sono innamorata subito e ne ho anche parlato ^_^ ovviamente benisssssssimo ^_^
    Per quel che mi riguarda, ci sto lavorando parecchio: correre, alimentazione, capelli, colore… sì, ce la sto facendo ^_^

  5. Caia mi dai info sul tuo libro? titolo e casa editrice. Voglio “correre” a comprarlo!!!!!!!!!!!!!

Parla alla tua mente

*