Come scegliere un carré di Hermès

faune-lettrée-carré-hermèsTra gli accessori che più amo ci sono senz’altro i foulard. E ora che ho raggiunto una certa età e anche una sicurezza maggiore rispetto al mio corpo e il mio stile, mi sono tuffata senza pentimento nel mondo incantato dei carré di Hermès, con il mio primo amore l’Ex libris en Kimonos e ora con un nuovo piccino che mi ha tolto molte notti di sonno.

Così mi è venuto in mente di raccogliere i pensieri in un post: come scegliere un carré di Hermès (e renderlo il miglior pezzo del nostro guardaroba)?

Un carré di Hermès non è certo l’accessorio da acquistare ogni mese a seconda dell’umore, piuttosto un gioiello da regalarsi o farsi regalare legandolo a un momento esclusivo, a un traguardo straordinario o a una relazione speciale.

Il fattore economico poi è fondamentale, perché è un piccolo investimento che dispiace lasciar nel fondo dell’armadio in previsione di chissà cosa, mentre è molto più proficuo indossarlo spesso, indossarlo sempre, farne un proprio marchio di stile, ammortizzando il suo costo.

Come vi ho raccontato spesso la mia politica è: spendi tanto per ciò che usi allo sfinimento o che conserverai per (quasi) tutta la vita, risparmia e buttati sul low cost per sfizi stagionali o mode estemporanee. Per me gli accessori in genere si concentrano nella seconda categoria (tranne le borse), ma nel caso dei carré faccio volentieri un’eccezione: un quadrato di seta di Hermès si inserisce nella parte più sentimentale del guardaroba e vale l’investimento.

Mentre la prima volta, la scelta del mio carré è stata gioiosa e istintiva, questa volta le cose si sono complicate, tanto che ho dovuto interpellare varie amiche per giungere a una conclusione felice e permettermi di stilare delle regole per la scelta del quadrato di seta giusto.

3 regole per la scelta del tuo carré o foulard perfetto

  • Legalo a un vissuto, un’emozione, una relazione. Nel mio caso ho studiato tutte le storie dietro ogni quadro, eliminando le stampe a tema equestre che non mi appartengono. E poi ho focalizzato due preferenze: il Faune Lettrée e Au Coeur de la Vie.
  • Provalo, sceglilo addosso! Il foulard deve essere bello in sé, d’accordo, ma deve innanzitutto donare al viso: deve avere i tuoi colori, che ti facciano risplendere, quindi sconsiglio l’acquisto a distanza a meno di non aver già avuto modo di vederne le nuance accostate all’incarnato.

LEGGI ANCHE: Un Carré al Giorno.

  • Innamorati! Non faticare troppo a pensarne gli abbinamenti: un carrè deve abbinarsi a te! Deve darti quello sfarfallìo nella pancia che ti impone di portarlo sempre con te!

LEGGI ANCHE: Il piccolo foulard.

Io alla fine ho scelto per il Faune Lettrée per festeggiare un anno decisamente ricco di lettere!

abbinare-un-foulard

Commenti

  1. Amo i foulard di Hermes dall’adolescenza. Li ho sempre guardati e desiderati, senza però mai decidermi per uno. La vera causa forse è che non sono capace a indossarlo. So che Hermes fa dei corsi per imparare a portarli. Chissà che prima o poi mi decida… Grazie per i consigli utilissimi!

    • Già su Trashic ci sono un sacco di ispirazioni per annodare i foulard e poi l’anno scorso ci fu una bella iniziativa di alcune blogger che poi hanno ospitato anche me per un nodo e che è diventata un tumblr http://foulards-a-nouer.tumblr.com/
      e poi… basta un po’ di pratica per capire quale ti dona di più! 😉

  2. Ma tu guarda le coincidenze (o forse non sono affatto coincidenze…)
    Per il mio compleanno il marito mi ha regalato il mio primo carrè Hermès e ho scelto… Au coeur de la vie!
    Sono rimasta incantata dalla meraviglia del disegno della foresta tropicale, dai fiori, dalle farfalle e dai pappagalli. Ero in dubbio sul colore, perchè ero attratta in modo irresistibile dalla versione sui toni del verde e con il bordo arancione Hermèse che mi sembrava troppo squillante rispetto ai miei soliti look. Alla fine ho buttato alle ortiche la razionalità e ho fatto bene! L’arancione sta benissimo sul grigio e sul blu, che sono i miei colori base! Lo indosso spesso, almeno un paio di volte a settimana, e non mi ha ancora stancato.
    Bellissimo anche il faune lettrèe, che invece io non avevo preso in considerazione (mai stata capace di scirivere un libro, purtroppo!)
    P.S. vedo che hai cambiato taglio di capelli! Stai molto bene, anche se a me piacevi pure con il taglio cortissimo…

    • quel carrè è strepitoso, miaveva conquistato e l’avevo preso proprio in quel colore, ma davvero risultava molto simile al mio ex libris quindi temevo che l’avrei utilizzato tantissimo penalizzando il ‘vecchio’ e mi dispiaceva troppo, così mi son decisa per quest’altro che ha colori totalmente diversi e quindi lo indosso esattamente tutti i giorni, quando non metto l’altro ovviamente 😛

      (anche per me è stato il regalo di compleanno di mio marito hehehe)

      • tranquilla che a breve ritaglio tutto… piacciono anche a me a giornate alterne, ma non sono pratici quanto ho bisogno che siano per le mie corse… in tutti i sensi)

      • ex libris….
        faune lettré…
        hai notato come ci sia un filo conduttore fra i tuoi carrè?

        io ne ho uno di hermes e un altro paio vintage presi in scozia di altre case…li adoro. li trovo eleganti, versatili, ravvivano un look serio da ufficio dandogli colore oppure rendono raffinato un outft più sportivo….
        insomma, W il carrè

        🙂

  3. Sono molto belli, ma il loro costo si avvicina troppo alla rata del mutuo di casa e finché sarà così potrò solo sognarli! Sempre molto bella, complimenti!!!

  4. Posso fare una domanda sfacciata?
    Quanto può costare all’incirca?

  5. sempre adorati, anche quelli di Ferragamo che secondo me ha stampe stupende, ma mai portati, mi sentivo una sciura (una signorotta ).
    Fino a quest’inverno quando mi sono portata a casa quelli della mia nonna, tutti in seta, alcuni firmati e altri no. Sarà il carico affettivo ma li uso molto

Trackbacks

  1. […] mai che sono vestita come il giorno del mio compleanno? Io stessa non l’avrei detto, […]

  2. […] come sapete che mi piace da impazzire, che sia una sciarpina attorno al collo o un articolato nodo da carré, il foulard è un accessorio che fa subito primavera, leggero, colorato e dalla forte personalità […]

Parla alla tua mente

*