Come prevenire ed eliminare i peli incarniti

come-prevenire-eliminare-peli-incarniti-scrub

I peli incarniti sono un fastidioso e antiestetico problema che colpisce le zone del corpo sottoposte a depilazione e rasatura; negli uomini i peli incarniti saranno presenti sul viso in corrispondenza di mento, guance e collo cioè le zone trattate quotidianamente con il rasoio, mentre nelle donne questa problematica toccherà la zona dell’inguine, delle gambe e delle ascelle.

Perché i peli si incarniscono?

Dopo essere stato eliminato, con ceretta o epilatore elettrico, o dopo essere stato reciso, con rasoi e lamette, il pelo ricresce e spesso capita che si sviluppi in direzione sbagliata, non crescendo quindi verticalmente e dirigendosi verso l’esterno, ma rimanendo incastrato sotto la pelle.

Soprattutto se si utilizza il rasoio come metodo di depilazione, questo accadrà molto facilmente perché le lame provocano dei micro tagli e piccolissime lesioni che saranno curate naturalmente dal nostro corpo creando così tessuto cicatriziale che occluderà lo sbocco del pelo.

Come prevenire i peli incarniti?

Evitate di usare il rasoio e preferite dei metodi di epilazione più dolci come la ceretta e gli epilatori elettrici. Se non potete rinunciare alla lametta allora fate attenzione nell’utilizzo di questo strumento per rendere il tutto più delicato: ammorbidite sempre la pelle prima della rasatura con acqua calda e sapone (la pelle secca è più soggetta a tagli e lesioni), idratate bene la pelle dopo la rasatura in modo da ammorbidire le punte dei peli appena tagliati, non esercitate troppa pressione durante la rasatura.

Come eliminare i peli incarniti?

Per eliminare i peli incarniti è sufficiente esfoliare abitualmente la pelle. Eliminare le cellule morte e il tessuto cicatriziale permetterà ai peli di crescere verso l’esterno, nel loro canale pilifero, senza incontrare ostacoli.

Il mio consiglio è quello di fare almeno una volta a settimana uno scrub su tutto il corpo e ripeterlo 2-3 giorni prima della depilazione (in questo modo aiutiamo i peli che sono rimasti incastrati a venir fuori ed essere eliminati) e rifarlo 2-3 giorni dopo (così eliminiamo lo strato di cellule morte che può formare una sorta di tappo che occlude lo sbocco del pelo).

Uno scrub facile, efficace e casalingo è composto da: farina di cocco, zucchero di canna, olio di mandorle dolci e miele.
La farina di cocco esfolia delicatamente, senza irritare la pelle; lo zucchero di canna ha dei granuletti più duri e maggiormente scrubbanti rispetto alla farina di cocco; l’olio di mandorle dolci è un ottimo idratante, rassodante ed elasticizzante, è ricco di vitamine, proteine e sali minerali, lascia la pelle vellutata e lenita; il miele è un concentrato di magnesio, potassio, vitamina C e vitamine del gruppo B, è emolliente, cicatrizzante e lenitivo.

Ci serviranno quindi 3 Cucchiai di farina di cocco, 1 Cucchiaio di zucchero di canna, 2 Cucchiai di olio di mandorle e 1 Cucchiaio di miele. Mescolate il tutto fino a quando tutti gli ingredienti non saranno ben amalgamati tra loro e applicate sotto la doccia, su pelle umida, dopo aver lavato con sapone.
Massaggiate a lungo insistendo sulle zone ruvide e lì dove ci sono più peli sottopelle; sciacquate solo con acqua così l’olio rimarrà sulla pelle e non avrete bisogno di ulteriore idratazione dopo che vi sarete asciugate perché la pelle sarà morbida ed elastica.

Parla alla tua mente

*