Festival di Cannes: i vestiti più belli

Cannes 2014: 14-25 maggio. Sono 11 giorni, che vuol dire un sacco di vestiti: vestiti da giorno, vestitoni da sera, mise bizzarre e chi più ne ha più ne metta. Mi limiterò quindi a fermare quel che mi ha colpito scorrendo i vari report dalle passerelle e dai photocall di questi giorni.

Vestitoni

Come agli Oscar: Cannes è un’occasione ghiottissima per indossare vestitoni che sembrano delle Saint-Honorè. Io che non amo i meringoni nemmeno per i matrimoni non ne ho messo nemmeno uno, ma ce n’erano assai. Che ne pensate invece di questi?

Cannes-2014-vestiti-più-belli

 

Una menzione speciale per Jessica Chastain: non sbaglia un colpo, e dire che non è facilissimo azzeccare i colori giusti per una rossa. Qui è vestita Atelier Versace (bluette) ed Elie Saab (lilla). Bellissime anche Blake Lively (quarta della prima fila) in Gucci e Sonaam Kapoor in Annamika Khanna (l’indiana vestita da indiana, per capirci).

Menzione “finalmente un Cavalli che mi piace”: quanto sta bene il vestito bianco con schiena a sorpresa su Gong Li?

Quale vi piace di più?

 

Vestiti da giorno

Che non di soli abiti da sera si vive. Si può essere glamour anche in corto, anche in vestito “da giorno”. Guardate un po’ qua, possiamo cogliere qualche ispirazione anche alla nostra portata.

Cannes-14-vestiti-da-giorno

Bello e donante il Gucci di Alice Braga, mi piace anche l’abbinamento con l’oro delle scarpe, ma il plateau così alto mi sembra un po’ sgraziato. Hillary Swank ha un vestito Bottega Veneta che trovo assolutamente perfetto: bianco illuminante vicino al viso, più scuro sotto, il drappeggio giusto e la botta di colore. Jessica Chastain abbina al vestito nero di McQueen delle bellissime scarpe colorate, mentre Mia Wasikowska indossa un completo Valentino con gonna a pieghe rigata (bellissima!), ma secondo me sbaglia le scarpe (e sono calze quelle???). Camicia più hot e gonna tra il broccato e il laminato (da divano di C-3PO), sempre Valentino, per Riley Keough. Ruth Crilly in Christian Dior con scarpa metallizzata scacciaragni e Salma Hayek in bicolore nero-fuxia – con scarpe coordinate – di Bottega Veneta. Infine, uno spazio per due foto da quanto mi è deperita, Sofia Coppola in – rispettivamente – Michael Kors e Valentino. Bellissimi entrambi, ma il primo vestito le copre gli sgambirulini e lo preferisco.

Pantaloni

In questo viavai di dive ho notato tanti pantaloni. Evvai. Vediamo un po’.Cannes-2014-dive-in-pantaloni

Qui secondo me vittoria netta di Cara Delevingne (foto grande) e Chloe Moretz, entrambe in Chanel. Vogliamo parlare della bellezza di quel cappello arancione? Ecco, parliamone.

Photo credits: tutte le foto via RCFA.

Commenti

  1. a me piace il secondo dei vestitoni, ma in verità mi paice molto la signorina che vi è contenuta, quindi forse mi lascio influenzare
    😉

  2. no dai il vestitone con le mani in tasca non si può vedere!!

  3. No, ma nessuno che dica una parola sull’abito giallo evidenziatore con il cappuccio. Ma il CAPPUCCIO??? Ma che scherzo è?
    A fiuto si tratta di qualcosa che ha a che fare con una signora dall’età indefinita bionda e con tante labbra.
    Ma potrei sbagliarmi.
    Di sicuro la malcapitata ha scordato la stylist a casa.

    • Hai beccato l’intruso 😀
      Hai fiutato bene. Lei secondo me voleva attirare l’attenzione, e direi che c’è riuscita perfettamente. Quest’anno c’era più di un vestito giallo, li ho volutamente ignorati. Questo no, questo l’ho messo. La nota sbagliata. 😀

  4. Proprio ieri sera ho rivisto in tv la fiction sulle sorelle Fontana, quelli si che erano vestiti e come erano belle, curate e davvero eleganti le donne a quei tempi, adesso si vedono certi orrori che davvero viene da chiedersi se queste vip ce l’hanno uno specchio a casa, o se alla stylist era rimasta la cena sullo stomaco!

    • Bisogna vedere qual è lo scopo che si sono prefisse. Magari non è “essere eleganti”. Magari è stupire, essere ricordate, essere notate, far parlare. O cambiare immagine rispetto a prima, riposizionarsi. Considera che un’attrice, o una modella, non è una persona quando è su un red carpet: è una marca. Il vestito serve a posizionarla.

Parla alla tua mente

*