La Mamma Perfetta

 

la-mamma-perfetta-recensione

Ma la Mamma Perfetta esisterà?

Antonella Pfeiffer con questo suo libro “La Mamma Perfetta” descrive in modo semplice, chiaro e in tono ironico la figura femminile su cui regge la famiglia, una famiglia che può esser con o senza figli.

Per Antonella Pfeiffer le donne d’oggi possono essere:

  • donne in carriera e basta
  • donne in carriera conviventi con uomini divorziati con figli e che non vogliono altri figli,
  • donne single in carriera che odiano le colleghe con figli,
  • donne amanti di turno,
  • donne che “Io ho il mio gatto e sto bene così”,
  • donne che non possono avere figli e donne con figli.

E da quando poi la donna è mamma lei le titola così:

  • mamme come mia mamma,
  • mamme single,
  • mamme casalinghe a tempo pieno,
  • mamme che lavorano a tempo pieno,
  • mamme che lavorano part-time,
  • mamme che “Ogni bambino ha i suoi tempi”
  • mamme-peso,
  • mamme che “Il mio sa già fare tutto”,
  • mamme troppo apprensive,
  • mamme che” Intanto si temprano”,
  • mamme che si lamentano sempre,
  • mamme che”Figlio unico?Nooo”,

Incuriosita nella lettura d’arrivare alla rappresentazione di me come tipo di mamma, ho sorriso più volte alle descrizioni fatte dall’autrice sugli avvenimenti che almeno una volta nella nostra carriera di donna/mamma ci sono accaduti.

” Ah, ragazze! Ho saputo che c’è stato un caso di pidocchi nella nostra classe. Controllateli anche dietro le orecchie perché le uova si annidano lì.

“Caspita, stasera lo controllo anch’io…Ma poi, scusate, i pidocchi si  attaccano più facilmente nei capelli puliti o in quelli sporchi?”

“Secondo me in quelli sporchi perché in quelli puliti probabilmente scivolano.”

“Dai Manu, non dire cavolate, mica ci passi la cera!”

Fare oggi la mamma è decisamente ingarbugliato, dividersi tra figli, casa, lavoro, marito e chi più ne ha più ne metta non è cosa da poco e menomale che esisto poi le amiche, ancore di salvezza nei momenti più bui e con le quali riesci a sentirti comunque “normale”.

“La mamma perfetta” è un insieme di pensieri messi nero su bianco, quei pensieri che tutte le mamme si pongono e che se confrontati anche solo difronte ad una tazza di caffè al bar, risultano essere più “leggeri” e ti fanno sentire un pò meno mamma imperfetta.

Possono apparire consigli banali ma vi assicuro che, quando si è inesperte e in alcune circostanze non si sa come comportarsi, tanto scontati non sono. Probabilmente già da molti, se non da tutti, avrete ricevuto le stesse indicazioni… ma la tentazione è irresistibile e lasciate che la Combricola si senta utile.

E’ proprio grazie alle amiche che il più delle volte ci si riesce a rasserenare, mamme alle prime armi e non,  senza la giusta risposta ma che ti permettono di pensare :”Se ci sono riuscite loro, posso farcela anch’io”.

Antonella Pfeiffer nel suo “Mamma Perfetta”, lascia spazio anche ad altri aiuti indispensabili d’oggi;  le tate, le baby sitter ed importantissimi i nonni.

La vita non deve essere solo accumulare soldi per comprare l’auto di lusso o l’attico in centro: la vita è anche sentimento, ma pochi lo tengono a mente. Io voglio che la mia vita sia fatta di affetti e di famiglia. E non mi sembra di chiedere la Luna: desidero solo cenare a tavola, la sera, tutti e tre insieme.

Un appunto alla figura paterna che … il più delle volte se va bene, arriva dal lavoro dopo le ore ventuno (tranne rari casi)  e che  con la quale dopo l’arrivo dei figli, riuscirete a malapena a parlare dieci minuti sempre se la prole si è addormentata.

Beh, sapete qual’è la mia  risposta al  “Ma la mamma perfetta esisterà?” No, la mamma perfetta non esiste e non esisterà mai e questa lettura ne è proprio un ‘ulteriore conferma.

Libro  di facile lettura e di grande compagnia in quelle sere in cui magari i figli ti hanno fatto disperare più del solito e hai bisogno di una conferma al fatto che  “Primo o poi cresceranno anche i miei di figli!”

Voi vi sentite mamme perfette o avete attraversato momenti di crisi esistenziale sulla gestione dei figli come è successo a noi?

Commenti

  1. Questa scrittrice è davvero brava! è ironica senza forzature, solidale con le altre donne, mai impertinente anche se acuta. Non vedo l’ora di leggere il suo libro. Io sono la madre imperfetta per antonomasia!!!!!!!!!!! sopravvivo ogni giorno a due Terminetor di 2 e 6 anni che già pensano che la vita è un ring e ancora non hanno avuto a che fare con capi o colleghi sempre a 1000 che girano privati di una adeguata museruola!!!!!!!!!!!!!!
    P.S bellissima la frase :”Io voglio che la mia vita sia fatta di affetti e di famiglia”
    concordo!

Parla alla tua mente

*