Pizza vegan al pesto

pizza-bianca-al-pesto-vegetariana-vegan

Mangerei questa pizza anche a colazione: vegan, saporita, personalizzabile a piacere. Ovvero, se non volete una pizza vegan, potete aggiungere lo stracchino e avete la vostra pizza vegetariana bella e pronta; oppure potete aggiungere qualche fettina di prosciutto crudo e avete la pizza onnivora.

Non è leggera, no, ma del resto è venerdì e ci possiamo concedere una pizza (piccola) buona, magari a pranzo, senza troppi sensi di colpa. Io almeno una volta alla settimana DEVO mangiare pizza!

Ingredienti: base per pizza (potete scegliere la base classica, o integrale o senza glutine), due mazzetti di foglie di basilico fresche, 100 grammi di pinoli, olio, sale grosso, due noci, qualche foglia di ravanello o di rucola, poca acqua, olio e sale.

Stendete la base della pizza e praticate delle fossette con i polpastrelli. Preparate il ‘pesto’, tritando nel robot da cucina il basilico, le foglie di ravanello, le noci, i pinoli, un pizzico di sale grosso, e olio. Se volete mettere poco olio, aggiungete un paio di cucchiai di acqua tiepida. Versate il pesto sulla pizza e spalmatelo bene su tutta la base con il dorso di un cucchiaio.

Cuocete in forno caldissimo per 8 minuti circa, finché la pizza non sia ben cotta. Aggiungete basilico fresco e servite.

L’idea in più? Aggiungete fagiolini bolliti e patate lesse, così avrete la pizza ‘genovese’, fatta proprio come si fa la pasta al pesto classica della Liguria. Oppure aggiungete lo stracchino (o lo squacquerone), in uscita: appena sfornata la pizza, mettete pezzetti di formaggio che si fonderà per il calore, senza cuocersi del tutto.

Parla alla tua mente

*