10minYoga: la App per la pratica yoga quotidiana

10minYoga_claudia_porta

 

Lo yoga non è uno sport, è una pratica che ti accompagna nella vita e che migliora la qualità delle tue giornateNon esistono controindicazioni per praticarlo, soltanto buone ragioni.

Io lo pratico, in maniera discontinua, da oltre 10 anni. Ha cambiato la mia percezione del corpo, dello spazio, il mio modo di respirare. Grazie agli insegnamenti di un libro di Leboyer e Gita Iyengar, ho fatto due parti bellissimi e molto consapevoli.

Dalla nascita della secondogenita – quasi due anni fa – non sono più riuscita ad andare alle lezioni della mia amatissima insegnante e, ahimè, nemmeno a praticare da sola. Anche se lo yoga per me non è una novità, non mi piace farlo da sola. Non mi piace pensare alle sequenze o improvvisare, non riesco a trovare la costanza. Da quando ho cominciato a correre poi, sento ancora più l’esigenza di fare yoga, che è una pratica che con la corsa si sposa benissimo.

Quindi. Quindi quando ho visto che Claudia Porta aveva realizzato questa APP di yoga mi sono fiondata a scaricarla. Ora ve la presento.

La App e il blog

La App di 10minYoga è pensata per essere sviluppata nel tempo. Non solo. È appositamente – e approvo questa scelta – pensata come modulare, minimale e pratica.

Nella App, insomma, trovi “solo” la dimostrazione pratica e visuale delle varie posizioni e alcune sequenze tematiche, che puoi vedere nello screenshot qui sotto. La trovo una scelta giustissima, perché mentre fai pratica hai bisogno di concentrarti sul tuo corpo e non puoi essere distratto da troppe descrizioni.

sequenze-10-min-yoga-claudia-porta

Contro: non in tutte le posizioni c’è l’audio che ti guida nelle posizioni, e in alcuni casi sarebbe molto utile, soprattutto per i principianti, che dalla sola osservazione non possono desumere alcuni particolari delle posizioni né alcune “visualizzazioni” utili al raggiungimento della posizione corretta. Come ad esempio avviene in una posizione che ha l’audio, la Montagna:

In piedi, schiena dritta, mani giunte davanti al petto. Immagina di avere delle radici che escono dai tuoi piedi e scendono in profondità nella terra. Immagina di assorbire dell’energia dalla terra e immagina questa energia che scorre dal basso verso l’alto lungo il tuo corpo e che esce dalla testa come i rami e le foglie di un albero. Respira tranquillamente con il naso.

Ma questa mancanza, come spiega Claudia, è dovuta al fatto che la APP dovrà essere almeno bilingue, e l’audio verrà integrato successivamente. Una campanella (tibetana, suppongo) ti avvisa comunque quando ogni posizione (detta asana) lascia il posto alla successiva. Mi basta questa descrizione della Montagna per sapere che le descrizioni saranno assolutamente adeguate al tipo di Yoga che Claudia insegna e pratica (Hata Yoga, lo stesso che pratico io).

Oltretutto, la APP  è accompagnata da un bellissimo blog in cui Claudia presenta via via le varie asana, corredando la descrizione della posizione e i suoi benefici alla filosofia e mitologia che le accompagna.

Arjaneyasana-app-yoga-descrizione-posizioni

 

Screenshot dal post sulla posizione Anjaneyasana.

Questo è uno degli aspetti che più mi piace dello yoga, e trovo che Claudia stia facendo un ottimo lavoro.

Per sperimentarla, ho provato per prima cosa la sequenza per il mal di schiena, facendomi accompagnare dal mio compagno, che ha fatto qualche lezione di yoga qua e là ma che non me ne vorrà se lo definirò principiante. Non è solo un principiante, ha anche un’ernia alla schiena. Vi rassicuro: è sopravvissuto. Ed era anche soddisfatto.

La App è gratuita e per ora esiste solo per iOS, ma è in corso un crowdfunding per aiutare Claudia a realizzarla anche per Android.

Ben due sequenze sono dedicate alla pratica con i bambini, e io non vedo l’ora di provarle con le due creature. La stessa autrice ha all’attivo anche un bel libro di yoga con i bambini: Giochiamo allo yoga (in ristampa).

Rispetto ad altre App di Yoga ha l’innegabile vantaggio di avere una persona e non un avatar che ti mostra le posizioni. Non sono tanto interessata a vedere le fasce muscolari interessate perché – te ne accorgerai tu stessa – saranno le fasce muscolari che ti faranno sapere qualcosa, il giorno dopo.

Per cominciare a praticare yoga

Puoi cominciare tranquillamente anche con questa APP. Magari integrandola con le letture del blog correlato. Claudia ti accompagnerà per mano e vedrai che lo yoga è molto diverso da quella cosa per contorsionisti new age che la maggior parte della gente pensa che sia.

Intanto ti consiglio qualche lettura:

Yoga: da dove iniziare, di Claudia Porta
Come scegliere un corso di yoga, di Gianni Lombardi
Un post con le differenze fra i vari stili di Yoga (Hata, Kundalini, Bikram…), sempre di Claudia Porta.

Un libro bellissimo: Yoga per la donna, di Gita Iyengar.

Ed ecco con uno dei video contenuti nella App. Questa sì, è una sequenza che faccio ogni mattina, appena sveglia. Fa parte della mia routine di inizio giornata, insieme ad un bel bicchiere pieno di acqua, e mi aiuta a risvegliare il corpo, la mente, le energie.

Il saluto al sole

E voi? L’avete già provata?

Credits: tutte le foto provengono dal blog 10minYoga e sono di proprietà di Claudia Porta.

Commenti

  1. La sto provando da ben 1 settimana! 🙂 anche se in realtà è presente sul mio iPhone da un mesetto. Ma prima di poter cominciare sono dovuta venire a patti con me stessa sul fatto che 10 minuti al giorno me li posso anche prendere e che il mondo andrà avanti lo stesso!
    Giorno dopo giorno le posizioni diventano più facili da fare e questo mi mette di buon umore. Certo il fai da te non sarà mai come una lezione condivisa col gruppo, ma come spesso dico: piuttosto che niente è meglio piuttosto. E’ comunque una presa di coscienza del proprio corpo e dello spazio che lo circonda.
    Utilissimi i campanellini del cambio posizione, peccato che non ci siano anche quando l’esercizio è diviso in due parti (30+30) il che ti costringe a “sbirciare” per non sforare il tempo, ma sono sicura che con l’andare del tempo le piccole imperfezioni si aggiusteranno.

    • Infatti. Devo dire che con il proseguire della pratica ti accorgerai anche da sola quando passano i 30 secondi. Qualche piccola imperfezione c’è ma la base è molto buona, si vede che la maestra è molto ben preparata 😀
      E sono incredibili i benefici che lo yoga può portarti anche solo con 10 minuti al giorno!

  2. Conoscevo l’app, purtroppo avendo un Android non potevo scaricarla.
    Grazie per avermi fatto sapere che era in corso il crowdfunding per finanziarla!
    Pur seguendo il sito non sapevo ci fosse questa opportunità, l’ho subito fatto!
    Mal che vada la cifra viene data in beneficenza!
    Spero che raggiunga il suo obiettivo e che si faccia l’app per noi androidiani 😉

Parla alla tua mente

*