Cos’è e come funziona Evernote

come-funziona-evernote-organizzare-informazioni-computer-desktop-foto-lavoro

Quante volte avete pensato “Basta! Della carta non ne posso più!”? Tante vero? Ogni volta che riceviamo una bolletta cartacea, ogni volta che restiamo sommersi da documenti assicurativi, certificati medici, il primo pensiero va a quanto vorremmo che tutta questa carta scomparisse all’istante. Ma come fare? Uno strumento veramente potente è Evernote, un database virtuale, che si può scaricare anche in locale e come APP su cui possiamo salvare tutto quello che vogliamo sia dalla rete che dal nostro PC. Trovate un articolo che vi interessa? Usando il web clipper potete salvarlo nel vostro account. Ma se fosse tutto qui non sarebbe una grossa novità perché anche altri servizi lo consentono, oppure si potrebbero usare al meglio i preferiti del browser per ottenere lo stesso effetto.

Perché Evernote è speciale

Evernote ha tre funzionalità che lo rendono davvero un aiuto incredibile: poter creare note ex novo, poter caricare file e documenti dal computer (e anche salvare i PDF direttamente da browser) e, infine, organizzare tutte le note in taccuini e tutti i taccuini in stack ovvero in raccolte dei taccuini stessi.

Avete presente i contenitori Moleskine del Piccolo Principe dove un cofanetto contiene sei diversi notes? Ecco uno stack è come quel contenitore. Potete così creare stack con le note per il lavoro, quello per le note personali, quello per la casa, per gli hobby ecc…

A loro volta potete dedicare un taccuino ai figli (magari uno a figlio per poi raggrupparli in uno stack) dove tenere tutte le info di scuola, quelle sanitarie o dello sport praticato. Allo stesso modo potete gestire i vari documenti assicurativi, bolli auto, buste paga e tutta quella carta che vi occupa spazio in casa senza nessuna reale utilità se non la possibile futura necessità di essere consultata se Giove ed Urano si troveranno in collisione.

L’importante è di utilizzare bene i tre strumenti per archiviare le informazioni su Evernote: stac e taccuini (di cui abbiamo appena parlato) e i tag. I tag sono come dei segnalibri, delle vere e proprie etichette (questa la traduzione letterale) che servono a ritrovare le informazioni suddivise per argomenti. Le trovate anche qui su Trashic nel sidebar destra. Sono le parole che usate per cercare una serie di articoli che riguardano uno stesso argomento (accessori, ballerine, ricette vegetariane, ecc…). Come sceglierle? Ecco alcuni semplici criteri per taggare in modo corretto:

  • non create tag molto simili fra loro (niente “scuola” e poi “scuola elementare” e ancora “scuola media”)
  • quando inserite i tag mettete tutti quelli che vi fanno pensare a quella nota ma non più di quattro e che prevedete di usare anche in futuro
  • non usate date a meno che non siano foto (e in questo caso usate mese e anno e basta)
  • evitate tag vaghi tipo “cena da PincoPallo” perché non ritrovereste mai quella nota in futuro.

Oltre Evernote c’è ancora Evernote

Se pensate che con APP per browser, APP per mobile e versione desktop tutta la potenzialità di Evernote sia finita, beh vi sbagliate di grosso!

Ci sono ancora due cose che dovete assolutamente conoscere.

La prima è la APP per smartphone e tablet che trasforma i vostri device in perfetti libri di cucina. Avete presente le mensole strapiene di libri di cucina che non usate mai? Dimenticatele. I raccoglitori in cui inserire le ricette ritagliate dai giornali o stampate dal web? Eliminateli!

D’ora in poi vi basterà salvare le ricette in Evernote e poi aprire la app Evernote Food per avere il vostro personalissimo libro di cucina a disposizione. E potrete anche cercare nuove ricette e salvare i vostri locali preferiti con tanto di menù.

E per finire, qualcosa che farà la gioia degli appassionati della carta: la Moleskine Evernote con pagine speciali e adesivi che permettono la categorizzazione automatica degli appunti fotografati con la app. Meraviglioso no? Quindi cosa aspettate? Lo usate già?

Commenti

  1. Scarico subito la app!!!

  2. Esatto, oltre Evernote c’è ancora Evernote, ed oltre food c’è anche skitch, un fantastico tool per note visuali. Ed oltre ci sono centinaia di app che sfruttando il database di Evernote permettono di implementare utilizzi particolari. Dalle note spese a dove si ha lasciato la macchina.

    Un consiglio, non esagerate con i taccuini e organizzate bene le etichette, sono uno strumento eccezionale per organizzare e sopratutto ritrovare le vostre note quando ci servono. Ricordate infine che è presente uno strumento di ricerca fantastico, su desktop integrato con google in modo da cercare contemporaneamente su internet e sulle vostre note.

Parla alla tua mente

*