Cosa comprare ai saldi estivi per bambini

cosa-comprare-saldi-estivi-bambini-guardaroba-perfetto-acquisti

Saldi, saldi, saldi! Già la parola mi provoca tormenti inenarrabili! Per me ho deciso di soprassedere fino agli ulteriori ribassi per vedere se posso togliermi qualche sfizio senza incidere minimamente sul mio conto in banca. Ho fatto voto di austerità quest’anno, lo sapete, ho comprato molto meno e in maniera più oculata — benché non sia riuscita a prestare fede totalmente al patto preso con me stessa — cercando di valorizzare quello che ho (e che non è certo poco) e sfruttare al massimo le new entry per esaltarle. E comunque mi sono accorta che il mio guardaroba sembra moltiplicarsi, quindi devo cercare di perseguire il proposito.

Però ai bambini manca sempre qualcosa, soprattutto a Momo che cresce e non ha né fratelli, né cugini che gli passano abbigliamento usato. Quindi quale migliore occasione dei saldi per sopperire?

In ogni caso non facciamoci prendere dalla fregola dei ribassi per acchiappare robaccia alla rinfusa e ritrovarci a Settembre con le stesse lacune nel guardaroba dei bambini.

Cosa conviene comprare con i saldi per i bambini

Tanto per cominciare facciamo un check per capire cosa serve davvero, passiamo in rassegna i loro indumenti dell’anno scorso e siamo realiste. Quindi prendiamo carta e penna o Evernote e stiliamo una lista di ciò che serve nell’immediato, quindi in una taglia che possa essere indossata subito. Di conseguenza cerchiamo di approfittare dei primi giorni di saldi per seguire le voci che abbiamo annotato. Parallelamente o in un secondo tempo, possiamo concentrarci su spese da investimento. Quali?

Biancheria intima. La biancheria intima serve sempre, di ogni taglia, quindi possiamo approfittare per prenderne una scorta nella taglia successiva a quella che nostro figlio sta vestendo adesso (o anche due, in base alla tendenza di crescita che ha avuto finora): mutande, magliette interne e calzini sono indumenti quattro stagioni e si possono acquistare ai saldi estivi per usarli in inverno e viceversa. In alcuni casi come per le canotte estive, possiamo anche pensare di prenderle in prospettiva per l’anno dopo (io l’ho fatto diverse volte ed è stato un grande sollievo quando le ho trovate riposte nell’armadio all’esplodere del primo caldo).

Le t-shirt di cotone. I miei bambini le usano tutto l’anno, quelle a maniche corte in estate sui calzoncini, in inverno sopra quelle a maniche lunghe sui pantaloni o i leggings con una felpa. E sono anche i capi che si deteriorano di più per i continui lavaggi e le macchie improbabili di varia provenienza, ne servono sempre.

Tute, leggings e abbigliamento da battaglia. Sono gli articoli che sapete i vostri bimbi mettono tutti i giorni per andare a scuola e sono anche articoli sempre presenti nelle collezioni: io ho trovato molto buone per qualità del cotone e varie pesantezze le tute della Benetton che si colloca in una fascia media e comprata ai saldi diventa low cost a fronte di un prodotto superiore. Anche i leggings sono quattro stagioni e un basic a mio avviso unisex.

Abiti speciali o per un’occasione. Già sapete che a Maggio 2015 si sposa vostra sorella? Quale migliore momento per togliersi lo sfizio di acquistare un abito speciale da damigella o paggetto per i vostri bambini a un prezzo abbordabile? O, ancora, se rimane qualcosa nel budget che avevate accantonato per i saldi perché non fare un giretto in quella boutique che ha cose deliziose e solitamente totalmente al di sopra dei vostri standard? Qualche pezzo particolare abbinato a capi basici e da battaglia, potrebbe rivelarsi utile per occasioni speciali last minute!

Allora? Che state combinando per questi saldi estate 2014?

Parla alla tua mente

*