Come abbinare le Birkenstock in città

Ho raccolto qualche spunto della mia trascorsa estate, per vestirsi bene in città con qualunque tempo. Provando ad abbinare persino le Birkenstock anche su outfit più ricercati.

Il problema più grosso in estate, per quanto mi riguarda, sono le calzature: quando fa caldo abbiamo voglia di scoprire i piedi, ma se scegliamo sandali rasoterra nel giro di qualche passo avremo le estremità nere e la forma del sandalo tatuata sul piede. Allora scegliamo sandali alti con un po’ di plateau, direte voi, ma non sempre è possibile: se dobbiamo camminare molto le vesciche son dietro l’angolo, molto più che in inverno, quando abbiamo almeno le calze a proteggerci o comunque la pelle dei piedi più secca — d’estate sudando un po’, le zone a pericolo di piaghe sono più sensibili, perché ammorbidite.

Ci sono le flatform, ma io le trovo abbastanza orride, perdonatemi, niente di personale.

Le uniche possibilità restano per me le Birkenstock che avendo il plantare leggermente avvolgente dai lati protegge il piede. Ovviamente si tratta di un sandalo decisamente casual e obiettivamente brutto, però ai miei occhi ha un’estetica così a basso profilo che, rispetto ad altre soluzioni brutte ma presuntuose, mi permette di utilizzarlo spesso e con soddisfazione. Certo, non sono calzature adatte all’ufficio, dove trovo poco appropriato anche il tacco 12, l’infradito e il piede nudo e ingioiellato, ma per commissioni in città, vita da mamma, nel weekend e per chi lavora senza contatti col pubblico, le trovo perfette, comode, pratiche e rilassate.

In alcuni casi smorzano un abitino sfizioso.

abito-philosophy-alberta-ferretti

Altre volte accentuano la linea low profile di un insieme anticaldo.

vestitino-lino-outfit-estate

Un’alternativa che mi trovo costretta a utilizzare quando voglio tirare su un abbinamento sono le solite ballerine, un compromesso che è sempre una sicurezza.

abbinamento-gonna-blu

Visto come cambia questo abbinamento se invece delle ballerine ci mettiamo i sandalacci?

come vestire bene tutti i giorni

E voi che scarpe usate in estate per risolvere tutti i problemi annessi e connessi?

Commenti

  1. Birkenstock!
    Uber alles! Se devo camminare tanto non esiste altra soluzione.
    Le metto e mi sembra di non averli nemmeno i piedi
    🙂
    Il mio abbinamento preferito è con pantaloni larghi e leggeri di lino e maglietta a leggera, tutto di colori chiari come beige, bianco….
    Oppure anche con un abitino grigio e birkenstock color fango.
    Infine stanno bene con calzoncini beige, camicetta bianca leggera e panama….
    Non sono così male.

    Ballerine l’estate? Non grazie!
    Solo al pensiero ho già le vesciche
    😀

  2. Ps
    “No, grazie”… Il “non” di sopra è un refuso.

    Io ho il modello gizah, quelle a infradito

  3. Le birkenstock sono il compromesso perfetto anche per me. Basse quel tanto per essere comode ma rialzate e con il plantare giusto per non rimetterci la schiena e i talloni come a volte mi accade se eccedo con le ballerine. Non ho ancora ceduto ai colori più standard, su di me fanno ancora troppo tedesco in gita (non so se mi spiego…) per cui per ora le ho comprate solo in colori più sfiziosi: rosa acceso, viola, argento, blu di vernice…

  4. anche io come La Giulia Birkenstock Uber alles! ma ho solo le infradito e in una giornata romana per musei mi sono venute le vesciche infradito appunto (mostruose, ma io sono abbonata), quelle a due fasce le ho dr Scholl comode ma con gli strass che detesto. ho anche le Madrid a una fascia ma fanno davvero troppo troppo ciabatta da mare. le infradito Nirke di vernice le ho rincorse ma non sono riuscita a trovarle 🙁 ripiegato sul crema.
    la ballerina è una buona alternativa ma hai provato le zeppe medie Castaner?
    piuttosto, come fai a portare le collane con il caldo, io mi strapperei di dosso tutto lo strappabile :/

    • niente le zeppe di paglia non riesco a metterle, piuttosto le espadrilals basse o con un piccolo platform, le ho messe tanto negli ultimi anni, rispetto alle ballerine son più leggere!
      riguardo le collane, per me sono imprescindibili, niente bracciali orecchini né anelli, ma senza collane mi sento nuda. e poi quest’anno c’è stata l’estate ideale per me, non ho sentito caldo praticamente mai!

  5. Ma solo a me non piacciono Birkenstock e simili? Le mie scarpe comode irrinunciabili per l’estate sono sandaletti in cuoio flat, di quelli artigianali, meglio se infradito… Ne distruggo almeno un paio l’anno. Li metto praticamente con tutto…

    • io li adoro, ma non riesco a metterli in città, dopo due passi ho i piedi neri.
      e poi, sarà l’età, ma se devo camminare a lungo, mi fanno venire male ai polpacci, sono fin troppo basse.

      • ecco, quest’anno avevo (momentaneamente!!!) abbandonato le birkenstock a favore dei sandaletti di cuoio francesi, che però mi hanno fregato, non vanno bene per salire sulle scalette di metallo a raccogliere le giuggiole…..(eh lo so….per certe “imprese” meglio le tennis), hanno le suole trooooooppo scivolose…..però soprattutto a fine giornata la schiena fa male, meglio la suola leggermente rialzata delle tedesche, che poi ormai le fanno quasi tutti i marchi esistenti, per cui se ne trovano di millemila modelli e colori…io preferisco le infradito, perchè con quelle a fascia il piede cerca di “uscire” davanti e non mi piace proprio!
        ballerine? per me no grazie 4 stagioni, vesciche solo al pensiero…

      • In realtà adesso li fanno anche più alti. Credo sia una novità di quest’estate perché prima non li avevo mai visti. Hanno un po’ di tacco (credo un 3,5/4 cm) e sono fantastici. Secondo me, sia la questione del dolore ai polpacci che quella dei piedi neri dipendono anche dal modello. Per esempio, una volta ne ho presi un paio a infradito tipo ciabattine ed è stato un disastro…

    • Mi inserisco per dire che le Birk sono orribili. 😛

  6. Io d’estate ho 3 must: i sandaletti artigianali di cuoio pugliesi, le “brikke”, e un paio di espadrillas con zeppa leggermente rialzata dietro che ho comprato quest’anno e ho portato tantissimo. Sono gialle e vitaminiche, morbidissime (sono di camoscio) e danno un po’ di slancio alla mia gamba tozza.
    Io però non ho tanto il problema dei piedi neri, le gioie delle piccole città di provincia…
    Ho letto non molto tempo fa un post della Chieli che esaltava le birkenstock col calzino. Mi ha quasi convinto. Peccato che ho le gizah, magari il prossimo anno…

  7. Io ho trovato una soluzione che è a metà tra il sandaletto piatto e la birkenstock: sono dei sandali della Benvado (http://www.benvado.com/it/) tipo questi: http://www.benvado.com/it/primavera-estate-2014.php?product=280031400
    Sono carinissimi, super comodi con un plantare molto simile a quello delle tedesche, e si possono indossare tranquillamente anche in ufficio.
    Il mio problema non è tanto quello dei piedi che si anneriscono ma il fatto che d’estate mi sudano tantissimo e con il sandalo piatto mi scivola il piede mentre con questo no!
    Le ballerine di solito le porto in primavera o in autunno, d’estate preferisco il piede nudo! anche se qui a Milano i sandali io li ho già dovuti archiviare!

    • Carinissime, peccato non vendano online… e ne vadano anche fieri 🙁
      Per dire, io due paia autunnali le avrei prese seduta stante, perché erano proprio belline.

      • ah ah quando l’ho letto sul sito ti ho pensata subito!!! 😀
        devi tornare a Bologna, qui ci sono almeno quattro negozi che ce le hanno, posso testimoniare, perchè ne ho un paio anch’io!!!

    • certo che ne sapete una più del diavolo 😀
      comunque sono molto molto carini, li memorizzo per il futuro. peccato che ad Ancona li venda solo un solo negozio dove non sono il massimo della cordialità.
      e sono anche orgogliosi del fatto di non vendere on line, orrore. io da quando vendono tutto on line godo come una pazza quando nei negozi di Ancona – pochi e con scelte ristrettissime – se chiedo un tal colore e mi rispondono “non l’hanno fatto quest’anno” posso dire “l’ho visto on line”. 😀

  8. Per il lavoro anche io zeppe di paglia, le trovo comodissime! Per il tempo libero uso birkenstock a tutta forza, in città e in vacanza. Aproposito, le ho dimenticate a casa di mia mamma in montagna la settimana scorsa, non potete capire il nervoso!!! Mi toccherà comprarne un paio nuovo 🙂
    E.

  9. vorrei dire che siete dannose. confortata da questo post ed essendo oggi fuori zona – non tanto ma abbastanza da trovare vita civile e negozi – ho casualmente chiesto in un negozietto incasinato ma notoriamente fornitissimo se per caso avevano un 37 Birk infradito di vernice blu. Sono introvabili da due anni e quelle nuove con la suola colorata non mi piacciono, e guarda caso la signora dopo avere spostato quattro scatoloni enormi me li ha trovati. che culo, eh?!?!?

  10. Io le birkenstock le metto anche in ufficio a contatto con il pubblico…

  11. Io non le metterò mai, neanche sotto tortura: sono troppo brutte!!!!

Parla alla tua mente

*