Impacco per capelli stressati da sole, salsedine, vento al burro di karitè

impacco-capelli-stressati-da-sole-vento-salsedine-al-burro-di-karite

Può capitare che durante l’estate i nostri capelli si mostrino al peggio della loro forma! Questo perché magari sono già provati da trattamenti chimici, colorazioni e calore eccessivo del phon durante la stagione invernale e ora il sole, la salsedine e il vento, non fanno altro che peggiorare la situazione.

Ma, come ben sappiamo, a tutto c’è una soluzione facile, veloce ed economica; anche perché la bella stagione ci ha regalato qualche ora in più libera per noi stesse e possiamo dedicarci alle cure homemade!

Vi voglio proporre un impacco per capelli stressati, secchi, sfibrati e crespi.

L’ingrediente fondamentale è il burro di karitè: è un prodotto oleoso, solido ottenuto da una particolare lavorazione dei semi del frutto di un albero noto con il nome di “Butyrospermun parkji Kotzkji”.

Il burro di karitè vanta proprietà nutritive, emollienti, anti invecchiamento, anti infiammatorie, contiene un alta percentuale di vitamina A, E e di acidi grassi fondamentali per rendere luminosi, idratati ed elastici capelli e pelle.

Procedimento dell’impacco fai da te per capelli stressati

Poniamo in un contenitore resistente al calore (di vetro andrà benissimo) 2 cucchiai di burro di karitè, 1 cucchiaino di olio di ricino e 1 cucchiaino di olio di jojoba e riscaldiamo a bagnomaria per far sciogliere il burro ed amalgamare i 3 ingredienti.

Non dovete far bollire gli oli, ma solo scaldare affinché il burro si possa sciogliere completamente.

Lasciate raffreddare qualche minuto e nel frattempo cominciate ad inumidire per bene tutti i capelli. Applicate il composto su tutta la capigliatura, ciocca per ciocca, massaggiando per far penetrare per bene (potete aiutarvi anche con un pettine) e avvolgete la testa con pellicola trasparente. Lasciate in posa 1 ora e, per un effetto bomba, potete riscaldare i capelli con il phon a media temperatura per pochi minuti prima di procedere al lavaggio.

Sciacquate i capelli con acqua tiepida/calda e poi effettuate uno shampoo delicato. Sicuramente non avrete bisogno del balsamo perché già da bagnati sentirete i vostri capelli morbidi e districati.

Io mi trovo benissimo con questo impacco e soprattutto d’estate o a fine estate ritengo che sia ottimo per combattere l’eccessiva secchezza dei capelli causata dal sole e dal forte caldo. Avendo i capelli mossi-ricci naturali noto che il burro di karitè aiuta molto anche a contrastare l’effetto crespo tipico di questo tipo di capello. Ma anche chi ha capelli lisci e fini noterà una chioma più in ordine e voluminosa, per niente appesantita. Per chi ha i capelli grassi ma secchi sulle punte, consiglio di applicare l’impacco solo sulle lunghezze.

Se non avete gli altri oli potete decidere di sostituirli con quelli che avete a disposizione (olio d’oliva, olio di riso, olio di mandorle dolci…) oppure ometterli e applicare solo il burro di karitè dato che già da solo permette di ottenere buoni risultati.

Ultimo consiglio: se avete i capelli ricci o comunque difficili da gestire, potete utilizzare il burro di karitè anche per lo styling come se fosse un gel; potete applicarlo sui capelli umidi prima di asciugarli o sui capelli asciutti per modellarli e ammorbidire le punte secche e fragili.

Provatelo e fateci sapere!

Commenti

  1. Ciao
    Lo provo subito, mi ispira. I miei capelli sono spesso sfibrati e spenti. Ci avevo già provato con il solo olio di mandorle senza grandi risultati.
    grazie

  2. L’ho fatto ieri sera, ho messo un cucchiaino di olio di mandorle al posto di quello di ricino, tenuto in posa 2 ore e mezza… Ho dovuto fare 4 shampoo e poi non ce l’ho più fatta e sono andata a letto con i capelli come Kurt Cobain…(=stra-unti e a cordoni…) Stamattina altri 2 shampoo e hanno trovato una parvenza di…capelli puliti… O non è adatto alla mia chioma o ho sbagliato qualcosa… Ho i capelli tinti e sfibrati, per nulla grassi…boh! Per fortuna avevo già tutto in casa…
    Bacioni Susanita72

    • avevi bagnato i capelli prima di applicare l’impacco? due ore e mezza di posa potrebbero essere un pò eccessive perchè magari così i grassi sono penetrati troppo a fondo ed è per questo che ti è risultato difficile eliminare il tutto. però strano l’effetto che hai avuto! al massimo ci vogliono 2 shampoo, non 4!:o
      io lo faccio spesso e i miei capelli non hanno mai avuto questa reazione, al massimo sono morbidissimi dopo lo shampoo e quindi non necessito di balsamo, ma non unti.
      ogni chioma è diversa dall’altra quindi bisogna testare i vari ingredienti naturali per vedere come reagiscono i nostri capelli, però il burro di karitè è solitamente quello che meglio si adatta alle diverse tipologie di capelli! magari puoi provare ad applicare solo il burro senza aggiungere gli oli per rendere l’impacco più leggero!

    • Anche a me…ha lasciato i capelli unti…sono gia a 4 shampoo e dietro (nuca) sono ancora unti 🙁

  3. Il miglior modo per evitare di avere capelli distrutti dopo una vacanza è usare un buon olio per capelli. Io uso quello della Plinestcare ed è fantastico.
    Il primo anno che torno dal mare con capelli migliori di quando ero partita.

  4. ottimi consigli! devo provare a fare

Parla alla tua mente

*