Inglese per bambini

Non vi racconterò delle condizioni in cui sono arrivata all’open day della scuola di inglese per bambini “Kids&Us”, né mi soffermerò sul ritardo causato dalla mia recidiva nonché cieca fiducia (mal riposta) nel mio senso dell’orientamento: vi basti sapere che ho raggiunto la nuova sede di Roma in Viale Giuseppe Mazzini 112 con i miei due bambini che, Venerdì scorso, erano stati invitati con me a trascorrere un pomeriggio di giochi per curiosare nel colorato mondo di Kids&Us e che senza un minimo di spirito di collaborazione, ma muniti di una forte dose di ostruzionismo, hanno accettato di seguirmi.

Io voglio ricordarmi così. Con la sostituzione last minute della borsa — alla fine ne ho scelta una rossa.

outfit-kidsandusopenday

Tutto il resto è Kids&Us.

E già, perché per fortuna una volta giunti in sede un gruppo di simpaticissime educatrici e docenti di inglese ci hanno accolto e mi hanno sollevato dall’accudimento dei due demonietti, totalmente galvanizzati dall’ambiente vivace della scuola. E mi hanno regalato una shopper, che è sempre un pensierino piacevole, soprattutto se si abbina a perfezione con la mia borsa (la sostituzione era stata fortuita, ma si è rivelata fortunata!).

Il tutto ha fatto sì che mi rifocillassi il tanto che basta per tuffarmi nella presentazione della scuola e saperne di più di questo metodo di apprendimento della lingua inglese adatto a bambini sin dal primo anno d’età.

Da Kids&Us i bambini li vedono così:

inglese-precoce-metodo

E secondo me, quest’immagine dice tutto.

Racconta perfettamente l’universo infantile: i bimbi assorbono, captano con le loro antenne tutto ciò che vivono, anche se sembrano lontani anni luce, chiusi nel loro meraviglioso e romantico microcosmo di purezza e fantasia, loro sentono e percepiscono ogni più piccolo stimolo.

E grazie a quell’afflato possono prendere il volo, librarsi verso tutti i traguardi che vorranno tagliare.

È per questo che il metodo Kids&Us funziona: sin da piccolissimi i bambini sono immersi nella lingua inglese, attraverso un approccio esperienziale, basato su un linguaggio legato alle attività pratiche e sostenuto dall’uso della ripetizione come modalità di ricezione quasi osmotica.

inglese-precoce-giocare

 

I bambini imparano la seconda lingua esattamente come apprendono quella madre: ascoltando e associando i suoni ai concetti. Prima sono esposti a questo tipo di stimoli, più facile sarà l’apprendimento in quanto minori saranno le sovrastrutture linguistiche e grammaticali che si acquisiscono quando la lingua viene decodificata con la scolarizzazione.

inglese-per-bambini-merenda

Tutto ciò che ci è stato raccontato a proposito del metodo Kids&Us, l’abbiamo visto applicato con i bambini quando, dopo la pausa merenda e caffè, siamo finiti tutti in ‘aula’.

Le docenti avevano preparato dei laboratori divisi per età nei quali i bambini si sono trasformati in piccoli chef e hanno creato una piccola scultura bidimensionale di frutta.

inglese-precoce

Il laboratorio è stato condotto in lingua inglese e i bambini sono stati perfettamente in grado di eseguire le consegne e anche di ripetere alcune espressioni in inglese. Era come se avessero compiuto uno scatto e si fossero naturalmente resi conto che l’importante fosse comunicare!
Il tempo è volato, i piccoli si sono divertiti e noi mamme eravamo solo disperate per il fatto che l’incanto fosse finito. Tutti a casa!

Grazie Kids&Us!

Commenti

  1. Sono favorevole all’apprendimento della II lingua in tenera età; quello che mi scoraggia sono i costi.

  2. ho un’amica albanese che ha sposato un italiano e vivono a san francisco
    i bambini, di 5 e 3 anni, parlano senza problemi italiano, inglese e albanese.
    il grande, per conto suo, si è messo a capire e parlare francese….

    🙂

Trackbacks

  1. […] Caia qualche giorno fa è stata alla presentazione, a Roma, di una scuola di inglese, Kids&Us, che mi ha incuriosita per i principi del metodo: mi è molto piaciuta questa grafica accattivante, e l’idea di paragonare i bambini a creature con ali e antenne, in grado di recepire gli stimoli circostanti e di volare alto. […]

Parla alla tua mente

*