Le migliori APP per la dieta: dimagrire con costanza

Forse una APP non si potrà mai sostituire a un buon dietologo o dietista, ma può aiutarci a gestire meglio la dieta e a farci dimagrire con costanza. Ci si può aiutare proficuamente con la tecnologia per monitorare i progressi della dieta e, in questo modo, motivarsi.

Cosa si può cercare in una app

Una APP può essere utile, nel caso di una dieta o di un periodo di monitoraggio alimentare, per:

  • Tenere un diario alimentare.
  • Tracciare i propri allenamenti.
  • Contare le calorie.
  • Impostare gli obiettivi: peso e indice di massa corporea ideali.
  • Monitorare i progressi.
  • Impostare un programma alimentare (ma non sono tanto sicura che il fai-da-te paghi, almeno all’inizio della dieta).

Il braccialetto Fit

Per queste cose io trovo già utile e completo il mio braccialetto integrato alla app: il Jawbone Up, di cui ho già – ampiamente – scritto e parlato. Ma vi ricorderò lo stesso che posso inserire i cibi e tenere il mio diario alimentare completo di ripartizione fra nutrienti. Ricercando i cibi nell’immenso database, la app calcola automaticamente le calorie. Se poi si usano cibi confezionati si possono inserire i dati direttamente fotografando il codice a barre sulla confezione.

Tenendo poi conto dei movimenti che compi durante il giorno, le ore di sonno e i tuoi parametri vitali, ti calcola direttamente il metabolismo: quanto bruci a riposo e in movimento, quanto introduci con il cibo e di conseguenza il saldo passivo o attivo fra calorie ingerite e calorie consumate. Una gran bazza insomma: permette di integrare quasi tutte le funzioni qui sopra, per lo più in modo automatico.

La mia prima scelta, quindi, cade su un braccialetto di questo tipo. Oltre al Jawbone Up ci sono altri dispositivi simili, come il FitBit Flex, o il nuovo Runtastic Orbit, di cui vi parlerò presto.
Ma se l’idea di un braccialetto di questo tipo ti urta (dimmi perché però), puoi dare un’occhiata a queste APP.

La app di Melarossa

Ho letto di gente in Rete entusiasta. Che perde peso ed è contenta. Allora sono andata a vedere come funziona questa APP e soprattutto se è sicura. Sull’App Store, la scheda la indica come “sviluppata da un team di esperti nutrizionisti e dietologi. L’unica supervisionata dalla Società Italiana di Scienza dell’Alimentazione”. La APP non farà danni, ok, ma la colpa non è mai da dare alle tecnologie, sono le persone quelle che mi spaventano. Continuo a pensare che sia meglio farsi seguire da uno specialista, ma se volete provare, fatelo con criterio.

Come funziona

Una volta scaricata la app, il sistema ti chiede di impostare i tuoi parametri: data di nascita, genere, peso e altezza. A questo punto ti calcola l’indice di massa corporea e fa un primo bilancio della situazione (nel mio caso: sovrappeso).
Per approfondire ti chiede le misure di vita e fianchi e, in base a quelle, ricava il tuo somatipo e ti fa un quadro della distribuzione del grasso (nel mio caso l’accumulo è nell’addome, e mi dice, giustamente, che il grasso viscerale è pericoloso per la salute).

Ti fa poi impostare gli obiettivi, ovvero il peso che vorresti raggiungere (in un range che ti dà la APP, e questo è molto positivo). La APP ti dice subito quante settimane, se segui il suo programma, impiegherai a raggiungere il tuo obiettivo. Dal punto di vista pubblicitario è molto efficace: ti dà un obiettivo raggiungibile, in un arco di tempo determinato (e vicino!).

 

Melarossa-app-per-dimagrire-dieta
L’impostazione a questo punto prosegue con l’inserimento della tua giornata media, feriale e festiva: quanto tempo impieghi a dormire, quanto seduto alla scrivania, quanto facendo sport. Da questo ricava l’ipotesi di fabbisogno calorico e imposta la portata della tua dieta per raggiungere l’obiettivo nel tempo che ti ha indicato. [E sarò noiosa, capisco, ma a questo punto io preferisco il mio braccialetto, che non registra le bugie che gli dico in fase di impostazione, ma monitora realmente i miei movimenti e i miei cicli di sonno.]

L’impostazione prosegue con l’inserimento di cosa non mangi assolutamente, cosa preferisci evitare ecc. Io mi sono fermata dopo questo step. Da tutte queste indicazioni, la app ti formulerà un programma alimentare settimanale, con tanto di lista della spesa. Ma non si ferma qui. Ti continua a seguire verificando il peso settimanalmente e variando il programma se necessario, suggerendo alternative a cibi che non ti piacciono, indicando menu sostitutivi se mangi fuori e non puoi seguire il tuo programma.
Ci sono poi anche le ricette, alcune anche con video, per i piatti proposti nel menu.

Quanto costa: La app si scarica gratuitamente (qui per iOs, qui per Android). La prima settimana è gratis, successivamente puoi scaricare altre settimane al costo di € 0,89 l’una, oppure prendere un abbonamento mensile a € 2,69.

Diario alimentare

Questa app è stata sviluppata dall‘Università La Sapienza, ed è l’unica, insieme a quella di Melarossa, approvata da un test che Altroconsumo ha svolto su oltre 30 App per la dieta. Puoi leggere un estratto dell’articolo sul sito di Altroconsumo: App per dimagrire? Tante sciocchezze rischiose.

Se vuoi vedere il test completo devi essere socio, cosa che io consiglio sempre vivamente. Puoi vedere il sito ufficiale della App per farti un’idea più precisa.

Come funziona

La scarichi dal tuo store, gratuitamente, e imposti i tuoi parametri. La app calcola il tuo fabbisogno calorico. C’è la possibilità di inserire la mail del tuo nutrizionista o dietologo, in modo che possa accedere al tuo diario alimentare e valutare i tuoi progressi. Questa mi sembra una gran cosa.
Se non hai un nutrizionista che ti segue, la APP ti dà la possibilità di richiederne uno convenzionato nella tua zona: basta inserire la città e inviare la richiesta.
A questo punto puoi accedere al diario alimentare: inserisci gli alimenti e la quantità e la app ti calcola le calorie, con tanto di percentuale del fabbisogno giornaliero. Per accedere invece alla ripartizione fra carboidrati e proteine invece, è accessibile solo da chi ha una dieta assegnata dal nutrizionista (immagino intenda uno dei loro).

Diario-alimentare-app-per-la-dieta

La APP ha una grafica molto scarna e essenziale, ma i dati e il diario – e soprattutto i grafici – sono accessibili dalla pagina internet, dove sono belli e molto chiari.

Certo non ti promette i miracoli, ma non puoi pensare che una APP faccia la dieta al posto tuo. Se veramente vuoi dimagrire, è importante che tu capisca che deve essere una trasformazione che deve partire da te, e che richiede costanza, impegno, voglia di vivere in modo sano.

Non mi stancherò mai di dirlo: dimagrire non deve essere il primo obiettivo, il vero obiettivo è stare bene e in salute, il dimagrimento, se è necessario, verrà di conseguenza.
E un professionista, che sia nutrizionista, dietologo, psicologo o personal trainer, ti può certamente aiutare a impostare e raggiungere i tuoi obiettivi.

Ti ricordo che puoi cominciare dai calcolatori di Trashic:

E tu? Cosa ne pensi? Hai mai provato una APP per la dieta?

Commenti

  1. Articolo interessante, grazie. Ma il braccialetto che stai usando ti sta aiutando a scendere di peso? Nel braccialetto o nelle App, si può anche impostare lo stato di allattamento per una donna?

    • Certo che mi aiuta! Ne ho parlato ampiamente qui: http://trashic.com/2014/01/dimagrire-tenersi-in-forma-con-app-jawbone-up/
      Nel braccialetto non ti imposti l’allenamento, almeno non direttamente, ma ci sono tante app integrate che puoi provare. La funzione è quella di tenerti monitorata e perciò ti incentiva. Se ti controlli sgarri meno. Per l’allattamento, se vuoi modificare l’alimentazione, il consiglio è sempre di farsi seguire dallo specialista che può controllare che né tu né il tuo bimbo andiate in carenza di nutrienti.
      Per quel che riguarda il movimento però non ci sono controindicazioni! A meno che tu non pratichi boxe, è chiaro.

Parla alla tua mente

*