10 strategie per rinnovare il proprio stile a costo zero

strategie-per-rinnovare-il-proprio-stile-a-costo-zero
Avete presente quel momento in cui la noia prevale, lo stress ci attanaglia e i nervi affiorano e pulsano davanti all’armadio perché non abbiamo niente da metterci?
Ecco, di tanto in tanto capita a tutte, nonostante le lezioni di stile, nonostante la sicurezza che negli anni abbiamo acquisito rispetto alla nostra immagine.

In questi momenti, quando la stagione è incerta, quando sono così presa dai pensieri da ignorare completamente le sfilate delle varie FashionWeek in giro per il mondo, quando la mattina acchiappo due cose sconclusionate pur di coprirmi, ecco, in questi momenti sento quel malessere latente che mi fa sentire a disagio nell’immagine che rifletto e allora so che bisogna correre ai ripari con una terapia d’emergenza, senza necessariamente passare per lo shopping.

Ecco le mie 10 strategie per rinnovare il proprio stile a costo zero

Il cambio degli armadi

Svuotare l’armadio. Lo so, lo so, che molte di voi odiano il cambio di stagione negli armadi e che l’idea di svuotarne il contenuto vi fa rabbrividire, ma — ammettetelo! — quante volte a uno sguardo più accurato il vostro guardaroba vi ha regalato capi che non ricordavate di avere?

Bene, è il momento di lasciarsi stupire. Svuotate l’armadio, con la scusa di pulirlo o dare una rassettata agli abiti, e rimettete dentro i capi in un ordine diverso, scommettiamo che vi verrà voglia di provare nuovi abbinamenti e indossare di nuovo qualcosa di sepolto nel dimenticatoio? A volte dove non arriva la creatività, giunge in soccorso la casualità e così in questo rimescolamento quei pantaloni della laurea che non avevate più messo ma vi dispiaceva buttare vi lanceranno eloquenti messaggi accanto alla camicia a righe appena stirata. Provare per credere 😉

Risuolare le scarpe più belle

Far visita al calzolaio o alla sarta. Sono certa che la maggior parte di voi (e siete in mia dolce compagnia) ha una busta di indumenti o calzature davanti alla porta dell’ingresso, che attende di essere portata a destinazione per una riparazione o un adattamento. Bene, è arrivato il momento di fare questa operazione, sarà come fare shopping perché nel vostro guardaroba comparirà qualcosa di nuovo, da tanto era fuori circolazione.

Curare le mani

Mettere lo smalto. Terapeutico, economico e sconvolgente. Mettete uno strato di lacca rossa sulle unghie e vedrete come la giornata cambierà.

Fatelo la sera dopo che i bambini sono andati a nanna, mentre leggerete il vostro libro sul divano, avrà tutto il tempo di asciugare e l’indomani, come per magia, vi traghetterà verso quel tubino che chiedeva a gran voce di fare una passeggiata con voi e che voi puntualmente stavate ignorando. Vi guarderete allo specchio e… mi penserete!

Capelli e trucco perfetti

I capelli. Quante cose possiamo fare per vederci diverse e sentire una ventata di rinnovamento contagiare anche i nostri pensieri!

Se li avete lunghi potete pettinarli in maniera diversa, sperimentare una treccia, uno chignon, una coda, potete legarli la sera con dei nastrini di cotone per averli ondulati il mattino dopo (i metodi della nonna funzionano sempre e non costano nulla!); se li avete corti, potete cambiare direzione nel mettere la cera o lasciarli al naturale senza alcun prodotto. Di sicuro un cambio di testa alleggerisce la percezione di noi e può strappare un sorriso!

Occhio al trucco. Trucchiamoci se non siamo abituate a farlo e cambiamo colori se invece abbiamo la nostra routine consolidata. A volte basta poco per intuire uno sguardo nuovo che ammicca allo specchio: una riga sugli occhi più marcata o una sfumatura su altre tinte. E vedrete che anche il solito tailleur racconterà qualcosa di diverso.

Il foulard

Fare amicizia con un foulard, e adottarlo. Ragazze, il foulard è l’accessorio più versatile in assoluto, cosa aspettate a farvelo amico? Basta un quadrato di seta per rinnovare tutti i vostri look quotidiani e sicuramente ce l’avete già nel vostro armadio, altrimenti andate a far visita alla mamma o a una zia, ne avranno certamente uno in più per voi! Non sapete come indossarlo? Su Trashic ci sono un milione di spunti, studiate!

Ispirazioni nuove

Aggiornare le vostre ispirazioni. Talvolta le riviste di moda non fanno che generare frustrazione perché spesso raccontano donne irreali e distanti da noi, che indossano tacchi vertiginosi per saltare su un tram, articoli troppo scomodi per andare a fare la spesa e gonne da duemila euro per accompagnare i bambini al parco.

A volte sembra che il sistema moda ci voglia travestire ed è per questo che a me piace guardare direttamente le uscite delle sfilate e trarre le mie personali considerazioni, scartando quello che trovo lontano e prendendo quello che posso riuscire a integrare al mio stile di vita.

E mi piace cogliere gli spunti e le idee di altre donne normali come me (oddio, magari talvolta sono un tantinello eccentrica, ma smorzo tutto con un paio di allacciate rasoterra :P) dai loro blog o dalle loro bacheche Pinterest (le mie bacheche sono in continuo aggiornamento con appunti per l’autunno, l’inverno, la primavera e l’estate). Insomma, fare entrar runa ventata di novità tra le nostre sinapsi per rivedere il nostro look o semplicemente stupirci di non aver pensato prima di mettere la nostra gonna preferita con la camicia del marito.

Non sottovalutare la biancheria intima. Questo è un memorandum per me che sono una da microfibra e cotone color carne. Bianco o nero se voglio fare scintille. E stop. E invece proviamo a mettere quel completino di pizzo che giace nel fondo del cassetto, non trovate che la solita camicia bianca ci doni di più? E che ci è improvvisamente venuta voglia di mettere quelle décolleté che per pigrizia avevamo abbandonato?

Uscire!

Organizzare un evento. Che sia una cena con le amiche, un’uscita romantica, una giornata insolita per la città con i bambini tra una mostra e un picnic, purché rompa la routine e ci faccia formulare la domanda: “Cosa mi metto?”. Vedrete che basterà l’occasione diversa per darci una nuova prospettiva sul nostro abbigliamento, per farci riesumare un capo che per la vita quotidiana ci sembrava eccessivo, ma che ogni volta che indossiamo compie quella magia: renderci splendide e splendenti.

Studiare…

Leggere e rileggere il mio libro. Fra le pagine del mio libro, tra parentesi di vita vissuta e #guardarobasentimentale, ci sono tanti spunti per rinnovare con poco, a volte semplicemente con un cambio di prospettiva, il proprio look. Talvolta basta ripescare un accessorio e decontestualizzarlo, a volte dobbiamo solo prendere il coraggio di indossare quello che ci piace davvero perché ci fa stare bene, invece di andare in giro in bianco e nero e rimpiangere tutto il tempo i colori. Questo è forse l’unico consiglio non proprio a costo zero — lo trovate su Amazon, anche nella versione digitale — ma spero vi ripaghi con una ventata di bellezza!

E adesso tocca voi!
Cosa fate per rinnovare il vostro stile senza usare la carta di credito?

Commenti

  1. Catia io il tuo libro ce l’ho perennemente sul comodino come Bibbia dell’ultimo minuto! Per me è una miniera di informazioni e spunti. 🙂

  2. Straquoto tutto, in particolare il valore terapeutico dello smalto colorato. Le mani in ordine con un bel colore elegante mi mettono subito di buon umore 🙂
    Anzi, a parte il rosso, qualche consiglio per il must di stagione?

  3. Ieri sono andata in chiesa per la festa dei nonni e mi sono accorta che nn avevo nulla di veloce e adatto… o meglio avevo maglie troppo estive o maglie nuove che mi sono accorta aver preso troppo larghe. Mi sembrava di essere una giostra!Venerdi ho messo un camice che mi stava giusto all’asilo, sfiancato e nn largone e sembravo piu’ magra, forse camuffarsi nn serve a molto se nn a sembrare piu’ ciccie….! Il mio guardaroba dimostra il contrario pero’!
    Il mio problema è che io soffro il caldo, ieri mattina io stavo bene in maniche corte, il fulard mi faceva caldo e l’ho tolto.se ho caldo sudo subito e mi arrabbio e tutto va a fanzufolo…
    devo studiare, leggere e rileggere il tuo libro! smacks

    • sara, sei a buon punto: hai focalizzato la tua priorità. Per te è importante non sudare, stare comoda e a tuo agio. Questo significa che devi fare molta attenzione ai tessuti e ai tagli.
      in altri post mi hai detto che metti sempre e solo pantaloni: perché? non ti senti stringere? sei sicura di stare comoda? hai mai provato un abitino in jersey di cotone, o una gonna morbida?
      io sono convinta che tu parta un po’ prevenuta rispetto a certe cose, come se tu non potessi indossarle per partito preso. mi viene da pensare: un abito camicia, sciancato con cinturina e bottoni probabilmente ti farebbe quell’effetto che il camice di scuola ti ha dato, ma senza sembrare un camice. Trovane uno o fattelo fare da una sarta! Parti da qualcosa, se aspetti di trovare nei negozi quello che fa per te, potresti anche ritrovarti fra dieci anni con gli stessi problemi!
      dai, fammi sapere!

      • Si un pò parto prevenuta… lo ammetto
        in estate i vestiti no perchè ho delle brutte gambe, brutta pelle, in inverno mi infastidiscono le calze pero’ , l’ultimo che ho preso per il matrimonio di mio cognato mi stava bene. Forse vedo il vestito un capo riservato alle situzioni importanti e scomodo …
        L’abito camicia è una bella idea, ho una collega amica un pò in carne che li mette e la vedo “vestita” bene, quando li indossoma mi piace.

        Le maglie migliori che ho amato di piu’ , le maglie delle occasioni doc , me le ha sempre fatte mia mamma in effetti (ha un laboratorio di confezioni),con la ripresa nei punti giusti… mi dice sempre “nn ho tempo” ma forse dovrei farglielo ritrovare, nn è sarta ma fa prima un prototipo cosi prova e riprova ESCE il capo giusto. ti faccio sapere, sono un pò stufa di vedermi sciatta.

        • guarda se io avessi una mamma così penso che la sfrutterei anche di notte 😛
          insisti, sara, non serve fare diecimila capi, un piccolo guardaroba di partenza con un paio di vestiti, e due top e sei già a un buon punto, poi piano piano ci prendi gusto,a acquisisci occhio e magari riesci anche a trovare meglio nei negozi!
          tienimi aggiornata 😉

  4. Trucco, capelli, smalto e intimo fanno miracoli!
    Per il resto devo proprio fare un giretto dalla sarta…

    • io ho una bustina che aspetta che mi passi l’influenza per finire dalla sarta.
      e poi devo capire come dare una svecchiata a una giacchina in tweed che stavo per ricomprare quasi uguale e poi mi sono ricordata di averla da tipo gli anni 90. son cose.

  5. Concordo perfettamente sulle scarpe! Liberarsi delle scarpe inutili è rivalutare le vecchie glorie!

Parla alla tua mente

*