Cure naturali contro la candida

rimedi-naturali-per-curare-la-candida

Proviamo a curare la candida con delle cure e dei rimedi naturali ma molto efficaci. Innanzitutto cos’è? La candida è un fungo, più precisamente un lievito, che è naturalmente presente nell’intestino e nella bocca; questo lievito aiuta la digestione e l’assorbimento dei nutrienti, ma se viene prodotto eccessivamente dal corpo, può essere estremamente dannoso per la salute, causando problemi come la cattiva digestione o le irritazioni delle mucose.


Quali sono i sintomi più comuni?

Se avete spesso infezioni cutanee e alle unghie, se soffrite di affaticamento, problemi digestivi come gonfiore e costipazione, frequenti infezioni vaginali e dell’apparato urinario, avete difficoltà nel concentrarvi e vi sentite particolarmente irritabili, allora potreste avere la candida. Non sottovalutate questi segnali in modo da poter intervenire in tempo: parlatene con il vostro medico.

Come curarsi?

Per prima cosa bisogna far “morire di fame” il fungo, come? Eliminando dalla propria dieta, almeno per qualche settimana, gli zuccheri, il latte e i suoi derivati e tutti quei cibi che irritano e infastidiscono il nostro intestino.

Il secondo passo sarà quello di uccidere il lievito. Utilizziamo erbe e sostanze naturali dal forte potere antifungino:

  • L’estratto di semi di pompelmo, potente disinfettante e antimicotico capace di contrastare anche virus e batteri;
  • L’estratto di foglie d’olivo, noto non solo per la sua capacità di inibire le infezioni dovute a microbi, virus e funghi, ma anche perché riesce a migliorare la circolazione e a dare sollievo in caso di mal di denti, emorroidi, micosi alle unghie e tutte quelle infezioni che provocano anche fastidi e bruciori;
  • L’acido caprilico, acido grasso estratto dalla noce di cocco capace di dissolvere la membrana cellulare del fungo candida e di altri altri tipi di funghi in generale.

Il terzo ed ultimo passo per la cura della candida consiste nel ripopolare l’intestino di batteri “buoni” per eliminare quelli cattivi. Bisogna consumare yogurt e probiotici per favorire i movimenti intestinali e agevolare così l’eliminazione del fungo; arricchiamo le nostre insalate con semi di lino e semi di chia perché purificano e ripuliscono l’intestino; aiutiamoci con integratori di fermenti lattici per ripristinare la flora intestinale.

Tutti questi passaggi, se seguiti costantemente e correttamente, ci porteranno a debellare per sempre questo fastidiosissimo fungo dal nostro organismo!

A cura di Paola Mencaroni

Trackbacks

  1. […] Potrebbe essere un’ infezione batterica, in particolare una vaginite, dovuta a cambiamenti nella zona vaginale che portano ad una proliferazione dei batteri. Rapporti non protetti potrebbero portare alla trasmissione di malattie sessuali che alterano i PH producendo così un odore più intenso e sgradevole; l’uso eccessivo di saponi e lavande vaginali alterano l’equilibrio delle zone intime esponendole maggiormente al rischio di infezioni fungine. Anche i tamponi vaginali e gli assorbenti possono essere causa di cattivo odore intimo: devono essere cambiati spesso e dobbiamo fare attenzione che non rimangano residui di tampone all’interno della vagina, da eliminare immediatamente non appena ce ne rendiamo conto! […]

Parla alla tua mente

*