La moda Tirolese per l’Autunno-Inverno 2014

moda-tirolese-2014

Sì, esiste. Esiste nella realtà, intendo. Esiste nel 2014 nella collezione Autunno-Inverno di varie collezioni. Voi cosa ne pensate?

Sapete, se mi conoscete, quanto io ammiri Bonprix (da cui proviene la foto di inizio post) – non solo perché veste fino alla taglia 64, ma soprattutto perché ha per primo sdoganato la moda plus size per tutte quelle che, come me, volevano vestiti belli, subito, perfetti, giovani e di qualità.

Ci sono alcune scelte stilistiche che però non sono in grado di comprendere. Nella collezione di questo Autunno c’è un’intera sezione dedicata al look tirolese, sia da uomo che da donna, anche con prezzi elevati che mi fanno immaginare che si tratti di prodotti di qualità alta, come i pantaloncini in foto che sono in pelle – quindi non roba da poco.

pantaloni-tirolesi

Hanno anche i bottoni in corno, un ricamo particolarmente accurato e direi anche autentico, realistico. Le bretelle regolabili e staccabili.

abito-tirolese-trend-di-stagione

E una serie di abitini che, a dire il vero, visti sul sito sono deliziosi, ma che trovo davvero difficili da indossare per davvero.

abbigliamento-tirolese

Una collezione simile, ancora più costosa, è presente su C&A.

E io che sono anziana, ma forse non abbastanza, da alcuni giorni cerco di interrogarmi: chi potrebbe indossare questi abiti? A parte una persona che intende vestirsi ‘da tirolese’ – intendo – a quale tipo di fisico o corporatura donerebbero questi abiti? Se guardo la prima modella, che è oggettivamente STUPENDA, credo siano riusciti nell’intento di farla sembrare tozza, quando non lo è affatto.

Tirolese sì: ecco le mie scelte

camicia-tirolese

Salvo assolutamente la camicetta tirolese: la trovo persino sexy. Con un blazer stile Preppy, sarebbe un abbinamento perfetto. O no? Salvo anche queste meravigliose e lunghe trecce a spina di pesce: sono deliziose, curatissime, eleganti, preziose. Vorrei avere i capelli lunghi per portare una pettinatura tirolese tutto l’inverno.

scarpe-tirolesi

Non butto via tutto il concetto ‘tirolese’, non voglio: voglio credere che ci sia qualcosa da salvare di questo concetto. Quindi, nella mia lista ‘Tirolese sì’, io salvo anche le scarpe, magari nella versione maschile. Sono sufficientemente eccentriche da risultare gradevoli, originali, davvero trendy. me le approvate? Penso che con un look military chic sarebbero assolutamente fa-vo-lo-se.

E salvo persino il vestito da sposa: se vuoi essere originale il giorno del tuo matrimonio, questo è uno dei tanti modi per esserlo.

Voi cosa ne pensate? Non è una novità: nel 2011 lo stesso Fendi fece una collezione Tirolese Style. Ecco, forse declinata come quella di Fendi… o forse anche no?

Commenti

  1. quando ho visto lo “strillo” del post su Facebook mi son detta “ma…. sono impazzite?!?!?” però sono venuta subito a leggere e che ti devo dire? una figata. non avevo idea che Bonprix avesse la sezione tirolese e si che ho girato un po’ perché volevo una giacca di lana cotta, azzurra of course. senti l’idea è originale al di là della camicia a quadri e dei lederhosen che per me sono troppo maschili. Invece io sogno da una vita il dirndl ma vivendo al mare quanto lo metto? Lo trovo un abito particolare e volendo anche chic (non per niente Marza Marzotto se ne addobbava quando stava a Cortina) e nella realtà molto indossato specie nella vecchia Austria. Del tipo avete mai guardato con attenzione il pubblico del concerto di Capodanno? ecco molte signore indossano un dirndl festivo, in velluto e seta.
    Insomma come al solito siete avanti 😀

    • Io il dirndl lo vedo adatto solo a una notte si sesso sfrenato in cui ciascuno interpreta un personaggio. 😀 😀 😀

      • 😀 e invece secondo me come molto abiti tradizionali questo è particolarmente donante per le femmine come si usava una volta, cioè con vita stretta, fianchi e belle tette che si possono mettere in mostra o nascondere solo tirando il cordino della camicetta.
        al momento non è una priorità perché non ho in programma né una vacanza in montagna, né il Concerto di Capodanno (sigh, ma prima o poi…) ma chissà un giorno.

      • Mammafelice è da applausi! :);)

    • In realtà, il Drindl, o abito Folkloristico o Tradizionale…come volete é un abito da feste e tradizioni, dei paesi che si usa.Non solo Trentino ma anche in tutto l alto Bellunese di confine con il Trentino. Drindl si dice nel Sud Tirol trentino Alto Adige, Austria, Svizzera e Germania. Che poi ha il significato in se di abito tradizionale Folkloristico.

  2. Questa la devo dire a mia suocera che, da brava sciura con casa in Alto Adige, ne ha un armadio pieno (uno più bello dell’altro, devo ammettere).
    Sapessi quante volte ha cercato di farmene comprare uno: ma appunto, mi sentirei vestita da Carnevale quindi evito 😉

  3. Io devo dire che l’abbigliamento tirolese non mi dispiace se indossato… sulle montagne tirolesi, appunto! In particolare trovo molto belle le giacche di lana cotta, grigie o verdi.
    In vacanza in Alto Adige mi è capitato di vedere delle signore in dirndl: bellissime! Sembravano uscite da una fiaba di altri tempi. Per chi è nato e vive in quei luoghi, quel tipo di abbigliamento ha sicuramente un senso. Io però vivo in città e non uscirei mai vestita così, a meno di non voler fare il fenomeno da baraccone!
    Ora che mi ci fai pensare,io da piccola avevo un dirndl che mi aveva portato papà da un viaggio in Austria. Il mio fratelllino invece aveva camicetta e calzoncini tirolesi con le bretelle. Mamma ce li fece mettere in un paio di occasioni: eravamo troppo bellini!

    • siiiii!
      le giacchine grigie o verdi sono deliziose!!!!

      ed è vero, in alto adige le donne vestite così non sembrano strane…
      io sembrerei una scappata di casa
      😀

    • Diciamo che qui, il vestito Folkloristico, ( così si chiama nell alto Bellunese di confine TN. In Trentino, Austria e Germania, si chiama Drindl ), si usa per le feste, mica per tutti i giorni. Chiaro che neanche qui si gira tutti i giorni con il vestito tradizionale. Cè tutta una storia dietro e si capisce che voi cittadini, ignorate totalmente usi costumi e tradizioni di montagna, da come parlate e come descrivete le varie situazioni. Quando si va in montagna in vacanza, non è come viverci. Io, ex cittadina, ci vivo ormai da diversi anni ed ho imparato che, appunto, un conto è verirci in vacanza e un altro e viverci, imparare i segreti piu nascosti, usi e costumi, pensieri dei valligiani, il suo Folklore, l aria, le cose semplici. Senza tanti stress e senza tutta quella superficialità d apparire cittadina, Senza rumori caotici e assordanti, ( apparte quando arrivano i turisti). Che è anche in quest occasione, dove si usa di più questi bellissimi abbiti Folkloristici.

  4. Oh mamma mia, moda AUTUNNO INVERNO tutte scollacciate e con le gambe così nude?

  5. salvo il vestito da sposa, ma non per sposarmici
    poi ci sono delle giacchine di lana cotta che non sono male..
    per il resto, no, non ce la posso fare!
    😀

    (delle scarpe non voglio nemmeno parlare… 😉 )

  6. In teoria potrebbe essere carino e spiritoso ma non mi immagino vestita in toto così.

    Si potrebbe rimediare però, urbanizzando un po’ l’outfit.
    Esempio: la giacchina in lana cotta di cui parla Giulia in grigio antracite, un abitino di un tono sfumato rispetto la giacchina con il sotto asimmetrico, dei collant pesanti neri o delle calzette corte a contrasto, le scarpe tirolesi della foto e una scirpona morbida e fluida che ricorda il freddo.
    In alternativa, se piacciono, la medesima giacchina, i pantaloni alla caviglia sempre in lana, una camicia non in stile tirolese semplice e stretta, le scarpe e calzine di cui sopra.

    Sono da ricovero? 😀

Parla alla tua mente

*