Siamo capolavori della Natura

donne-capolavori-della-natura

Sono emozionatissima per questo mio debutto su Trashic. Sono davvero emozionata, come al primo giorno di scuola! Magari delle medie, perché i compagni, alcuni, già li conosco e la scuola è la stessa che frequentavo alle elementari, insomma, mica è proprio tutto nuovo qui. E poi tanto tempo fa avevo fatto un “guest post” su una delle mie passioni, le borse! Però da ora in poi ci vedremo spesso, più spesso. Contenti? Io si!


Da dove iniziare. Santo cielo, quando mi è stata fatta questa proposta la testa era piena di idee confuse, vaghe, poi chiare. Mi sentivo Carrie Bradshaw, poi ero emozionata come se mi avesse chiamata Vogue per una collaborazione… e un po’ è così, perché Trashic non è mica da tutti, oh!
E di che cosa parlo? Ho mille idee e mi pare di non averne nessuna, ma cerchiamo di razionalizzare.
Io comincerei a parlare di bellezza. Anzi, della Bellezza, del Bello. Si perché io credo veramente che la bellezza posa ancora salvare questo mondo che rotola sempre di più verso l’orrore. Perché io credo nella necessità del superfluo, perché io credo che il superfluo dovrebbe essere un diritto.
Già, perché avere almeno un po’ di superfluo significa aver già provveduto all’indispensabile. E “non di solo pane vive l’uomo”…ma ora non voglio esagerare e darmi troppe arie ;), altrimenti dite che mi sono montata la testa (oh! Ma io scrivo per Trashic!!! ).

Perciò vorrei che il filo conduttore di queste nostre chiacchierate qui fosse la bellezza, quella cura di sé che ci fa sentire subito meglio, anche se non ce le rendiamo conto.

Se ne parla da sempre qui su Trashic. Ve lo ricordate il “me lo merito”? e le lezioni di stile di Caia? E tutti i consigli dietetici e sportivi che sono prima di tutto rivolti al “vogliamoci bene”?

Alla nascita ci è stato fatto un regalo meraviglioso: una macchina perfetta. Un corpo il cui funzionamento ha del miracoloso. Se siete credenti, è un regalo di Dio in persona (mica del primo che passa), se non lo siete, guardatevi allo specchio e alzate un braccio. Si è alzato? Ha fatto quello che volevate? E vi sembra una cosa facile questa?

Siamo capolavori della natura.

E proprio perché siamo fatti così bene, signori miei, di corpo ne abbiamo solo uno. E quello ci dobbiamo tenere bene e in ordine.
Si si…anche in ordine. Pulito (è il minimo, ma credetemi, qualcuno salta questo passaggio) e in ordine. E ben sistemato e curato.
Pensate alla vostra casa, al vostro posto di lavoro, a un luogo cui tenete, un angolo bello della vostra città. Vi piacerebbe vederlo mal tenuto, trascurato, sporco?
Penso di no.
Cosi lo stesso dobbiamo fare con noi stesse e con il nostro corpo.

E non importa se la natura ci ha dato un metro e mezzo di gambe o mezzo metro, se siamo attaccapanni, cicciottine o abbiamo un fisico perfetto (ci sono anche quelle belle come il sole che si rovinano da sole, basta guardare certe attrici con la chirurgia estetica). Comunque siamo, dobbiamo sempre presentarci al meglio. Anche nella “confezione”.

Lo dico e lo ripeto da anni, l’abito fa il monaco, eccome! L’abito parla di noi, di come siamo, di come vorremmo essere, di come vorremmo apparire. L’abito dice molto e deve essere curato e adeguato.
A che cosa?

Per prima cosa a noi. Facile vero? Ho scoperto l’acqua calda? Mica tanto! Pensate ai condizionamenti indotti dalla televisione, da internet, dai giornali, pensate a quei modelli più o meno precotti che ci propinano. E se siamo donne elevateli al cubo.

Dobbiamo essere magre ma formose “nei punti giusti”, donne in carriera e angeli del focolare, mamme e sexy dive. Oh, calma! E poi dobbiamo accettarci così come siamo. Che detta così va bene, ma qualcuno ci spieghi prima che l’accettazione di se’ è un percorso, mica una formula magica che basta dirla e si realizza.

Se il mondo fuori sembra andare diversamente, accettare se stesse, le proprie debolezze e il proprio modo di essere mica è facile. Nessuno ce lo dice che per accettarsi bisogna essersi prima costruite.
Lo abbiamo studiato con Caia (avete fatto le sue lezioni di stile? Siete in tempo a recuperare con i corsi serali 😉 ) e ora cerchiamo di metterlo in pratica. Abbiamo imparato che non basta trovare uno stile che va bene a una che ci piace e copiarlo. Dobbiamo adattarlo a noi, alla nostra fisicità e alla nostra vita di tutti i giorni.

Una specie di master delle lezioni di stile di Caia, con applicazioni pratiche che mostrino come alla fine non sia così difficile apparire al meglio. Con lei abbiamo studiato le basi per lo stile. Poi abbiamo lavorato sulla definizione del nostro stile. Insieme vedremo, nelle prossime settimane, come tutto questo può funzionare nella vita pratica di tutti i giorni. Vedrete che è tutto tranne che difficile. Dopotutto, io cito sempre Coco Chanel (mica una qualsiasi).

Vestiti in maniera non impeccabile e noteranno il vestito.
Vestiti impeccabilmente e noteranno la persona.

Chi vogliamo far notare? 😉

A cura di Giulia Rossanigo.

Commenti

  1. AAAAHHHHHH!
    Sono saltata sulla sedia emettendo urletti di gioia come Olaf di Frozen!
    Ma nessuno mi ha detto niente? Ma che sorpresa!!!!
    Oddio sono quasi commossa!
    W la Giulia!
    W i commenti di gioia incontenibili e inutili!

    • ahhahah
      sorpresa!!!

      Benvenuta Giulia!
      Direi che la poltrona Trashic se l’è proprio meritata la nostra Giulia!
      <3 <3 <3

      ps TU sei un capolavoro della natura! ti vogliamo bene!

  2. Leggerti è sempre un piacere! Complimenti!

  3. ma wow doppio wowwow!!!! La Giulia!!!!
    che bello, mi piace un sacco come scrivi, elegante, raffinata, decisa, una grande insomma!
    bentrovata “dalla parte di là”, ti leggerò volentierissimo!
    C

  4. Che bello Giulia! Che piacere e che sorpresa trovarti non soltanto nei commenti!
    Oggi ho pochissimo tempo per commentare, però i miei complimenti te li dovevo fare assolutamente.
    Brava! Sarà un piacere leggerti anche qui.

  5. Avevo scritto un lungo ringraziamento che però è scomparso (malefico iPhone)
    Oggi vado di fretta ma volevo ringraziarvi tutte
    Le padrone di casa per questa bellissima opportunità
    Voi tutte per questa accoglienza calorosa
    Torno poi con calma
    Intanto
    Grazie!!!!!

  6. Ma che bello! Sono emozionata anche io, ci credete? Io continuo a pensare che le tue pagine sulla bellezza e l’eleganza vadano meditate la mattina presto, magari in posizione del loto. E’ bellissimo poterti leggere più spesso che andando a guardare nei commenti!

  7. Non ci conosciamo, ma…evviva Giulia! Sarà bello leggerti anche qui. 🙂

  8. eccomi!

    ma grazie! ma grazie a tutte!!!
    🙂
    questa avventura su trashic mi riempie di soddisfazioni e di gioia!
    perchè questo è un posto dove mi sento proprio a casa….
    adesso dovrò essere all’altezza di tante aspettative

    🙂
    grazie grazie e grazie!

  9. Giulia!! Brava!

  10. Bellissimo leggerti anche qui, oltre che tra i commenti e sul tuo interessantissimo blog!!
    Complimenti!!

  11. Ma che bello, non vedo l’ora di leggere i tuoi articoli! A prestissimo allora!

  12. Super wow!!! Che bella sorpresa trovare un post de La Giulia!! Ho recentemente commentato così una tua foto su instagram : “si vede che sei una giusta” e lo ribadisco dopo aver letto questo post. Siamo si capolavori della natura e dobbiamo prenderci cura di noi al meglio.non vedo l’ora di seguire questo master! 🙂
    E.

Parla alla tua mente

*