Vestito da sposa come Angelina Jolie

foto-matrimonio-angelina-jolie-brad-pit

 Un abito da sposa come Angelina

E infine Angelina e Brad si sono sposati. E non solo loro: tutta la famiglia si è sposata. Ecco quindi che la cerimonia e la scelta dell’abito hanno assunto un ruolo simbolico fortissimo.

Angelina e Brad non erano gli unici sposi. Di fatto è stato un matrimonio di gruppo. Ognuno aveva il suo ruolo e marito e moglie portavano su di sé le tracce del numeroso clan.

L’abito di Angelina

Angelina indossava un abito di Atelier Versace, su cui ha chiesto di ricamare – opera dal maestro sarto Luigi Massi – i disegni dei suoi figli: draghi, mostri, motociclette, treni, fate.

Un doppio valore simbolico.

abito-da-sposa-angelina-jolie-atelier-versace-bozzetto

L’abito di Angelina Jolie: dal bozzetto all’abito

Angelina si presentava come una sposa tradizionale davanti e anticonformista dietro: la sorpresa dei ricami si può solo intravedere frontalmente, ma si svela in tutta la sua peculiarità mentre si allontana.

Primo valore simbolico: il sé. L’ho trovata una scelta altamente simbolica della personalità di questa attrice. A prima vista è una bellezza Hollywoodiana, ma le sue scelte artistiche e di vita ne hanno svelato la peculiarità. Ora non ha più bisogno di esternare la sua estraneità al sistema portando al collo fialette di sangue: può tranquillamente esibire un look borghese; la sua forte personalità trapela lo stesso.

Secondo valore simbolico: il sé come parte del gruppo, unione di altri. Indossa sulle spalle, sulla testa, sulla schiena, i segni e gli incoraggiamenti di un allegro clan di bambini, li carica su di sé. Un abbraccio. Il suo grido: non sarò mai più sola, io sono parte di un gruppo.

L’abito di Brad

Anche Brad Pitt era vestito apparentemente “normale”. In realtà indossava una cravatta prestata da uno dei figli. Scusa ufficiale: aveva dimenticato di metterla in valigia. Voi ci credete? Io no. Mi sembra un discorso troppo coerente con quello del vestito di Angelina per essere casuale.

Gli abiti dei bambini

I bambini: Maddox 13 anni, Pax 10 anni, Zahara 9 anni, Shiloh 8 anni, Vivienne e Knox, 6 anni. Ognuno vestito a modo suo, in modo che rispecchiasse la loro personalità. Shiloh, ad esempio, era vestita in completo boiysh, risultando come sempre la più stilosa del gruppo. Ognuno di ruolo ha avuto un ruolo definito all’interno della cerimonia.

Tutti insieme hanno scritto i voti pronunciati dagli sposi e hanno decorato il vestito. Poi i figli maggiori Pax e Maddox hanno accompagnato Angelina all’altare, Dhiloh e Knox hanno portato gli anelli agli sposi, mentre Vivienne e Zahara li hanno accolti all’uscita con il lancio di petali.

Anche tu una sposa decorata come Angelina

Soluzione 1: scegliere un vestito già ricamato o stampato. Giusto per richiamare l’idea e non essere la solita sposa bianca. Ce ne sono molti nelle proposte di quest’anno, e Angelina non è l’unica fra le spose 2015 ad essersi presentata con un vestito “a tema”. Anche Marica Pellegrinelli, fresca sposa di Eros Ramazzotti, è andata all’altare con un abito decorato con note musicali. Lei, naturalmente, l’ha fatto personalizzare con le note dello sposo.

abito-da-sposa-ricamato

Photo Imaxtree via Donnesulweb

  1. David Phielden, collezione 2015. Abito lineare, semplicissimo ma dall’allure preraffaellita, con i fiori sfumati in un gioco di veli. Bello, vero?
  2. Valentino Haute Couture, lo stesso scelto e fatto personalizzare dalla Pellegrinelli.
  3. Giambattista Valli, lo stilista scelto anche da Amal Alamuddin (in Clooney): effetto ’50s con una bellissima sottogonna in tulle. Mi piace da pazzi.

Soluzione 2: totalmente personalizzato. Ovvero scegliere un vestito e farlo ricamare (o stampare).
La scelta delle decorazioni poi può essere a tema con la cerimonia, o con lo sposo (musica? lettere? numeri? chiavi inglesi? byte?), o ancora copiamo spudoratamente l’idea di Angelina, perché – diciamolo – è stata una cosa bellissima, io mi sono profondamente commossa.

In questo caso, per il vestito, io manterrei una linea pulita e uno stile minimale, in modo da non appesantire l’insieme e di dare maggior risalto alle decorazioni.

abiti-sposa-da-ricamare-blumarine

  1. Collezione sposa Blumarine: un vestito semplice, corpetto quasi da sottoveste, gonna morbida con un velo delicato. Si potrebbe anche cambiare il nastro per accordarlo ai decori.
  2. Stesso abito, il retro. Il leggero strascico sembra dire: decorami.
  3. Un altro abito Blumarine: semplice, liscio, lineare, di gran classe. Mi sembra una tela perfetta per una stampa, non trovate?

abiti-da-sposa-da-ricamare-sarli

  1. Liscio liscio liscio. Si presta a un velo molto decorato, o a una stampa sullo strascico. Sarli sposa 2015.
  2. A strati, senza maniche. In questo caso si potrebbe giocare sulle sovrapposizioni stampando solo alcune balze. Sarli sposa must.
  3. Un abito meraviglioso, con una piccola cappa-velo e una sopragonna sul retro che sembra fatta apposta per il nostro scopo. Sarli sposa 2015. C’è un modello simile, altrettanto bello, nella collezione Alberta Ferretti, si chiama Sirio.

Cosa ne dite? C’è qualcuno che si sposa quest’anno? Qualcuno che ha fatto ricamare l’abito da sposa?

Commenti

  1. è inutile
    io non riesco a farmeli piacere quei due…lei soprattutto che mi sembra una che calcola anche quante volte soffiarsi il naso….
    lui mi sembra uno smidollato che ha fatto bingo perchè ha sposato una macchina fabbrica soldi
    ma lei la trovo autentica come una moneta da tre euro….
    son contenta se si amano e se si sono sposati e so che le foto ai giornali erano comunque posate, ma anche lì mi sembra che lei scelga quale figlio guardare o baciare a seconda della luce…
    insomma, mi sembra davvero una persona di plastica

    l’dea dei disegni dei figli sull’abito è carina (o comunque della personalizzazione), anche se per esempio quello con le note musicali non mi piaceva (carino che fossero canzoni del marito, ma era proprio il risultato finale a non convicermi). però ancora…porca miseria che disegni perfetti fanno ‘sti bambini!
    i miei colleghi hanno appesi sulle pareti i disegni dei figli e sono dei pasticci allucinanti
    😀

    (ehi anche io avrei potuto personalizzare il mio abito da sposa…avrei potuto metterci – che ne so – dei bei cervi… 😀 )

  2. il vestito di Angelina è stato bello ma io preferirei senza tutte queste scritte

Parla alla tua mente

*