Shopping natalizio

capospalla cappotto lana

Periodo di shopping natalizio. Come ogni anno spero di riuscire a stilare elenchi e to do list in tempo, ma soprattutto di riuscire a depennare tutte le voci almeno per il 20 di Dicembre.

Chissà quest’anno… Intanto provo ad andare in giro per una ricognizione.

Indosso una tenuta quasi da combattimento, come si conviene per le ronde di shopping: comoda, mani libere, a strati e con sopra e sotto indipendenti (ossia no abiti che poi se vuoi provarti un pantalone resti in reggiseno o viceversa in mutande). Perché andare in giro per negozi può sempre diventare il momento della folgorazione improvvisa e noi dobbiamo sempre farci trovare pronte!

Quindi ho optato per leggings e maxi maglia, seconda maglia sovrapposta e cardigan super ciccione che mi fa da cappottino.
Questo maxi cardigan di lana è stato uno dei primi acquisiti di Martino Midali, preso durante il mio primo post partum, e ogni anno è uno di quei capi che mi fa piacere ritirare fuori e indossare appena le temperature lo consentono. Non mi ha ancora stancato e ogni volta mi suggerisce abbinamenti che gli danno un gusto diverso, restando un capo da #guardarobasentimentale. Oltretutto qui a Roma, il cappotto pesante ancora non è necessario.
Ho completato con una sciarpona frou frou, un paio di stivali bassi e la mia ormai inseparabile tracollina di gomma (una di quelle folgorazioni improvvise, appunto…).

Tornando allo shopping natalizio, devo ammettere che quest’anno non sono molto ispirata. Addirittura non ho chiesto niente neppure per me. Cioè io e il MaritoZen ci regaleremo la macchina fotografica che abbiamo tragicamente perduto quest’estate in barca a vela, ecco quella sì. Poi ovviamente penserò ai bambini. Per il resto ho il vuoto.

Il fatto è che io, per me, vorrei davvero solo un po’ di tempo in più. Di cose ne ho a sufficienza, spesso mi manca il tempo di utilizzarle, ma soprattutto mi manca il tempo di condividere esperienze con la mia famiglia e i miei amici. Spero Babbo Natale si impegni per accontentarmi.

Per quanto riguarda i regali da fare, vorrei ricalcare le scelte degli ultimi anni, poco consumistiche, spesso libresche, di fondo ‘povere’. Ma quest’anno mi sembra di avere un pizzico di energia in più per fare le cose per bene e dedicarmi con il cuore a comporre dei pacchi regalo mettendoci il mio amore e la mia manualità. Vedremo cosa tirerò fuori.

Quindi il mio giro di ricognizione sarà soprattutto per catturare idee, farmi ispirare e magari trovare piccoli oggetti da trasformare o materiali da utilizzare per creare qualcosa di bello.

Voi che cosa vorreste da Babbo Natale?
E cosa state pensando di regalare?

Per questo outfit:

  • Total look, MartinoMidali
  • Borsetta di gomma, Tiger
  • Stivali, Camper

Commenti

  1. Mi piace moltissimo la sciarpona frou frou, ma è fatta di quella lana che si arriccia da sola lavorandola oppure è tipo chiffon (che dalla foto non ci vedo)? Dalle mie parti quest’anno niente shopping natalizio (già gli altri anni non che se ne facesse moltissimo, sono secoli che non faccio più regali), giusto qualche pensiero per i figli…purtroppo il lavoro scarseggia e di soldini in più proprio non ce ne sono, però cercheremo di essere contenti ugualmente: abbiamo la salute, il necessario non ci manca e ci vogliamo bene…e speriamo sempre che l’anno prossimo sia migliore di quello che sta finendo!

    • la sciarpona è di tessuto di lana arricciato da due bande di elastici nella parte centrale che la fa arricciare.
      non so se così è chiaro, ma non è lana arricciata, né chiffon.

Parla alla tua mente

*