Come indossare un tailleur rosso

tailleur-rosso-come-indossarlo-abbinarlo

Ecco, non abbiamo fatto in tempo a parlare di seri e formali abiti da lavoro che già divaghiamo. E questa è una divagazione importante sul tema tailleur. Siamo sempre nel mondo della tinta unita e dei colori base, ma qui parliamo del colore per eccellenza: sua maestrà il rosso.

Come dire, da un eccesso a un altro.

Con questo tailleur è stato amore a prima vista, mentre un’amica nel camerino si provava degli abiti in un negozio di Firenze (Midinette) che amo moltissimo (e dal quale arrivano anche altre cose che vedrete presto).

Con lei funziona sempre così: lei nel camerino che si prova qualcosa, esce e mi trova con le braccia cariche di vestiti e mi lancia un’occhiata fra il compassionevole e il condiscendente.

Questo completo, a dire il vero, lo avevo visto inizialmente in verde, abbastanza chiaro, una tinta autunnale che però poteva andare bene anche per la primavera e mi piaceva comunque molto. Mi piaceva il colore, il tessuto non troppo pesante (abito a Roma vi ricordo e per quanto freddo possa fare non fa mai troppo freddo….) e il fatto che la giacca avesse quella linea aderente e un taglio frivolo e femminile.

Per provare la taglia della gonna, la signorina però mi dà questo rosso che mi ha fatto scordare completamente il verde (che – ripeto – era comunque molto carino).

Complice il 30% di sconto (i peggiori peccati son stati commessi con il 30% di sconto) ed è mio.

tailleur-rosso-abbinamenti

Mi piace l’idea di indossare qualcosa di estremamente colorato ma non eccessivo anche in ufficio, soprattutto nelle giornate grigie e fredde un po’ tristi e lui mi sembra adattissimo.

Ho già tante idee per accessoriarlo, dal ladylike con un pizzico di ironia, allo sportivo, magari spezzando la giacca e la gonna con altri capi. Per le scarpe ho scelto delle mary jane nude che vanno su tutto.

Per la borsa ero un po’ indecisa, mi sarebbe piaciuto rompere ogni regola e “osare” il rosso accesso o l’arancione, ma per questa volta ho smorzato il colore vivace con accessori neutri, quindi scarpe nude e borsa color cipria.

E un torchon di perle di fiume di mia mamma, per accentuare l’aria bon ton del tutto e giocare a fare la signora.

Che cosa ne pensate?

Per questo outfit

  • Tailleur: Midinette Firenze
  • Scarpe: Mauro Leone
  • Torchon di perle di fiume: di mia mamma (si può dire vintage visto che ha qualcosa come 30 anni?)
  • Borsa: Nina Ricci

Commenti

  1. è moooooolto bello! colore veramente azzeccato! non ci fai più le sfilate davanti allo specchio?
    (sorvolo sul 30% che fa danni, perchè SO di cosa stai parlando :blush:)

  2. Hai ragione…manca la versione indossata, devo riprendere (è che non è che mi piaccia tantissimo la mia faccia 😀 )
    😉
    Bello vero? A me mette tanta allegria

    • sì, è un colore che fa venir fuori il sole anche quando non c’è! poi appoggiato lì sul tappeto verde, fa veramente già primavera (anche se qui stamattina -4……)

  3. Bellissimo il tailleur e fantastico il colore!
    Trovo che il rosso sia perfetto per le bionde naturali con gli occhi chiari come te, perchè ne esalta i colori delicati senza risultare eccessivo.
    Due domande da allieva pedante:
    1) che top hai abbinato?
    2) forse è la foto, ma quellle scarpe non sono più color taupe che nude?
    P.S.: VOGLIAMO TUA FOTO! Non azzardarti a dire che non ti piace la tua faccia, sei bellissima, soprattutto quando sorridi! bigsmile:(vedi foto del post sui saldi)

    • il top era color cipria, diciamo in tinta con la borsa.
      le scarpe dalla foto si, sembrano più taupe che nude e non hanno una leggera sfumatura grigia più che rosa, ma dal vivo sono leggermente più chiare che nella foto…

      p.s. ok, la prossima volta entro anche io
      🙂

  4. lode per gli accessori chiari!!!

  5. Ma sai che ho un tailler molto molto simile? Il mio, però, è beige…. e, onestamente, non so perché, ma quasi sempre indosso la giacca e la gonna separatamente. Quasi quasi faccio il gioco opposto al tuo e provo a indossarlo, finalmente giacca e gonna insieme, con accessori coloratissimi, magari proprio rossi!

  6. Ah, che cosa mi hai fatto ricordare: un tailleur primaverile rosso che avevo qualche (ehm) decennio fa! Lo adoravo al punto da averne preso tre pezzi: gonna, giacca e pantalone. Non ti dico lo scalpore quando lo portavo in ufficio (l’ambientino, come dire, un po’ conservatore adesso, figurati vent’anni fa). Ricordo che lo accessoriavo con il beige (del nude non si sentiva neanche parlare, anche se il concetto era lo stesso) o con il bianco puro. In compenso, non ho mai potuto vedere l’abbinata rosso-nero: mi faceva venire in mente i vestiti da ballerina spagnola che si vedevano a Carnevale quand’ero bambina 😉
    ps domani cardigan rosso, sicuro. Adesso vado a studiare come abbinarlo…

  7. Beh, si, il rosso si fa decisamente notare….

  8. Oggi mi sono messa il mio caldissimo cappotto rosso fuoco, con colbacco di finta pelliccia marrone bruciato e sciarpona di cachemire fantasia paisley nei toni del rosso, viola, arancio e verde.
    Sotto vestito di lana caldissima color tabacco e stivali di cuoio color biscotto.
    Abito a Roma ma stamattina alle 7 pareva di stare in Siberia: avevo voglia di colori caldi!
    Per domani, visto che si prevede ancora freddo, pensavo di replicare il cappotto rosso ma con abito di lana… nero! Ebbene sì, voi storcerete il naso ma a me l’abbinata rosso e nero in pieno inverno non mi dispiace affatto, mentre in estate la evito come la peste per evitare l’effetto ballerina di flamenco di cui parlava Donna Bianca.

    • per i colori, dipende tutto dal nostro incarnato, dai capelli, dal tipo fisico….
      🙂
      a me il rosso sta bene, ma con rosso e nero “assoluti” mi muore un po’ addosso. sono chiara di colori (capelli bionid, carnagione chiara, occhi celesti) quindi ho bisogno di luce. anche il total black non mi sta una meraviglia a dirla tutta.
      “sparisco” un po’…
      rosso e tabacco sono bellissimi insieme!!!!

  9. “a me… mi”
    “evito… per evitare…”
    Come scrivo male!
    :doh:

    • dovrei farti leggere la mail che ho scritto a caia l’altro giorno…
      non so come ha capito che cosa volevo dire…

      😀

      (si oggi Roma era siberiana…sono in moto e ancora ho le mani gelate)

  10. Voce all’amica del camerino!
    La storia è questa: l’amica (ZiaLiz) impone a LaGiulia di andare da Midinette.
    LaGiulia è buona e amorevolmente accetta (non era necessario fare quel passaggio, avevamo già dato con lo shopping il giorno prima).
    ZiaLiz adocchia e si intestardisce su vestitino meraviglioso color senape ma ZiaLiz ha l’incarnato giallognolo e LaGiulia cerca con grazia di segnalarlo.
    A nulla serve e ZiaLiz ruzzola come una furia nel camerino uscendone triste e sconsolata: il vestitino bellissimo si era trasformato in un abito messo addosso ad una salma (la ZiaLiz medesima). Con lo sguardo triste e sconsolato sposta il separè per trovare conforto e cosa vede?
    LaGiulia in pieno raptus compulsivo, sommersa da Tailleur verde, tailleur rosso, cappello e scarpa (non negare perché ti sei provata anche quelle) che, in piena trattiva per la taglia con la commessa, mi guarda con occhio cucciolo di chi è stato costretto, obbligato da una forza esterna e malvagia a fare shopping!

    P.S. il tailleur rosso era davvero irresistibile;
    P.P.S. Non temete: l’abitino color senape è ritornato sul perfetto manichino.

  11. Meno male qualcuno che racconta la verità

Parla alla tua mente

*