Abiti bianchi per spose non convenzionali

Se la vostra idea di abito da sposa non è quella di una principessa ricoperta da strati di voluminosa e spumeggiante meringa, se non avete intenzione di indossare veli che coprano un’intera navata, se non volete festeggiamenti e carrozze degni di una testa coronata, questo è il post che fa per voi.

A scanso di equivoci vi dico subito che io di matrimoni ed etichetta me ne intendo assai poco, non l’ho mai sognato (neanche da bambina) e la mia sola curiosità sugli abiti nuziali è sempre stata quella di capire come facciano le spose a districarsi con certi vestiti nel momento cruciale in cui scappa loro di andare in bagno.

Alla luce di tutto questo ho provato a immaginare delle soluzioni alternative per spose non convenzionali, sicura che mantenere il basso profilo non voglia necessariamente dire essere tristi e banali. Al contrario, sono convinta che l’eleganza, quando è accompagnata da grazia e misura, risalti ancor di più nel fatidico giorno del sì.  Mi sono allora messa a cercare degli abiti diversi, più facili da portare e soprattutto riutilizzabili in occasioni eleganti e ho notato che spesso sulle passerelle si vedono sfilare bellissimi abiti bianchi.

Ho un debole per Valentino, per cui sono andata subito ad attingere alle collezioni passate dell’haute couture di  Maria Grazia Chiuri e Pier Paolo Piccioli, dove ricordavo di aver intravisto delle bellissime lavorazioni di pizzi, veli, garze e crochet. Il taglio dell’abito che ho scelto è di incredibile sobrietà: accollato, con le maniche lunghe e tagliato al ginocchio.

Una soluzione del genere potrebbe essere perfetta per chi non ama le celebrazioni troppo fastose, ma vuole comunque essere stupenda, valorizzando la figura, nel giorno del matrimonio. Cogliendo il suggerimento degli stilisti direi di abbinare con delle Mary Jane di vernice e un delicato bouquet di mughetti.

 Per le romantiche, che vogliono sposarsi in primavera e all’aperto l’ideale è una soluzione come quella proposta da Max Azria per BCBG: una gonna ampia e impalpabile in seta stampata tono su tono sdrammatizzata da un top, invece che dal più impegnativo corsetto.

La vita è segnata da un fiocco e una cintura. Consiglio una coroncina nei capelli, invece del velo e sandali gioiello nei toni dell’oro. I fiori? Di campo!

Decisamente non convenzionale è l’uso dei pantaloni. Non pensate al solito tailleur: se volete osare e avete la personalità giusta per farlo, copiate l’idea di Giambattista Valli e abbinate candidi pantaloni a sigaretta con un top di tulle. Per non mettere in imbarazzo i vostri ospiti con troppe trasparenze indossate sopra un bomber e sfoggiate un taglio corto e grintoso.

A completare il look un paio di decollete color argento. Il bouquet? Non vi serve!

Sempre in tema pantaloni l’idea geniale per le modaiole dotate di seno non troppo prosperoso è la tuta dalla scollatura profonda. Questa, bellissima, è di Elie Saab; ci vedo un’acconciatura raccolta e un fascinator con veletta, di cui potreste liberarvi al momento di lanciarvi in una scatenata festa sulla pista da ballo.

E potevo dimenticare la categoria curvy e plus size? Giammai, amiche mie! Da donna formosa il mio pensiero va sempre a trovare soluzioni adatte a noi. In questo caso mi sono ispirata alla sfilata plus size del marchio Evans, dove ho visto una deliziosa gonna ampia con trafori al laser, abbinata ad un top di paillettes e a un micro cardigan; un genere di look che amo indossare e che è facilmente replicabile e scomponibile per essere riadattato in molte altre occasioni.

Accantonate le ciabatte di Evans (non le indosserei per andare al mercato, figurarsi per il matrimonio!), le ho sostituite con delle pip toe con fibbia color argento. Nei capelli metterei un cerchietto con applicazioni di piume e strass, per dare un tocco romantico a capelli acconciati con onde morbide e naturali. Sceglierei un rossetto aranciato e un bouquet di gerbere dello stesso colore.

La stagione dei matrimoni è ancora lontana, ma si sa, la ricerca dell’abito comincia molti mesi prima. Chissà che queste mie proposte non convenzionali possano essere di ispirazione a qualche futura sposa. Auguri!

Commenti

  1. Il primo mi piace da matti, è esattamente il tipo di vestito che mi piacerebbe se mai decidessi di sposarmi :bigsmile:

  2. bellissime proposte ma io non sceglierei i pantoloni per il mio giorno di matrimonio.

Parla alla tua mente

*