Un uomo perfetto guarda Sex and The City

uomo-perfetto-come-si-comporta-come-veste-abbigliamento

Io so che il pubblico di questo blog è prevalentemente femminile. E va bene. Eppure sono convinta che se gli uomini leggessero queste nostre dissertazioni intorno alla moda, al benessere e al mondo trashic, molte cose funzionerebbero meglio.

L’altro giorno un amico (dopo una discussione con la fidanzata) mi ha chiesto sconsolato “ma che cosa si deve fare per capire voi donne?”

E io ho risposto, svelando forse uno dei segreti del mondo femminile, “Guarda Sex&The City“.
Il film?”

No, la serie. Ma non la devi guardare con l’occhio dell’uomo “quattro sgallettate che parlando di borse e scarpe” sognando un mondo in cui siano tutte come Samantha. La devi guardare con spirito scientifico

Infatti credo che, se un uomo studiasse quella serie e si comportasse come le protagoniste sognano i loro uomini… avremmo l’Uomo Perfetto.

Ecco, in attesa che questo accada e proprio per fa capire a voi ragazzi che alla fine noi non chiediamo grandi cose, mi piacerebbe raccontarvi come ci aspettiamo che voi vi vestiate per noi.

Premesso che Richard Gere (guarda caso sempre lui…) in smoking che sale dalle scale mobili con una rosa in mano, che si arrampica su una scala o vestito da ufficiale che viene a prenderci e ci porta via dalla fabbrica è il sogno di tutte, vi dico subito che – se non farete nulla del genere nella vostra vita – non ce ne avremo a male.

Dopotutto noi i film li guardiamo anche per sognare, ma alla fine il nostro sogno lo abbiamo in carne e ossa,  seduto lì sul divano accanto a noi. Anche se non ci ha portate via in braccio dalla catena di montaggio….

E’ vero, per citare Pretty Woman, che noi a volte la favola la vorremmo, ma ne facciamo volentieri a meno, perchè a lungo andare abbiamo capito che piuttosto che UN gesto plateale all’interno di una vita grama, è meglio una vita di condivisione, stima, supporto e affetto (che sono alla base dell’Amore) senza dover scalare palazzi.

Però, benedetti figlioli, un piccolo sforzo lo possiamo fare?

Lo smoking no, d’accordo, ma se usciamo insieme la volete fare una cosa per noi? Perchè vi lamentate che “non siamo mai pronte” quando lo vedete bene che prima di uscire noi ci facciamo carine per voi?

Ecco un bignami pratico e veloce per farci capire che quando uscite con noi vi volete mostrare al meglio, che ci considerate comunque speciali e meritevoli di qualche minuto del vostro tempo…

  1. NO alla tuta. A meno che non stiamo andando in palestra insieme. Anche se state tutta la settimana in giacca e cravatta, perchè proprio quando si esce insieme tirate fuori le tute?
  2. NO ai jeans che portavate al liceo. Voi forse non ve ne siete accorti, ma – a meno che non abbiate 20 anni e il liceo sia finito l’anno scorso – la moda è cambiata. E il fatto che siano pantaloni di tela detta jeans, non significa che vadano ancora bene. Da allora è cambiato il taglio, il bagno di colore, la lunghezza e la forma della gamba. Se non sapete muovervi in questo mondo, basta fare un giro su qualche sito di abbigliamento.
  3. NO ai vestiti di taglie che non vi appartengono. Per motivi a me sconosciuti gli uomini (sopratutto quelli un po’ più agè) tendono a comprarsi le cose di ALMENO una taglia più grande. Non siete bambini che devono crescere. Non fate un affare perchè allo stesso prezzo avete preso più stoffa. Se siete dimagriti, liberatevi dei vestiti più larghi (almeno per scaramanzia). Da tempo conduco una lotta con un amico che, abbastanza alto e magro, si compra abiti nelle quali letteralmente balla. “ma io voglio stare comodo!” …. “ma così sei ridicolo!”. Alla fine almeno sulle camicie ho vinto qualche battaglia e lui ora conviene con me che quelle di prima gli stavano veramente male. Ovviamente il NO è anche a vestiti di taglie più piccole, ma ostinarsi a entrare in taglie più piccole della propria sembra prerogativa più femminile che non maschile 😉
  4. NO alle scarpe con il carroarmato sotto (gli anni ’80 sono finiti anche se li ricordate con nostalgia), NO alle Duilio o simili sotto ai jeans (salvo eccezioni, ma se avete il minimo dubbio NO. certe cose vanno lasciate fare ai professionisti 😉 ). Io direi anche NO alle scarpe modello Hogan, ma è una mia battaglia personale e non voglio elevare un mio problema estetico a valore assoluto.
  5. NO allo stracciato, al pantalone calato, alla mutanda a vista (che non si usa più nemmeno fra i ragazzini) e a tutto il giovanilismo a tutti i costi. Per i diversamente giovani (maggiori di 40 anni) il rischio di passare dal giovanilismo al vecchiettismo (*) è altissimo.
  6. NO ai gioielli. Consentita la fede e – ovviamente – l’orologio, ma bracciali vistosi, catene al collo (a Roma le chiamano capezze, che credo sia lo stesso termine che si usa per i buoi) et similia sarebbero da evitare.
  7. NO al borsello. Anche se firmato, anzi, sopratutto se firmato. “Ma dove metto le mie cose?” In tasca. Oppure nella nuova borsa che regalerete alla vostra donna 😉

 Tutto quanto elencato qui sopra presuppone, ovviamente, l’igiene e la pulizia, ma mi pare fin troppo ovvio 😉

Ecco, a questo punto forse molti di voi avranno già smesso di leggere o staranno sbuffando. Ma badate che non è mica difficile. Dovete solo impegnarvi un po’ all’inizio (come abbiamo fatto noi del resto e proprio su queste pagine….), conoscere voi stessi, il vostro fisico (a chi è alto e magro alcune cose staranno bene e altre malissimo, a chi è meno alto e più robusto il contrario. Incaponirsi in un modello che non è il nostro non funziona).

Ma noi siamo più pratiche, potremmo darvi una mano. Vi va?

Mi piacerebbe anzi che, chi di voi è uomo-munita provasse a fare un gioco con noi.

Leggete questo post con il vostro fidanzato (o marito o aspirante una delle due cose) o fateglielo leggere e poi rispondete (insieme o separatamente) a queste domande:

  1. che stile ho / ha il mio uomo
  2. che stile mi piacerebbe avere / che avesse
  3. secondo me so scegliere abiti che mi valorizzino davvero / si valorizza vestendosi
  4. che cosa vorrei migliorare

E poi magari tutti insieme vediamo di parlarne.

Che cosa ne pensate?

(*) dicesi vecchiettismo nel mio lessico di quegli atteggiamenti posti in essere da persone,  per lo più uomini, di età superiore ai 40 anni o in detto intorno, i quali, sentendosi ancora giovani dentro (tipica espressione vecchiettista) tengono atteggiamenti che ritengono tipici dei ragazzi.

A titolo di esempio: i cinquantenni che si fanno le canne ritenendolo un gesto trasgressivo, l’accompagnarsi con ragazze molto più giovani definendole però “più mature della loro età”, indossare pantaloni rossi e camicie a righe colorate, portare montature di occhiali colorate (queste cose, ripeto, si possono fare, ma si deve essere un professionista titolato 😉 ).

Commenti

  1. meraviglia! post bellissimo!
    e standing ovation per il punto 5, a qualsiasi età, non si possono vedere gli orli di mutande, le schiene a volte un po’ pelose….le braghe calate poi danno sempre un’idea inquietante di immediato bisogno di cambio causa motivi d’urgenza….senza contare il fatto che fanno sembrare storte anche le gambe più dritte!

    • sulla braga calata: ricordo una scena meravigliosa di un tizio che – braga calata – inseguiva l’autobus…
      e a un certo punto gli cadono proprio i pantaloni e lui continua a correre in mutande…
      io ho rischiato di schiantarmi con la moto per il gran ridere…
      😀

  2. neanche se mi regalasse LA BORSA le sue cose non hanno il permesso di entrarci…sono già oberata dalle cose dei bimbi…anche se faccio di tutto per arginarle…e li sto educando rispettivamente: il maschio allo zainetto per le sue cose ; la femmina alla borsetta…no non è vero le ho regalato una borsa (mia:bigsmile: di un’altra vita) per giocare e lei se la riempie e se la porta appresso.
    Perciò anche se non sono d’accordo con il borsello io quoto gli stilisti che propongono la borsa per l’uomo…certo bisogna segiure la moda…e qui forse bisognerebbe aprire un capitolo a parte.Elisabetta

    • beh, dai se La Borsa è di livello lo spazietto per il portafogli lo troviamo
      😉

      per la borsa da uomo, mi viene sempre in mente la puntata di friends nella quale spacciano a joey una borsa da donna come accesorio moda uomo…
      😀

  3. Giulia sei un mito!!! Lo linko a chi di dovere!!! ora passa alla rubrica di suggerimenti di stile per uomini, sarebbe fantastica!

  4. ma che bello!!
    io assidua lettrice da anni ( primo post di trachic!!!) ma silente.
    mi sembra un’ottima idea.
    io dentro di me vorrei fare qualcosa per il suo look. ma non so da dove cominciare.
    se su di me più o meno mi raccapezzo su di lui non so assolutamente.
    e sì che non fa nulla dei punti elencati nella tua lista delle orribilezze. ma nemmeno ha stile, diciamolo. se vuoi analizzarlo come caso umano, ci sto.
    ciao!! e complimenti. per la classe.
    maria

    • 🙂
      buongiorno, Maria!

      io direi che se si parte dalle cose più semplici, non si può sbagliare…
      iniziare da magliette o polo, o dai colori…osserva con attenzione e capirai subito da dove cominciare…

      intanto, per non saper ne’ legegre ne’ scrivere, io gaurdarei davvero se si compra cose della sua taglia…non so perchè. ma gli uomini continuano a comprare cose “in crescita”….

      • ciao a te!!
        lui ha il problema contrario.
        tutto troppo aderente per i miei gusti

        polo non esistono
        magliette solo per quando fa sport

        pantaloni troppo slim fit che lo fanno ancora più magro
        maglioni impersonali. magari di marca. ma che non dicono proprio nulla
        no guarda non so come girarla…

        :doh:

  5. giulia, ma lui si compra robe troppo aderenti, pantaloni soprattutto!! che lo smagriscono più di quello che è
    non conosce polo
    non conosce maglie ( a parte per fare sport)

    maglioni di marca ma senza un minimo di brio
    camicie mollicce
    giacche vecchie

    io non so che fare, giuro

  6. la mia disperazione ha figliato commenti… scusa

  7. Uh, problema inverso dunque..
    Posto che adesso le cose aderenti si usano, senza arrivare all’hipster estremo, ci si può lavorare..
    Alla prima occasione potresti regalargli tu un maglione più carino, con un po’ più di brio…
    Per le giacche dici che sono vecchie oppure che lo sembrano?

  8. sembrano vecchie.
    perchè le compra nuove :bigsmile:
    giacca vecchia di stile, con camicia tradizionalissima( bianca, azzurra, righina). grossi problemi ad accozzare il sopra con il sotto…
    non parliamo di cintura e scarpe.
    essendo alto 1.80. moro con carnagione scura, taglia 46, sembrerebbe stargli bene quasi tutto. e invece no.
    dammi una dritta per una cosa semplice… io sarei pure la moglie.. quindi ho potere sull’armadio… ma io mi sgomento… mi vien voglia di dar fuoco al tutto…
    diciamo che è un giovane con vecchio stile. ma dovendo lavorare in uffciio a contatto con clienti non può andare troppo sportivo… insomma. non ne vengo a capo. si era capito?

    • beh, per il sopra e il sotto la soluzione più semplice è…un abito intero!
      grigio magari, con camicia bianca o celeste e una cravatta in tinta con capelli e carnagione…
      un bell’abito grigio ha quel che di “classico” (per non dire vecchio 😉 )….
      scarpe semplici stringate nere e cintura nera liscia classica…
      oppure, se l’abito grigio è “troppo” una giacca di tweed sui toni del marrone o del verde, con dei pantaloni grigio scuro sotto (canna di fucile, o marrone scurissimo), cintura marrone scuro e per le scarpe polacchine (tipo clark anche se piacciono) o stivaletti chelsea.

  9. Questo post è esilarante! Sei riuscita a farmi ridere in un momento particolarmente no ( sono costretta a casa perchè una sconosciuta mi ha sfasciato la macchina venendomi addosso a tutta velocità mentre rientavo a casa da lavoro). In questi giorni mi fate ancora più compagnia visto che ho più tempo….ho i lividi sul corpo e soprattutto nell’anima che devono guarire! baci

  10. graziedei consigli!!

  11. Se io guardassi Sex and the city sarei l’uomo perfetto e voi cosa pensate di fare per diventare le donne perfette?
    Faccio la domanda perché a quanto pare propinare quella serie agli uomini è diventato una moda di cui non si può fare a meno.

Parla alla tua mente

*