Alternative al tailleur per andare in ufficio

alternativa-al-tailleur-per-andare-in-ufficio

Non di solo tailleur… vive la donna d’ufficio. Ma questo l’ho già detto, quando parlavo di formalità dell’abbigliamento in ufficio: non intendevo ovviamente dire che ci si debba andare impettiti e ingessati. Quando l’occasione e la giornata lo consentono si può anche scegliere un abbigliamento più informale. Anzi, io vestita così ci sono anche andata a una riunione con un cliente importante.

Per prima cosa due parole sulla camicia. Io non amo le camicie. Non so perchè (o forse ora lo so) ma non ho mai avuto grande simpatia per questo capo. Eppure le trovo eleganti sulle altre persone. A volte  le guardo e mi dico che le camicie stanno proprio bene, non solo sotto agli abiti formali, ma anche con i jeans, su una gonna a mo’ di giacca. Ma quando si trattava di indossarla io, beh, qualcosa non mi convinceva. Tuttavia, qualche giorno fa, mi sono trovata in una situazione in cui la camicia era quasi d’obbligo.

Quelle (poche) che possiedo non mi soddisfacevano e stavo già cambiando idea sull’abbigliamento, quando sono passata davanti a Brooks Brothers, delle cui camicie un amico è grandissimo fan, tanto da ordinarle a peso a chiunque vada negli stati uniti dove pare costino molto meno. Così entro e provo quelle da donna, aspettandomi il solito effetto triste su di me, roba tipo la professoressa di matematica il giorno del compito in classe o dell’interrogazione a sorpresa.

Ecco, adesso ho capito perché prima non amavo le camicie, perché la camicia da donna perfetta deve essere sagomata. Accompagnare la linea del corpo, assecondarla.
Inoltre, è perfetta se la camicia è di un bel cotone morbido, non rigido, che però non si spiegazza malamente durante il giorno: come la metti al mattino, così la ritrovi la sera e per stirarle (se stese bene) servono massimo tre minuti.

Con Brooks Brothers ho superato anche un mio tabù: la camicia celeste.

Ne avevo provate tantissime e l’effetto su di me era:

  1. controllore dell’autobus (“biglietti prego”)
  2. suora laica (“rosario, prego”)
  3. prof. di matematica (v. sopra)

Invece questa è proprio una bella camicia, che sta benissimo sotto alla giacca, ma è bella anche portata da sola. Anzi è quasi un peccato nasconderla, ma indubbiamente va portata dentro i pantaloni, per essere davvero adeguata al posto di lavoro.

Ed eccola qua, portata con dei jeans a campana e una giacca blu. Questa la mia soluzione per un look da ufficio alternativo al classico tailleur: elegante, ma un po’ meno formale; ricercato, ma non pretezioso; femminile e portabile. 

Per creare un look da ufficio con i jeans, la camicia blu e la giacca, aggiungete un carré al collo (che nella foto non si vede, ma era sui toni del blu, anche se sarebbe stato benissimo anche in colori accesi, magari giallo o arancio) e il gioco è fatto. Formale quanto basta.

Mi sono anche permessa una scarpa più sportiva, un tronchetto color cuoio (comodissimo) perché la giornata si preannunciava lunga e pesante.

abbigliamento-da-lavoro-alternativo-al-tailleur

Che cosa ne pensate?

Per questo outfit

  • Giacca blu: Zara
  • Camicia: Brooks Brothers
  • Leans: Liu Jo
  • Tronchetti: Elishewa
  • Borsa: Miu Miu

Commenti

  1. Su “biglietti prego” mi sono cappottata!
    Stai benissimo, e mi piacciono da pazzi quei jeans.

  2. Bella Giulia!io capisco perfettamente quello che dici sulle camicie:anche io le trovo un capo elegante e che da subito uno zicchete professionale all’outfit,ma su di me nn lo vedo.Sono arrivata al punto di tenerne solo 2/3 nell’armadio (la classica bianca da colloquio di lavoro e un paio celesti) e regalare a mia sorella tutte le altre che nn mettevo.E,come dici tu,ho sempre un po’ paura dell’effetto controllore/suora laica della camicia celeste,tuttavia con gli abbinamenti giusti (tipo il tuo di oggi) diventa davvero chic chic chic!un bacio.

  3. Tra i miei outfit per l’ufficio spesso ricorre jeans abbinato a giacca, in questo modo si sdrammatizza un po’ la formalità della giacca, pur mantenendo uno stile appropriato all’ambiente.
    Adoro inoltre le camicie, che spesso indosso con cardigan o maglie scollo a V, perchè non so mai come gestire il colletto della camicia:worried:, che sembra sempre sovrapporsi a quello della giacca.
    Bellissimi i jeans proposti (li cercherò da liu-jo!:bigsmile:).

    • liu jo fa dei jean che stanno bene anche a chi ha la forma a pera che ho io, quindi vita sottile e fianchi prosperosi.
      un anno ne presi letteralemnte a vagoni, perchè per me trovare jeans che mi stiano bene è un’impresa
      🙂

      • Scusa Giulia, un consiglio: ma il colletto della camicia si porta sbottonato o abbottonato? Grande dilemma esistenziale!:blush::giggle::giggle:

        • per l’effetto suora laica perfetto abbottonato!
          😉

          io porto sbottonati i primi due di questa…oltre divento la professoressa di matematica…di un film con lino banfi degli anni 80
          😀

          • cosa ne pensi del colletto abbattono con sopra la collana di finti cristalli che si usa tanto adesso? per curiosità…

  4. Si conferma quindi la necessità di monitorare con estrema attenzione gli sconti da Brooks Brothers!

  5. ecco vorrei solo sfatare il mito della prof. di matematica al quale ho fermamente creduto anche io per anni a causa di una prof. odiosa in gonna a pieghe e scarpe stringate e di una vicina di casa, sempre prof. con gonna di tweed, mocassini e calze di lana. ebbene il mito si è infranto quando ho incontrato la mia migliore amica, prof. di matematica ma anche una delle persone più chic che io conosca.

    • beh, era ora che anche le prof. di matematica si modernizzassero un po’…
      🙂
      già la materia fa paura, un po’ di leggerezza potrebbe renderla più accessibile anche a quelli come me
      😀

  6. spesso e volentierPri mi vesto come nella tua foti: jeans e giacca da tailleur. Infatti lavoro in Italia n ufficio non troppo formale ma non abbastanza sportivo, quindi…pantaloni classici con maglione e blazer con i jeans! La giacca che indossi di Zara stavo per comprarla anche io. Mi stava bene ma ero dubbiosa sul fatto che poi non l’avrei più messa perché mami avrebbe stufata. Adesso la vedo su di te e mi pento…p.s anche io non sopporto le camicie, si stropicciato e non stanno mai dentro al piantaLone. Però è vero che danno una marcia in più a qualsiai look…

    • queste – miracolo – non si stropicciano!!!
      cheidete alla zia liz che mi è testimone di un weekend!
      portata tutto il venerdì, viaggio in treno (previa corsa per raggiungerlo con disastro automobilistico per prendere la metro) incluso…
      quindi, camicia tenuta tutto il giorno…
      la domenica dovevamo ripartire “Zia Liz, ti secca se mi rimetto la camicia che avevo venerdì? tanto oggi stiamo in giro tutto il giorno e dobbiamo viaggiare…”
      beh, sembrava appena stirata…
      (ah, se le stendi bene queste si stirano in tre minuti netti)
      però va detto che sono care…

      la giacca io la presi con qualche scetticismo (maniche a sbuffo….) ma era saldo zara e si poteva
      fare…
      beh, per la primavera è carinissima, rende meno austero il set “giacca blu-camicia” perchè la quel tocco frivolo…
      credo sia un modello che zara ripete, perchè l’ho visto anche negli anni precedenti…
      se ti ricapita, io la metterei fra le cose di zara per le quali vale la pena

  7. Lieta che tu abbia finalmente trovato la tua camicia dei sogni. Io ormai dispero, ma perché detesto cordialmente tutto ciò che ha il colletto. Di qui la mia assenza di illusioni…

    • anche io avevo disperato e questo è stato veramente l’ultimo tentativo…
      decisamente riuscito
      🙂
      ti direi di provare, ma – ripeto – non costano poco (sono sul centinaio di euro)…
      mi dicono che negli stati uniti costano molto meno…magari se ti capita di andarci prova a prenderle lì…o te le vai a provare in italia, prendi la misura e se qualcuno va negli USA…
      🙂
      ho amici che fanno così…..

  8. Le camicie non stiro le conosco in versione da uomo. Costano di più perché sono di cotone triplo ritorto (quelle di una certa marca)per questo non si stropicciano. Da donna non sapevo che ci fossero! Per quanto riguarda la Giacchino farò presto un giro da zara..chi ha le spallucce strette come me credo debba sfruttare questa moda…

Parla alla tua mente

*