Come organizzare la cucina

come-organizzare-la-cucina

La cucina è il luogo della casa in cui trascorriamo la maggior parte del nostro tempo. Ma l’avere sempre poco tempo a disposizione e il dover sbrigare le faccende in quattro e quattro otto ci ha portati ad accumulare così tanta roba in cucina che ormai non sappiamo neanche più che cosa contengono le nostre dispense e i nostri scaffali.

Questo vuol dire che è arrivato il momento di riorganizzare gli spazi e di liberarci del superfluo per avere una cucina che assomiglia, almeno in parte, a quelle che si vedono nei messaggi pubblicitari! Iniziamo!

Cominciamo con la dispensa

Tirate fuori tutta la roba stipata in modo da poter essere consci di quello che avete e magari scoprire che avevate 3 pacchi di biscotti nascosti in fondo al mobile.

Organizzate gli alimenti in gruppi di categorie (farinacei, legumi, dolci, conserve…) e controllate la scadenza, non crederete ai vostri occhi nel vedere quanta roba sarà da eliminare perché già scaduta! Raggruppate i prodotti insieme servendovi di cestini o vassoi in modo che vi sia più facile tirare fuori e rimettere a posto; utilizzate contenitori ermetici per conservare pasta, biscotti e simili se già aperti e attaccateci sopra un’etichetta con su scritto tipo di prodotto e data di scadenza; se possibile usate contenitori impilabili in modo da sfruttare tutto lo spazio disponibile anche in altezza.

A questo punto rimettete tutti i prodotti nella dispensa posizionandoli in base alla frequenza di utilizzo, quelli che tirate fuori tutti i giorni andranno messi ad altezza occhi e sul davanti.

Organizziamo i pensili

Quelli in alto devono contenere gli oggetti più leggeri, in basso mettiamo pentole e contenitori pesanti. Inoltre decidete di posizionare utensili e accessori il più vicino possibile a dove li utilizzate solitamente, qualche esempio? Piatti e bicchieri che usate tutti i giorni metteteli nel pensile direttamente sopra alla lavastoviglie in modo che vi sia facile riporli; coltelli e posate vicino al piano da lavoro; nei mobili angolari conservate vassoi, coppe e utensili che usate con meno frequenza; pentole, padelle, coperchi e pirofile vicino al piano cottura e al forno.

Inoltre potete suddividere oggetti e utensili anche secondo il criterio del momento di utilizzo, mi spiego meglio: per la colazione usiamo tazze, coppette e piattini? riuniamoli tutti nello stesso pensile o sullo stesso scaffale. Piatti piani,fondi e da portata per il pranzo tutti insieme, così come sbattitore, frullino e setaccio che usate per preparare i vostri dolci andranno conservati tutti vicini.

Ecco qualche immagine da cui trarre ispirazione.

organizzazione cucina

organizzazione cucina

Foto1, Foto2, Foto3

Il piano da lavoro è quello che si usa quotidianamente e che deve essere pulito di continuo quindi lasciatelo libero da oggetti ingombranti e inutili, cercate di tenere a portata di mano solo un ceppo di coltelli, un contenitore con mestoli e cucchiai e il tagliere, tutto il resto andrà riposto nei mobili o sugli scaffali in alto.

Commenti

  1. Vi prego ragazze vi stimo moltissimo, perciò mi permetto questa critica, le parole che contengono zio,zia,ecc, non vogliono la doppia ZZ. Amiamo l’italiano, almeno no, ci pensano già i giornalisti della carta stampata a bistrattarlo.Elisabetta

  2. grazie Mammafelice, una cosa che proprio non sapevo.
    Organizziamo i pensili. Il titolo del paragrafo.

Parla alla tua mente

*