Come vestirsi per partecipare a un evento

come-vestire-per-partecipare-ad-un-evento

Lo scorso mese ho raccontato quanto contino immagine e stile per definirci nei confronti del nostro interlocutore e di quanto sia una meravigliosa opportunità poter imparare a suonare lo strumento composto da abbigliamento e modo in cui ci presentiamo agli altri.

Ok, tutto bene, mi impegno, ci provo, cerco di raccontare il meglio di me attraverso la mia immagine. Sono carica, pronta a dire la verità, a non mascherarmi, felice di svelarmi, decisa a interpretare la moda con la mia personalità. Ma come faccio? Come riesco a trovare il mio stile?

Ho fatto già il piccolo esempio concreto, nello scorso post, degli occhiali rossi indossati in un momento piuttosto delicato come quello del colloquio di lavoro. Oggi vediamo come creare il look perfetto per eventi importanti, come il MammaCheBlog (ci sarò anche io a tenere un workshop, ci saranno anche Barbara e Nestore). E poi dal prossimo mese cercheremo di capire come adottare questo stile anche nella quotidianità di tutti i giorni.

Partiamo dall’evento perché è più facile, perché il look per l’evento viene preparato e pensato molto tempo prima, perché è una giornata sola (o due) a cui è più realistico tu dedichi una attenzione speciale, piuttosto di quando vai al parchetto con i bimbi o esci di corsa per andare al lavoro. Quindi l’evento è come se servisse per fare pratica, in modo che il meccanismo diventi rodato e agevole da applicare ogni giorno.

Inutile strafare

Se non sei abituata al tacco, portarlo per molto tempo, magari in piedi, ti farà solo star male. La giacca, se ami le maglie morbide, ti stringerà. Stessa cosa per la gonna: se non la metti spesso, continuerai a tirarla giù.

Io per esempio con i pantaloni non mi sento quasi mai a mio agio, continuo a toccare la parte alta e cicciosa della coscia dove mi sembra si concentrino tutti gli sguardi. Certo, si tratta di scegliere il modello giusto di pantalone, ma nel dubbio andare ad un evento in gonna mi aiuta a sentirmi più a mio agio.

Quindi: scegli i capi che ti fanno sentire più a tuo agio, i modelli che ti rendono tranquilla, che non ti preoccupano. Non strafare, non sperimentare; non in una occasione in cui hai già altri pensieri.

Non essere sciatta

Sentirsi a proprio agio non significa indossare la tuta da ginnastica e presentarsi con il mollettone tra i capelli. Ricorda che gli eventi sono sì momenti di socializzazione, ma anche occasioni per creare nuove connessioni, anche lavorative.

Pure se con un aperitivo o le patatine in mano, magari ti troverai a conoscere qualcuno che potrebbe assumerti o con cui potresti voler collaborare e quindi è il caso di fare una buona prima impressione.

Cura il tuo abbigliamento, scegli i vestiti che ti stanno meglio e ti valorizzano, insisti sui particolari.

Ricorda chi sei e chi hai raccontato di essere

Qual è il tuo lavoro? Come ti sei presentata online in questi mesi? Cerca di far coincidere sempre la tua immagine reale con quella virtuale: da una parte perché essere trasparenti è più efficace; dall’altra, per essere più credibile.

Facciamo un esempio concreto: se tu fossi una consulente d’immagine e ti presentassi ad un evento con un look non curato, cosa diresti di te?
Chi potrebbe voler assumere una persona poco coerente con se stessa, o anche solo guardare il suo sito o interessarsi al suo lavoro?

Sii simile alla tua foto profilo

Ormai gli eventi sono quei momenti in cui conosci dal vivo persone di cui, a volte anche da anni, vedi solo quel quadratino con una faccina all’interno. Ricorda che, quanto più simile sarai alla tua foto profilo (o meglio: la tua foto profilo sarà simile a te), più ti riconosceranno e verranno a salutarti.

Questo è quindi un ottimo momento per ripensare alla tua foto profilo, fotografarti meglio, e seguire le regole più elementari: no alla foto di coppia, no all’avatar (non se vuoi essere riconoscibile), no alle foto dei figli.

Indossa qualcosa di già sperimentato e con cui ti sei già vista in foto

Comprare qualcosa di nuovo e metterlo ad un evento importante è sempre sconsigliabile e un po’ rischioso, specie se non sai come vieni in foto con un determinato capo.

Capita, no? Rivedersi in foto, a qualche giorno da un evento, e non piacersi. Ecco, questo non deve accaderci: vestiamoci come se ci vestissimo per noi stesse, volendoci bene, con qualcosa che ci faccia davvero sentire a nostro agio, e bellissime.

Indossa qualcosa di colorato

Ricorda: se indossi solo il nero devi parlare con tutto il corpo, con gli occhi e con la voce. Se indossi un accessorio o un abito colorato, questi colori parleranno per te fin dalla prima impressione. Se opti per qualcosa di colorato sarai più facilmente notata, anche nelle foto di gruppo.

Scegli una tonalità che ti piace particolarmente: ti sentirai anche più lucente e sicura di te. Non è una sensazione bellissima?

L’elemento colorato può essere anche un dettaglio

Nel dubbio, opta per un dettaglio colorato: un paio di orecchini, un bracciale, una cintura. Con i dettagli puoi raccontare qualcosa di te in maniera mirata.
Un esempio? degli orecchini a forma di biscotto se fai (o vuoi fare) la food blogger. Perché un elemento particolare del tuo look può diventare anche un elemento di conversazione, un modo per rompere il ghiaccio, per dire qualcosa di te.

Hai già pensato al look perfetto per te? Scrivimi pure qui per darmi qualche anteprima.
E se ti va, condividi le tue foto e i tuoi possibili outfit: da oggi puoi caricare le foto nei commenti. Basta registrarsi al forum, restare loggate e commentare!

Trackbacks

  1. […] Ho raccontato nello scorso post come trovare il perfetto look per presentarsi bene e, al tempo stesso, essere a nostro agio nelle occasioni speciali. Momenti cui vogliamo apparire al meglio e per cui siamo più disposte ad investire del tempo al fine di trovare l’abbinamento perfetto, la gonna giusta, l’accessorio che ci faccia luccicare. […]

Parla alla tua mente

*