Litigare bene fa bene alla coppia

litigare-fa-bene-alla-coppia

C’è chi non litiga davvero mai (pochi, ma poi farà davvero bene?), c’è chi vive litigando o battibeccando e chi litiga ogni tanto. Le discussioni capitano e fanno anche bene ma solo nel caso in cui si rimanga sotto un livello stabilito di aggressività che nel tempo potrebbe fare grossi danni alla coppia.

Ecco quindi un impossibile-ma-proviamoci-lo-stesso galateo del litigio di coppia.

Confessa subito quello che ti ha fatto arrabbiare

L’atteggiamento passivo-aggressivo non ha fatto il suo tempo? Silenzi prolungati e strategie di evitamento di una discussione finiscono per essere logoranti e poi, quando il litigio scoppia, va così fuori scala che è complicatissimo tornare alla base.

Peggio che mai se poi la furia diventa fisica e mette in campo oggetti scagliati contro l’amato bene o in giro per casa. La tattica migliore? Al prossimo malumore meglio guardarsi in faccia e dirsi tutto, subito.

Litigare in pubblico, meglio di no

Non è tanto la piazzata in pieno centro o al supermercato ma quella a cui assistono gli amici, i quali non sapranno come uscire dall’imbarazzo, tenteranno di minimizzare e finiranno per creare ancora più tensione.

Insomma, non si fa: la critica aperta e pungente o il rimprovero aspro di fronte a chi ci vuole bene – o il racconto di una litigata avvenuta in un altro momento – lascia una scia di risentimento così profonda che è meglio mordersi una mano prima di parlare.

Vale ancora di più in presenza di suocere, suoceri e parenti: non vuoi davvero essere per sempre quella o quello acido e insensibile.

Litigare andando dritti al punto

Noi donne siamo quasi imbattibili quando invece di chiedere aiuto, sostegno o altro ci rifugiamo nelle critiche. Solo che critica dopo critica – e un numero inversamente proporzionale di attestati di stima – si finisce al tracollo.

Allora meglio andare sul sicuro, guardarsi in faccia e chiedersi ad alta voce cosa potete fare per migliorare in quello che lui o lei sta trovando insopportabile, fossero le pulizie di casa o chi deve portare fuori il cane alle sei di mattina.

Se poi ci sono dei figli, correre ai ripari subito è preludio di pace e serenità almeno tra i due adulti: al delirio provvederà da solo il pupo.

Fare pace dopo il litigio, ma sul serio

Fare pace significa lasciarsi davvero alle spalle la sfuriata del momento dopo essersi chiariti: non valgono perciò i tentativi di avere l’ultima parola o qualsiasi pretesa di scusa perché se avete davvero discusso in maniera ragionevole – pur litigando – non ce ne sarà bisogno.

Abbiamo bisogno di vivere in armonia: domare l’istinto di uscire vincitori da una scornata è complicatissimo ma ehi, siamo umani e possiamo riuscirci e andare avanti, scordando rancordi e vendette che devono restare confinati alle fiction che tanto ci appassionano.

Parla alla tua mente

*