3 modi più 1 per indossare le stampe floreali

Se, sommerse dagli abiti e alle prese col cambio di stagione, vi state domandando cosa tenere e cosa buttare, sappiate che anche l’armadio ha i suoi punti fermi. In primavera il must è la stampa floreale. Presenti in tutte le collezioni, stilizzati o naif, enormi o microscopici, dalle tinte tenui o accese, i fiori non tramontano mai. E poi, banalmente, fanno tanto bella stagione!

Detto questo può essere interessante svecchiare il modo in cui indossiamo le stampe floreali, per dar loro nuova verve e valorizzarle al massimo. In cerca di ispirazione nella rete il mio primo pensiero (eh si, è proprio una “deformazione professionale”) è andato al vintage.

La mente corre subito alla splendida Grace Kelly che in La finestra sul cortile sfoggia, oltre all’ormai iconico “abito di Parigi”, anche un delizioso vestito a corolla, floreale, sui toni del giallo, disegnato, come l’altro, dalla leggendaria costumista Edith Head. Senza scomodare le icone vi dico che nei negozi dell’usato e vintage è molto semplice trovare abitini floreali, anche a prezzi ragionevoli.

Abbinate lo chemisier di seta a una cinturina stretta e a sandali minimal, mentre potete osare accessori più decisi sulle stampe anni ’70, scegliendo scarpe con plateau o stivaletti da motociclista. Via libera anche alle cosiddette statement necklaces, le collane vistose, che ben si sposano con i fiori grandi e le stampe multicolor.

La stampa floreale abbinata al lungo crea invece istantaneamente un richiamo al romanticismo, che si tratti di una gonna con le balze o di un abito di organza o di elegante seta.

C’è chi, come Ulyana Sergeenko, sceglie di accentuare l’effetto con un’acconciatura raccolta e un soprabito alle caviglie, chi invece lo sdrammatizza abbinando i fiori a capi contemporanei, in netto contrasto di texture e colore, come la giacca in pelle da motociclista o le scarpe in pelle lucida giallo acido.

Ormai completamente sdoganato anche fra noi persone comuni è il Mix and Match, ossia l’abitudine a mischiare stampe e colori che prima mai ci si sarebbe sognati di avvicinare: righe e fiori, pois e fiori, fiori e fiori.

La stylist Viviana Volpicella corre un rischio calcolato, accostando un soprabito con i fiori rossi a pantaloni dai fiori verdi; la stampa è identica, ma i colori diversi. Se vi sentite in grado di osare di più accostate fiori di diversa grandezza, puntando sull’armonia dei colori e l’omogeneità dei tessuti; otterrete mix armonici.

E ora un focus sull’universo curvy, perché a noi di rinunciare alle stampe in favore del monocolorechesnellisce non ci passa neanche per la mente.

Guardate com’è grazioso il mix and match di Tanesha di Girl with Curves, dove abbina righe e maxi fiori, e l’abitino di Thamarr di Musing of a curvy lady, che osa fiori molto grandi su base bianca. Entrambe risultano perfette, sia nella scelta della stampa che degli accessori.

E di me che ne pensate? Ho scovato questo soprabito a fiori gialli in un negozio dell’usato, l’ho preso per 4 euro e l’ho abbinato col jeans. L’outfit è molto semplice, con qualche piccolo “colpo di testa”, come le scarpe dorate e gli accessori vintage (borsa e occhiali), ma senza dubbio portabile da tutte.

Ora che avete qualche spunto di ispirazione in più, divertitevi a riassortire gli abbinamenti dei vostri abiti floreali, vedrete che torneranno a nuova vita!

Commenti

  1. Buongiorno,
    non ho mai commentato sotto ai tuoi post ma ti volevo dire che trovo il tuo soprabito molto molto carino e l’abbinamento davvero azzeccato. Io quest’anno ho perso la testa per i fiori ma non ce la posso fare a metterli da capo a piedi quindi ho optato per i sopra poiché il fianco abbondante con i fiori non mi pare il caso :thinking:

  2. sono d’accordo con Marina! io non amo particolarmente le stampe a fiori, ma di tutte le immagini che hai inserito, tu sei quella che meglio le indossa, brava!!!!

Parla alla tua mente

*