Come vestirsi agli esami

È tempo di esami in Italia. Molte ragazze giovani mi scrivono, in questo periodo, per un consiglio sul look da adottare il giorno della maturità o per gli esami all’università.

come-vestirsi-agli-esami

Come vestirsi per affrontare un esame? Qual è il look giusto per sentirsi a proprio agio, ma anche sicuri, in fase di colloquio, o davanti al proprio professore o esaminatore?

Siete preparate, avete studiato, avete riletto mille volte gli appunti, siete pronte per l’esame. Eppure domanda che vi ponete insieme a “quali saranno gli argomenti su cui verterà il test?” è inevitabilmente “come mi vesto?”

Con questa rubrica finora vi ho spiegato che:

  1. la nostra immagine è importante per creare un racconto consapevole di noi e di dove vogliamo arrivare
  2. un po’ di cura del nostro modo di apparire può essere utile per farci riconoscere e magari scegliere tra gli altri, anche in un’ ottica lavorativa
  3. un giusto accostamento cromatico non è così difficile da realizzare e mantenere nel tempo e ci fa percepire immediatamente più curati (e anche accurati).

 

 

Partiamo dai colori

Come piace fare a me: partiamo dai colori.

come-vestirsi-agli-esami

Bocciato il nero che dà una patina smorta a qualunque discorso. Se proprio non riuscite a farne a meno, meglio abbinarlo al bianco.

Attenzione alle tinte vivaci: io per scaramanzia all’università indossavo sempre qualcosa di rosso quando mi presentavo agli esami, ma non ho mai temuto essere troppo al centro dell’attenzione.

come-vestirsi-agli-esami

Premiati l’azzurro, il blu e il bianco: colori calmanti e tranquillizzanti sia per voi che per chi vi ascolta. Ok il blu navy, meglio ancora un bel blu indaco, da abbinare ad un azzurro acquamarina, celeste o fiordaliso.

Bene anche il caldo e solare arancione (non troppo accesso, benissimo la tinta corallo tanto di moda questa estate) o il verde che – si sa – porta con sé la speranza.

Gli accessori

Per darvi luce: benissimo gli accessori dorati.

Quali indossare? La regola aurea è sempre quella di non esagerare e di non strafare.

come-vestirsi-agli-esami

Bastano un paio di orecchini pendenti e il gioco sarà fatto.

Occhio ai bracciali tintinnanti che distraggono con il rumore e se l’esame prevede una parte scritta poi finisce che li dovete pure togliere.

Lo stile

E per lo stile da scegliere?

Siete giovani, siete fresche, fa pure caldo: consiglio un look in cui gli elementi siano tutti composti e armoniosi ma in cui possiate rimanere libere e raccontare voi stesse.

come-vestirsi-agli-esami

Un look con cui possiate essere a vostro agio, nella vostra pelle, anche nei movimenti.

Se vi sentirete a posto con voi stesse, anche nella vostra immagine, subito la voce uscirà in modo più naturale e i discorsi saranno più fluenti.

Occhio a non impostarsi troppo, se il vostro look sarà troppo impettito anche le vostre parole saranno più artefatte. Quindi non è proprio il caso di comprare un tailleur o una gonna “da signora” per l’occasione.

Benissimo dei pantaloni comodi e morbidi, magari colorati, che non si stropicciano quando dovete rimanere sedute, e che siano sufficientemente freschi (se sei alta prova il modello a palazzo).

Meglio la gonna lunga o al ginocchio di quella corta: rischiereste di focalizzare la vostra attenzione a quanta coscia state mostrando sedute al banco e di perdere tempo prezioso a tirarla giù con la mano.

E sopra? Perfette una camicia senza maniche e una maglia con la manica ad aletta, che lascia libera l’ascella di respirare ma risulta più composta. Se andate di canotta, preferitela con la spallina larga.

come-vestirsi-agli-esami

Occhio alle scollature: io sono assolutamente favorevole alle femminilità e contraria a qualsiasi stereotipo, ma se c’è una situazione in cui stare attente a non sembrare volutamente troppo provocanti è questa.

E per le scarpe: ok al sandaletto, anche dal colore estroso o alle sneakers in stampa fantasia. Così mentre vi guarderete i piedi nell’attesa vi sentirete subito meglio. Sì al tacco, ma solo se lo sapete portare (evitate se invece dovete poi trovarvi ad arrancare pericolosamente fino alla postazione di esame e occhio che i piedi d’estate si gonfiano sempre).

come-vestirsi-agli-esami

Per quanto riguarda la borsa ideale il modello capiente, magari a cartella o ancora meglio lo zainetto che è tornato prepotentemente di moda anche fuori dai banchi di scuola.

Ecco qualche esempio pratico, fatemi sapere cosa ne pensate e in bocca al lupo!

come-vestirsi-agli-esami

Nei prossimi post vedremo infatti prima il look giusto per la donna che lavora in e da casa, impegnata nelle sue faccende di vita quotidiana, e poi gli outfit da preferire per il lavoro fuori casa. Richieste da fare?

Commenti

  1. Ciao. Lavoro nella scuola primaria. Qualcuno ti ha già chiesto un parere per il look insegnanti?
    Lo vedo solo negli spot merendine e simili… Noi non siamo prof, stiamo quasi sempre in piedi. Io vesto una sorta di classico-pratico, altre elegante o sportivo (l’età media è ormai 40-50 e più, con queste lune arriveremo avanti!).

    • Scusami vedo solo ora, è in lista anche il look per gli insegnanti! E capisco la necessità di uno stile pratico ma curato 🙂

  2. Certo avere un look curato è importante anche perché parte della commissione sarà esterna e non conosce lo studente che ha davanti: non è necessario presentarsi con Giacche, Cravatte o Tacchi in maniera troppo seriosa come fossimo ad un colloquio di lavoro o in un’azienda. Quello che importa è invece colpire positivamente la commissione anche con un look giovane e al tempo stesso sobrio e colorato: questo si che sarebbe già un bel biglietto da visita!

  3. È proprio il messaggio che ho cercato di passare, grazie FeFè per la tua osservazione 🙂

Trackbacks

  1. […] di ritorno a scuola. Quando ho consigliato agli studenti come vestirsi in occasione degli esami finali, alcune di voi hanno commentato: quale è invece lo stile giusto per me che a scuola ci […]

Parla alla tua mente

*