Cosa copiare dallo stile di Maxima dei Paesi Bassi

La regina dei Paesi Bassi è un fenomeno e una forza della natura, oltre che naturalmente bellissima e anche piuttosto “tosta”. Sennò come avrebbe potuto reggere l’impatto con una suocera del calibro della  – ora – ex regina Beatrice universalmente nota per il carattere deciso?

Oltretutto la splendida e brillante Maxima Zorreguieta ha dovuto fare i conti con un’opinione pubblica olandese decisamente e totalmente contraria alle nozze perché, anche se le colpe dei padri non dovrebbero mai cadere anche sui figli, la giovane economista argentina ha un genitore dal passato politicamente imbarazzante.

Ma alla fine dopo un lungo tira e molla, qualche crisi e l’annuncio che Jorge Zorreguieta non avrebbe preso parte alle nozze della figlia, il 2 febbraio 2002 il principe ereditario Willem Alexander ha portato all’altare la donna cui si era profondamente innamorato, la sola capace di riportarlo sulla retta via dopo un passato da scavezzacollo reale.

Oggi Maxima, regina consorte dall’aprile 2013, è amatissima nel suo paese e anche una delle sovrane più glamour del momento.

In effetti è difficile emulare le sue toilettes un po’ sopra le righe (firmate Edoaurd Vermeulen creatore della maison belga Natan o dai Jan Taminau), spesso indossate insieme ai pezzi di una delle collezioni di gioielli più belle e ricche del mondo, MA nonostante ciò potremmo prendere esempio dalla regina dei Paesi Bassi, per molte ragioni.

Innanzi tutto ha un sorriso smagliante che viene da dentro.
Lei è una di quelle a cui, come diceva mia madre, “ridono gli occhi” e, ovviamente, questo suo modo di essere si trasmette immediatamente a tutti.
Maxima è una donna straordinariamente solare, sempre.
Io l’ho incontrata a un funerale (pensate un po’) e vi giuro che splendeva di luce propria persino tutta vestita di nero.

Non ha paura dei colori nonostante sia già alta e vistosa di suo ma, come insegna Elisabetta II: se sei regina ti devono vedere tutti, anche da lontano e si devono ricordare di te.

Nonostante abbia a disposizione delle parures da urlo (fra cui quella di zaffiri meravigliosa indossata il giorno dell’intronizzazione del marito), adora i bijoux fantasia che rendono più allegre e moderne tutte anche le tenute più serie e formali.

Maxima è altresì capace di indossare con nonchalance diadema, orecchini, e anello con rubini grossi come ciliegie abbinando anche lo smalto; sa portare con allegria, e senza complessi, le rughette dei 40 anni.

Ed è capace di mettersi addosso le cose più improbabili riuscendo a non sembrare ridicola, come nel caso di quelle belle piume di fagiano.

E nonostante questo, è una mamma affettuosa che non dimentica di portare i golfini per le bambine; è una di quelle che con la suocera ci va d’accordissimo e si vede dagli sguardi di intesa, ma bisogna riconoscere che Beatrice le è infinitamente grata di avere riportato il figlio sulla retta via

E poi è una donna che sa emozionarsi, come il giorno delle nozze, quando un musicista argentino ha suonato con il bandoneon un brano di Astor Piazzolla.

La conoscevate già?
Come ve la cavereste, voi, con le piume di fagiano?

Commenti

  1. Maxima dei Paesi Bassi è assolutamente regale nella sua solarità.
    Proprio per questo è un po’ difficile prenderla a modello per noi comuni mortali.
    Una cosa però in comune con lei ce l’ho: la passione per i bijoux originali!

Parla alla tua mente

*